Le mille sfaccettature del natale


In questi giorni mi sento oberato di cose da fare. Ovviamente non so cosa significhi oberato, ma ho sentito questa parola in televisione e la pronunciavano con fare intellettuale e quindi ho deciso di usarla pure io, giusto per darmi un tono.
Il fatto è che  a lavoro sto facendo i salti mortali per chiudere cantieri e pratiche e scartoffie varie che vanno consegnate prima della nascita del Bambino Gesù e poi ci sono i regali da fare al parentame e mi sono rimasti sul groppone ancora i miei due fratelli (ma sono sicuro che con un po' di calma e sangue freddo domani risolverò anche questa) e poi ci sono le telefonate da fare ai clienti sbadati che si sono dimenticati di pagare le fatture e poi un sacco di cazzi per il culo (perdonate il termine) che vanno risolti il prima possibile e mentre tutti i miei amici comprano allegramente panettoni e torroni sputtanandosi la tredicesima, io invece la tredicesima neanche so cosa sia e anzi, oltretutto devo pure pagare la cassa degli Architetti entro il 31 dicembre (e vi assicuro che non sono due spicci) e certe volte penso che se avessi fatto il commesso all'Oviesse sotto casa, probabilmente avrei avuto un sacco di pensieri in meno, porcaputtana, ecco.
Che poi giuro che in questi giorni di caos mi son venuti in mente un sacco di cose che avrei voluto condividere con qualcuno e invece sono solamente corso da una parte all'altra della città e quindi ecco che ve li sbatto tutti qui, in maniera confusionaria e però spero siano un minimo motivo di riflessione per qualcuno, cioè, almeno a me hanno fatto riflettere.

Le Air Jordan 1 Anodized Armour che avevo inserito nella lista dei regali di natale, sono arrivate in tempi di record. Quelli della Nike avevano detto 3 giorni lavorativi e tre giorni sono stati e il tipo dell'UPS era anche un po' incazzato perché era passato di mattina e noi non eravamo in casa e lui aveva molte cose da fare e gli faceva fatica tornare nel pomeriggio. Ovviamente quando ho aperto la scatola gli occhi mi si sono illuminati e non per modo di dire, ma perché queste scarpe sono talmente lucenti e cromate che neanche la vernice metallizzata di una Porsche Cayenne. Comunque sono assolutamente favolose. Certo, sono dure e scomode come le scarpette di cristallo di Cenerentola, però confido nel fatto che portandole anche per casa, pian piano si ammorbidiranno. Ovvio che non le metterò mai per fare la Maratona di New York perché tornerei a quattro zampe dal dolore. Però sono belle e questo è quello che conta, cioè, il dolore si può sopportare, un brutto paio di scarpe... quello no.

Un mio collega è testimone di geova. Questo significa che lui non festeggia il natale perché per loro Nostro Signore non è mai nato. Quindi niente albero e niente luci colorate e niente di niente. Però mi sa che il Panettone se lo mangia. Cioè, dovrei chiederglielo, però non credo che ci siano restrizioni da questo punto di vista. E comunque mi fa strano che mentre tutto il mondo impazzisce alla ricerca di un regalo dell'ultima ora, loro rimangono impassibili a guardare dall'esterno senza essere coinvolti. E comunque se non sbaglio i testimoni di geova non festeggiano neanche il compleanno, che se permettete è anche peggio di non festeggiare il natale.

Non faccio il presepe più o meno da quando avevo tredici anni. E dire che una volta mi ci impegnavo tanto tra cartone e gesso e pennelli e muschio e luci colorate e i miei presepi erano senza ombra di dubbio i più belli del reame che ho sempre pensato avrebbero dovuto vincere un premio per quanto erano belli. Nascondevo Gesù Bambino sotto un mucchietto di muschio e il ventiquattro notte lo tiravo fuori e lo mettevo dentro la sua mangiatoia e poi i Re magi che si avvicinavano piano piano un passino alla volta e poi dritti davanti al Bambinello nel giorno dell'Epifania. Quando sei bambino queste cose sono divertenti e le fai senza pensarci e non ti preoccupi del fatto che  Nazareth non ci sono le montagne con il muschio e gli alberi di ulivo e il fiume che scorre e il laghetto gelato con le paperelle che scorrazzano allegre. Succede poi che cresci e un po' per mancanza di tempo e un po' per mancanza di fede (soprattutto la mancanza di fede), quel presepe ti sembra sempre di più una mascherata e arriva il giorno che tiri giù lo scatolone del natale e però prendi solo l'albero lasciando chiuse nella plastica quelle statuine del presepe, come fossero un paio di scarpe ormai troppo strette.

Il mio amico che per ragioni di privacy chiameremo Vincenzina, ha detto ai genitori che è finocchio. A quanto pare loro non l'hanno presa molto bene. A dire il vero, non conosco bene tutti i dettagli della discussione e non so come si sono svolte le modalità del - Cari mamma e papà, volevo dirvi che mi piace il cetriolo...! - però a quanto pare la loro risposta è stata che si vergognano di avere un figlio così. Bastardi. Figuriamoci cosa succederebbe se sapessero che alla sorella di Vincenzina piace leccare la batuffola. Il fatto è, che secondo me Vincenzina ha fatto bene ad essere sincero con i propri genitori e certe decisioni vanno prese egoisticamente e senza pensare a cosa diranno e come reagiranno gli altri. La nostra serenità va messa al primo posto e se questa collide con quella dei nostri genitori, bhè, è una cosa molto brutta, ma non possiamo essere diversi per questo. Vincenzina probabilmente passerà un natale non troppo tranquillo e quell'atmosfera di felicità e spensieratezza che ci aspettiamo da questi giorni di festa, quasi sicuramente verrà meno e però io sono fermamente convinto che abbia fatto bene.

Il mio amico di cui non è importante dire il nome, ha perso la mamma due giorni fa. Non credo ci sia bisogno di aggiungere altro.

Tra i miei amici c'è quest'ansia del capodanno che appena ti vedono ti chiedono - E tu cosa fai a capodanno? -  e con questa smania del fare sempre qualcosa e ad ogni costo, ho come l'impressione che godersi il presente stia diventando sempre più complicato e io non ho mai capito per quale motivo uno a capodanno deve per forza imbucarsi in qualche festa super fighissima o andare a ballare fino alle sei del mattino e se invece fai una cosa tranquilla magari a cena con due amici, alla fine fai sempre la figura dello sfigato. Noi abbiamo deciso di evadere dal caos capitolino e chiuderci anche quest'anno in una città del nord fredda e coperta dalla neve, dove la gente beve birra per scaldarsi e mangia cipolla nelle zuppe fumanti. Sì, sì, tutto fighissimo lo so; però ve lo dico sinceramente, adesso avrei solo voglia di stare sotto il piumone per una giornata intera, il mio fidanzato al fianco a farci le coccole che con tutta questa frenesia del fare non riusciamo a ritagliarci una giornata per noi da non so quanto tempo... ecco.

Anche quest'anno il collega di blog Kblog.it ha realizzato il suo presepe dei blogger assegnando ad ogni personaggio tipico, il volto di un personaggio più o meno noto e quindi abbiamo la Madonna che è interpretata da Gianna Nannini (mamma a 54 anni) o per esempio Lorella Cuccarini che fa la parte della stella cadente (anche se adesso è stata rispolverata non si capisce per quale motivo dalla RAI, ma comunque sempre cadente rimane). Lo scopo è quello di adottare un personaggio e magari con questo pretesto conoscere anche qualche blog nuovo e io mi sono aggiudicato Fabio Fazio che interpreta l'angelo dell'annunciazione. Ecco, con la sua trasmissione direi che può essere eletto personaggio televisivo dell'anno o quantomeno l'unico che ha proposto qualcosa di nuovo in un panorama fatto sempre e solo dalla solita solfa trita e ritrita.

Share on Google Plus

About Lord79

Se Lord79 non vi piace, sappiate che mi chiamo Emilio.
    Blogger Comment

15 commenti:

  1. "ha detto hai genitori che è finocchio"
    scritto anche in grassetto...

    RispondiElimina
  2. Vincenziana o Vincenziana?
    ...avesi fatto il commesso...
    bloger
    Gianna Ninni


    Non voglio fare il palloso, ma ce n'era talmente tanti che non potevo non segnalarli...
    Comunque mi puoi assumere come revisore di bozze!! :-)

    Tanti auguri di Buon Natale!

    RispondiElimina
  3. favolosamente-io23 dicembre 2010 15:48

    Che settimana caotica hai avuto..cmq ti faccio antipaticamente i miei auguri , e non magna troppo!!

    ( ma il mimo quiz è da una vita che nn lo vedo)

    RispondiElimina
  4. per quanto riguarda le scarpe (e non solo loro) com'è che si dice? chi bello vuole apparire un po deve soffrire :P

    In merito all'ultimo dell'anno poiche' il primo di gennaio lavorero' dalle 15 alle 23 non posso permettermi di andare in qualche posto sperduto o cmq lontano a festeggiare... cosa che invece avrei tanto voluto fare.

    Avevo scelto Berlino e avevo pensato di andarci dal 27 al 30 in modo da festeggiare poi in modo tranquillo e a casa l'ultimo dell'anno pero' il mio moroso se prima si era favorevole alla fine ha preferito di no perche dice che attualmente da quelle parti ci sono problemi con la neve. Uff!

    RispondiElimina
  5. Quindi alla fine le nike le hai ordinate su internet mi pare di capire. Where? Sai per caso se c'era anche la variante blu?
    thanks
    e Feliz Navidad lord!
    daniele

    RispondiElimina
  6. >>>Anonimo
    Grazie della correzione.

    >>>Enrico*
    Perdonate gli errori, ma ho scritto questa cosa in 6 minuti da lavoro durante la pausa pranzo (che è durata in totale 12 minuti). Quindi spero mi perdonerete per le sviste.
    E comunque le correzioni sono sempre ben accette. Ma non aspettarti uno stipendio come correttore di bozze che io non ciò 'na lira!

    >>>Teo
    Sono oberato significa quello no? Una persona molto grassa... o no?

    >>>SkraM
    Io spero di andare in vacanza oggi e tornare il 7 gennaio.. ma qualcosa mi dice che sono troppo ottimista.

    >>>daniele
    Sì, le Nike le ho prese su internet. In Italia a quanto pare non sono ancora uscite e chi sa quando saranno disponibili nei negozi.
    Comunque sono acquistabili sul sito nelle varianti argento, rosso, nero e blu (che poi sarebbe celeste, ma loro chiamano blu). Qui il sito ufficiale:
    http://store.nike.com/it/it_it/?cp=EUNS_KW_NS09_IT_Google_B&l=shop,home#l=shop,pdp,ctr-inline/cid-300/pid-341542/pgid-341544

    RispondiElimina
  7. grazie!
    ehm si in effetti sono celesti.
    daniele

    RispondiElimina
  8. ma allora non sono l'unico a impazzire dietro al lavoro fino all'ultimo?
    comunque:
    auguri!!!

    RispondiElimina
  9. Auguri di buon natale Lord a te a al fidanzato!

    ^_^

    RispondiElimina
  10. ciao Lord!
    è la prima volta che ti scrivo, anche se è da tanto che leggo il tuo blog. volevo ringraziarti per ciò che scrivi e fare a te e al Sir tanti auguri di buon natale.

    Matteo

    RispondiElimina
  11. Il solito multitasking prenatalizio.
    Ma sopravviveremo e saremo pure un po' più grassi.
    Auguri in anticipo.
    Ma anche no, scegli tu.

    RispondiElimina
  12. beh, io faccio il commesso in un supermercato e ti assicuro che il 24 dicembre (come anche vigilia di Pasqua ed il 31 dicembre) sono giornate in cui il cervello è più che sovraccarico...
    Per quanto riguarda le scarpe, non capisco questa fissa... non sono mica Carrie Bradshaw! ;-p
    Mi dispiace per Vincenzina... io non sono dichiarato ai mie ma se dovessi dichiararmi, inevitabilmente dovrei svelare loro tutte le bugie raccontate nel corso degli anni, ma soprattutto aprirei la mia più grande ferita... purtroppo la sincerità implica la verità, che quasi sempre è la fine del mondo!
    Preferisco aspettare che lo capiscano da sè, anche se ci vorranno anni, e comunque sono ormai 3 anni che vivo lontano da loro...
    Per il capodanno, vado in piazza... a ballare con la gente, in particolare con le impellicciatissime russe che rendono l'atmosfera di piazza martiri uguale alla piazza rossa di Mosca (il freddo è gentilmente fornito dalla natura e dall'umidità padana), con tanto di botti (di spumante) e bottiglie (di spumante e di vodka) e se avessi un fidanzato (sigh!) mi accontenterei di andare con lui sul punto più alto della città ed ammirare il panorama con i fuochi d'artificio, in uno splendido e romantico abbraccio... :-)
    Auguroni Lord!

    RispondiElimina
  13. Buone vacanze, grazie dei complimenti, una bella pacca sulle spalle di Vincenzina e un incoraggiamento alla sorella, meglio approfittare del momento secondo me.

    RispondiElimina
  14. Auguri di buon Capodanno Emi, a te e Massi il Sir, era un po' che non mi collegavo ed ho perso il treno degli auguri natalizi...:)
    Comunque rimane sempre in sospeso la serata karaoke, anche se da Archistar di fama quale sei volevo anche proporti un giro culturale per la Roma contemporanea, così ci fai da Cicerone! Un abbraccio, Cristiano

    RispondiElimina