Modi diversi per essere gay

Ricky Martin. Nel marzo del 2010 ha dichiarato pubblicamente di essere fru fru e per farlo non ha indetto una conferenza stampa con tanto di giornalisti e avvocato, no; solo un messaggio su Twitter. Un lungo messaggio che si concludeva con le parole: "I am proud to say that I am a fortunate homosexual man. I am very blessed to be who I am." (che classe signori miei). Nel 2008 era diventato papà di due bellissimi gemelli avuti grazie ad un utero in affitto e già le voci su di lui erano cominciate a circolare. Adesso la conferma ufficiale e anche un'autobiografia dal semplice titolo "Me". Ora, della sua biografia sinceramente me ne frega veramente un cazzo, però un personale 10 e lode per questo sexy papà tuttofare, che racconta quotidianamente la sua omosessualità portando a spasso i figli in passeggino e conducendo una vita incredibilmente normale nonostante il grande successo, nonostante un fidanzato maschio e nonostante i giornali facciano a cazzotti per accaparrarsi una sua foto con i pupi in braccio.

Alessandro Cecchi Paone. Rapidi cenni storici e perdonatemi le imprecisioni dato che nella vita non faccio il biografo di Cecchi Paone. Ha vissuto per alcuni anni in Spagna, dove ha sposato una giovane spagnola (da cui ora si è separato). Nel 2004 confessa la sua bisessualità, quando è ancora candidato per Forza Italia. Apprezzato giornalista, ha condotto per molto tempo la trasmissione La Macchina del Tempo e poi un periodo di lontananza dalla televisione che lo vede tornare alla ribalta solo partecipando al programma l'Isola dei Famosi. Qui si presenta come il paladino dei finocchi, ma a quanto mi risulta non è mai stato chiaro nel dire che è gay al 100%. Attualmente ha la tessera dle Partito Socialista e non perde un appuntamento nel salotto gossipparo di Barbara D'Urso, dove è sempre pronto a promuovere le cause arcobaleno, con il proprio punto di vista non sempre condivisibile. In questi giorni è stato nell'occhio del ciclone per aver annunciato un imminente coming out proveniente dal mondo del calcio e affermando che un suo ex amante è stato un famosissimo giocatore della Juventus. Tante chiacchiere al vento dato che i giornali già non parlano più di questa storia e a quanto pare nessun calciatore ha fatto coming out. Per come la vedo, lui mi è simpatico come una mosca morta nel piatto e il suo modo di fare non fa altro che alimentare pettegolezzi su pettegolezzi e sinceramente  credo che il buon Cecchi Paone, farebbe di tutto pur di essere sempre sui giornali. Però è solo la mia opinione.

James Franco. Non è gay o almeno così dice e io voglio credergli perché se dice che non è gay per me non è gay. Però gode del curriculum più gay friendly di tutta Hollywood ché è stato un giovane James Dean nel film tv omonimo e poi al cinema è stato il compagno di Sean Penn per il film Milk e poi anche lo scrittore omosessuale Allen Ginsberg in Urlo e ha diretto The feast of Stephen il suo primo cortometraggio a sfondo finocchio durante il quale un ragazzino si arrapa guardando i compagnucci giocare a basket e a NYC si è iscritto ad un corso di cultura queer (???). Ha pubblicato anche una raccolta di racconti dove dice che bisogna amare la propria identità qualunque essa sia e ovviamente è un attivista del movimento omosessuale di San Francisco e ha la tessera di tutte le associazioni gay della città. Recentemente, grazie al genio fotografico di Terry Richardson, si è trasformato in drag per inneggiare la libertà dell'individuo e pubblicizzare la rivista transessuale Candy. I fatti, meglio di mille parole... comunque secondo me, se ci provassi due bacetti son sicuro di ottenerli con tranquillità...

Renato Zero. Su di lui si è detto di tutto. Da giovane e all'apice del suo successo, professava l'amore libero nelle sue canzoni e era tutto un Triangolo No e parrucche e vestiti di paiette e adesso invece è un continuo di dichiarazioni e smentite e qualche anno fa aveva paragonato i gay ai down e poi però aveva smentito dicendo che era stato travisato e poi nel 2006 durante la trasmissione Domenica In, ha affermato di non essere mai stato gay e di averlo affermato solamente per saltare il servizio militare e poi le dichiarazioni a Diva e Donna, dove ritorna a parlare dei suoi gusti affermando di aver amato solo le donne. Poi una lunga intervista al Corriere della Sera dove annuncia che chiarirà con una canzone il suo essere eterosessuale. Ma questa canzone è poi uscita? Cioè, Renato Zero per me è al pari di Gigi D'Alessio e quindi zero! (perdonate il gioco di parole) e mi domando: - Ma questa canzone verità è poi uscita? -. Ad ogni modo concluderei il discorso con un bel chissenefrega e anche se adesso venisse a dire che è più finocchio di Malgioglio, per me lui rimane un viscido. Anche perché diciamoci la verità; veramente il segreto di pulcinella...
Share on Google Plus

About Lord79

Se Lord79 non vi piace, sappiate che mi chiamo Emilio.
    Blogger Comment

11 commenti:

  1. Cecchi Paone, dovrebbe capire che si può essere omosessuali, senza necessariamente ricordarlo a tutti ogni 3 minuti.

    RispondiElimina
  2. @Lord: ... comunque secondo me, se ci provassi due bacetti son sicuro di ottenerli con tranquillità...

    Per forza: ad uno figo come te, 2 bacetti non si negano per nulla al mondo.

    Luca

    RispondiElimina
  3. Ricky Martin è un grande.

    Cecchi Paone è insopportabile, mi vergogno per la categoria quando compare da qualche parte.

    James Franco, Boh

    Renato Zero, chi?

    RispondiElimina
  4. amore .. tesoro... james franco... e' sicuramente carino...

    ma prova a vederlonel backstage di una qualsiasi sfilata milanese.. con un abito " sumisura" ( MAH) nella quale ci nuota... e con la pelle della faccia molto unta!!!...

    a me un po' la fantasi era passata!!!

    Biagina

    gli altri mi annoio a commentarli!!!

    RispondiElimina
  5. >>>Sasà
    Concordo. Ribadire ogni volta che si apre bocca il fatto di essere gay, è come sottolineare ogni volta di essere diverso.

    >>>Luca
    Quindi dici che ci potrei provare anche con Gerard Butler? Perché lui mi piace proprio tanto...

    >>>Skymino
    Ahahaha!
    Quanto hai ragione.

    >>>Biagina
    Uffff... Bia pure tu però!
    Non puoi demolire un mito con tre semplici parole, che cavolo!

    RispondiElimina
  6. Bello lo sfondo! Complimenti, Lord.

    Ma... com'è che se James Franco dichiara di non essere gay allora non è gay e se lo dichiara Renato Zero allora è il segreto di pulcinella?

    Mi sa un po' di "l'erba del vicino..." eheheheh Magari se si chiamava "Reneé Zero" (zero è così pure in inglese, pare) avresti detto che è un figo.

    Ah, sia chiaro: non mi interessa di nessuno dei tre.

    RispondiElimina
  7. >>>Roccia
    Già ti vedo tutto fiero di te per aver posto una domanda intelligente.
    Però Franco oltre ad essere molto bello (e secondo quanto dice Biagina anche con la pelle grassa...), si è sempre messo in prima linea per promuovere le cause omosessuali, mentre invece Renata ha paragonato i gay ai down e poco mi interessa se poi ha detto che è stato frainteso... voglio proprio sapere in quale altro modo gay e down, potevano stare nella stessa frase.
    Se Franco fosse gay, penserei che non è ancora pronto per dirlo e che non tutti affrontiamo le cose allo stesso modo. Penserei che potrebbe dirlo e nulla cambierebbe nella sua carriera, ma che comunque non dicendolo fa ugualmente molto per far passare un messaggio di accettazione e tolleranza.
    Se Zero fosse gay penserei che anche lui non ha ancora trovato il tempo giusto per dirlo e penserei che in fin dei conti il fare coming out è una scelta molto personale, ma non vedo il perché mettersi contro gli omosessuali e scrivere una canzone per dire quanto si è sventrapassere.
    In conclusione: un conto sono le scelte personali che posso condividere o meno, ma che comunque rimangono personali. E un conto è lo schierarsi contro mediante interviste e dichiarazioni. Essere gay o etero o di sesso indefinito, non dovrebbe in ogni modo danneggiare le altre categorie.
    E comunque Reneé Zero è ancora più da frocione...

    RispondiElimina
  8. che vorresti insinuare? Io faccio SEMPRE domande intelligenti!
    Mistificatore! Hai questo blog con i soldi di noi contribuenti, non scordartelo! :))

    Delle vicende di Zero sinceramente non me n'è mai potuto fregà di meno, né delle sue dichiarazioni né di quello che fa. Conosco alcune canzoni (che mi piacciono pure, depressione a parte), ma non pagherei un euro per andare ad un suo concerto.
    Di Franco e delle sue battaglie idem. Come ti ho detto, so che esiste solo perché ci sei tu.

    Sul resto: completamente d'accordo: che sia etero, bisessuale o sventrapapere, fare affermazioni contro i gay è immorale.
    Giudicarlo, però, come un gay che fa affermazioni contro i gay dopo aver detto che se uno dichiara che è etero allora ok, è etero, è una contraddizione invece. tutto qui.

    Poi, detto tra noi, sia Franco che Zero secondo me lo sono eccome, altroché. Non li conosco ma la lancetta del Gaydar è impazzita mentre leggevo il tuo post :))

    PS. Ma oggi te girano? Il ph della tua risposta mi ha fatto diventare la cartina tornasole di colore indefinibile... :)

    RispondiElimina
  9. Il tuo gaydar probabilmente funziona alla perfezione... però compra delle nuove cartine al tornasole perché io sono sempre allegro e simpatico. Ti pare poi che mi metto a rispondere male al mio lettore preferito?! (lo dico a tutti i lettori, sia chiaro)

    Comunque c'è anche da dire che più di una volta ho incontrato la Renata in giro per le vie del centro, accompagnato da un baldo giovine. Ora, magari era un domestico o un amico o uno che passava di lì e gli si era avvicinato per fare una foto (e Babbo Natale mi porta i regali puntuale ogni 25 dicembre...); invece Franco non l'ho mai incontrato, quindi su di lui non so dirti nulla.
    Comunque diciamo che in linea di massima concordo con te, se Renato non facesse le sue dichiarazioni, neanche mi ricorderei della sua esistenza. Mentre per Franco... ok, sono di parte solo perché è bono. Va bene adesso?!

    RispondiElimina
  10. Hai dimenticato che ACP è insieme ad una versione lesbo-chic di Paola Barale al maschile: quell'orrido biondino lezioso che accusava uno del GF di essere gay (alla faccia della solidarietà di classe gaya!).

    Franco è molto interessante, Ricky Martin merita tutta la stima possibile. Meno Renatone e Zeffirelli.

    Ah, poi c'è anche Zackhary Quinto... ovvero come essere superchiccosa e non saperlo ehhe!

    RispondiElimina
  11. @Lord:
    >>>Luca
    Quindi dici che ci potrei provare anche con Gerard Butler? Perché lui mi piace proprio tanto...

    Eh direi che per il buon Jerry c'è una lunghissima lista d'attesa, durante la quale si possono rivedere alcuni suoi film come TombRaider2 oppure 300 (gnam!!!)
    Complimenti per il tuo gusto gustoso: il tipo attizza parecchio pure me.
    Ciao
    Luca

    RispondiElimina