Fag inside: Moulin Rouge



Che poi è inutile che facciamo tanto i maschioni sventratope only top della situazione, perché tutti i finocchi hanno un punto debole. E prima o poi viene fuori.
È un po' come quando ad una festa o in un locale o che ne so io dove, ad un certo punto parte la base di I Will Survived e ti rendi conto che è impossibile resistergli e la bocca inizia a muoversi da sola e scopri di sapere tutte le parole e devi per forza cantare e inizi a farlo mimando il testo con le mani e muovendo la testa avanti e indietro e sei così convinto che se in quel momento ti vedesse la signora Gaynor, ti stringerebbe la mano e farebbe tanti complimenti.
Ecco, Moulin Rouge è la mia I Will Survive.
Ho visto talmente tante volte quel film, che credo di aver consumato il dvd e ormai so tutte le canzoni a memoria e ovviamente non posso cantarle stando seduto tranquillo sul divano, nossignore, devo recitarle come fossi un attore della pellicola.
Che poi non riesco a guarire dalla mia ridicola ossessione per l'amore e ogni volta che Satin muore mi viene un groppo in gola e faccio fatica a trattenere le lacrime e non posso sopportare di far vivere a Chirstian una vita senza di lei e quindi stoppo il film non appena il sipario si chiude e gli applausi della gente risuonano ancora fragorosi nell'aria e i petali di rosa cadono dal cielo e le stagioni possono cambiare, dall'inverno alla primavera, ma il loro amore durerà in eterno e non sarà spezzato da nessun colpo di tosse.
Lo so, sono fag inside.

Share on Google Plus

About Lord79

Se Lord79 non vi piace, sappiate che mi chiamo Emilio.
    Blogger Comment

17 commenti:

  1. Si però è I will survive, non I will survived...
    Lo so, sono rompicoglioni inside. :-)

    RispondiElimina
  2. E' ancora oggi uno dei miei film preferiti. Credo che il mio dvd ormai abbia i solchi.

    RispondiElimina
  3. Bellissimo film e bellissime canzoni!
    Peccato che ogni volta che finisce, mi viene un magone assurdo: ODIO I FINALI TRISTI!!!!! Mi fanno venire l'angoscia.
    All'ultimo spettacolo musicale che ho fatto, ho cantato "Your Song" e "Come what may"... ero spaventatissimo (perchè non sono canzoni molto semplici da eseguire) ma è stata un'emozione indescrivibile!!!

    RispondiElimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  5. Idem! Idem a tutto quello che hai scritto tu.
    E che dire di "Your Song"? E dell'impresario che canta quella greve "The Show must go on", con le sartine a fargli da lamentoso controcanto? Sigh!

    RispondiElimina
  6. Si anche per me è la stessa cosa fuori sono un orso ma dentro di me vive una ragazza che cerca il suo principe azzurro.
    Ieri disegnavo mentre ascoltato I will survive e non ho potuto fare a meno di ballarla muovendo il sedere a tempo di musica, mi è venuto in mente il film "In e out".

    RispondiElimina
  7. Io lo stesso sentimento l'ho provato in "Ghost": lui bello, lei bella, si amano, stanno costruendo la loro casa e.... lui muore e finisce tutto per sempre, prima ancora che sia iniziato.
    Mi prende un senso di vuoto, di angoscia, di sconfitta e rammarico.
    Il brutto è che da un po' di anni ho paura di questa cosa, anche nella vita reale, sinceramente ad oggi, mi girerebbero vorticosamente i coglioni!

    RispondiElimina
  8. Uccidimi. Non l'ho mai visto.
    Ma che vuol dire fag? :P

    RispondiElimina
  9. Ti capisco Lord, oh se ti capisco. Devo cantare a squarciagola "The Show Must Go On" e fare il coro delle sartine. Da quando IT mi ha detto che sono Ziegler ha anche preso un altro significato.

    RispondiElimina
  10. Ci troviamo sulla stessa linea d'onda..
    Come What May è la morte mia.
    E' più forte di me.
    (anche se a parimerito ci metto la lettera che Natalie Portman legge durant la prigionia in V per Vendetta)

    RispondiElimina
  11. Io mi concentrerei sulle preziosissime immagini di sè che ci ha regalato il Lord con questo post. Hai vinto.

    Solo io non ho il mio filmone incollato al lettore dvd? Uhm no.
    Io sono uno di quelli che già è tanto se si guarda un film una volta e da solo, figuriamoci fare bis e tris! (...col finire che poi i film neanche se li ricorda! Moulin Rouge? Visto! Uhm...mi pare fosse bello! =D)

    Non sarà un musical, non sarà fag ma sicuramente parla di quell'amore "bello e impossibile": The Illusionist, a mio avviso, stupendo.

    ...e la mia "I will survive" è Womanizer. (ok,non regge alcun paragone ma che ce posso fa'? A dirla tutta so a memoria tutte le canzoni fag e non! Tiè. I will survive compresa!)

    RispondiElimina
  12. "Che poi è inutile che facciamo tanto i maschioni sventratope only top della situazione, perché tutti i finocchi hanno un punto debole. E prima o poi viene fuori."

    Ok, questa la scriviamo nel marmo. Fag inside pure io, per chi non se ne fosse accorto... Lord versione tenerone??? Non ha prezzo... ;)

    RispondiElimina
  13. ..ahhahah...non avevi proprio nulla da scrivere è?...:P

    RispondiElimina
  14. ahah ti ho ispirato! che onore e onere! io purtroppo l'avevo sempre snobbato.. credevo che fosse alla Chicago.. che mi dava fastidio solo x la copertina quindi.. in realtà ho visto mouling rouge tipo 2 anni fa per la prima volta ma è stato amore a prima vista. poi amo le voci dei protagonisti.. ewan risulta caldo e squillante.. ma lei è superba.. soprattutto in come what may quando si distanziano di una quinta. ewan sale e lei armonicamente scende.. e sono estremi! poi sono stato a parigi, a montmartre, pigalle, le chat noir, insomma non lo so.. mi ha fatto uno strano effetto.. come sentire in testa la sigla del cartone del gobbo di notre dame e sentire i rintocchi delle campane vere sotto la cattedrale di N-D. spettacolo parigi.. e poi la bellezza del pensiero bohemien che nel film hanno un pò sintetizzato.. cmq stupendo! ciau

    RispondiElimina
  15. Beh, probabilmente neanche un serial killer riesce a vedere Moulin Rouge senza piangere. Film magnifico, colonna sonora magnifica.
    Il medley, poi, è roba sopraffina.

    RispondiElimina
  16. >>>Enrico*
    Corretto, perdonami.

    >>>Signor Ponza
    Puoi dirlo forte fratello!

    >>>Febo [F]
    E' proprio per questo che lo stoppo prima che Satin muoia. Anche io odio i finali tristi...

    >>>(In)consapevole
    Le canzoni sono tutte azzeccatissime. Mi è venuta quasi voglia di rivederlo!

    >>>loran
    Fag inside anche tu...

    >>>Alberto
    Ma che c'entra Ghost suvvia Albè! Moulin Rouge è oltre...

    >>>MIcrOO
    Qualcuno infili una lama nel petto di MIcrOO, per favore...!
    Senti, promettimi che vai al bolckbuster e te lo affitti o lo scarichi o te lo fai prestare da qualcuno, ma lo devi vedere!
    E fag è l'equivalente americano del nostro frocio.

    >>>Macsi
    Ziegler???

    >>>Poto
    Ok, devo rivedere V per Vendetta allora...

    >>>Mone
    Mone, per cortesia, potremmo non soffermarci troppo sulle mie debolezze?!
    PS
    Su Womanizer non posso darti torto...

    >>>Miky
    Lord ha molte sfaccettature... e la tenerone è una di queste.

    >>>Sir
    Ma smettila fidanzà, sono un pozzo di argomenti interessanti invece!

    >>>eFY
    Ebbene sì, con Moulin Rouge hai toccato una corda importante. E condivido anche che Chicago è stato una noia assurda e non capisco come abbiano potuto mettere insieme la ZetaJones che è tipo una sandrona alta uno e ottanta con la Zellweger che invece è uno scricciolo. Nelle scene insieme sembravano il gigante e la bambina...

    >>>Filo
    Roba sopraffini. Già!

    RispondiElimina
  17. film che ho visto ben 2 volte al cinema (cosa che non faccio praticamente mai), e poi molte altre volte, in particolare quando più giovane condividevo spesso del tempo con un'amica più grande e appena divorziata, anche lei amante della storia strappalacrime di Satine e Christian... forse entrambi avevamo voglia di amore, io non avevo ancora capito dove cercarlo, lei forse voleva trovarlo in me.
    Tutto questo per dire che non ho più il DVD. Ho letto il tuo post, l'ho cercato... e non lo trovo più.

    RispondiElimina