Warrior


Warrior è proprio bello e ci tengo a dirlo subito, perché so già che poi mi impazzirà l'ormone al ricordo di Tom Hardy pieno di tatuaggi e che fa a botte con altrettanti maschioni e le mie riflessioni sul film andranno a puttane.
L'idea è piuttosto semplice: una storia lacrimevole come sfondo e botte da orbi in primo piano. Una sorta di Rocky del nuovo millennio, un Million Dollar Baby dei nostri tempi, un The Wrestler con un pizzico di sentimentalismo in più e praticamente ci sono questi due fratelli che non si parlano da anni e si incontrano per caso sul ring e devono sfidarsi a suon di cazzotti, e fare i conti con le scelte del passato; in poche parole è la storia delle sorelle Lallai, solo che anziché incontrarsi sul palco di X Factor, si ritrovano sul ring della MMA che sta per Mixed Martial Arts e praticamente sarebbe una branca del comune wresling. 
Dici: - Ma allora è un film sulla lotta? -. Sì , ma non solo. Perché Gavin O’Connor confeziona un film memorabile e che parla della famiglia e dei rapporti tra padre e figlio e del legame tre due fratelli e contemporaneamente parla di sport e della passione per questa disciplina e della necessità di praticarla e il racconto familiare corre di pari passo a quello sportivo, in un equilibrio perfetto e senza che nessuno dei due prenda mai il sopravvento sull'altro e mentre la pellicola passa davanti ai nostri occhi, pian piano svela la vera trama del film, che è quella tanto cara agli americani, dell'avere una seconda opportunità.
E tutti abbiamo bisogno di una seconda opportunità.
Serve a Brendan (Joel Edgerton) per salvare la sua famiglia e serve a suo fratello Tommy (Tom Hardy che dio lo abbia in gloria!) per aiutare un amico in guerra e serve al padre (Nick Nolte), per salvare se stesso dagli sbagli del passato.
Tra calci nei fianchi, cazzotti sul viso e lacrime che scendono silenziose sulle guance (le mie), si esulta di gioia, si stringono i pugni dalla rabbia e si arriva al momento finale con il cuore che batte a mille e un'unica domanda che risuona nella testa: chi vincerà?
Che poi vabbè, fossi stato io l'arbitro, avrei suonato subito quella campanella e dong dong dong! il vincitore è Tom Hardy e ora tutti a casa, lasciatemi solo con lui. Ché nonostante il film sia pieno di boni da paura, ma tipo che anche le comparse tra il pubblico sono bone, Tom Hardy rimane sempre una spanna sopra tutti quanti e io mi innamorai di lui vedendo questa vecchia foto da coglioncello [LINK] e da quel giorno decisi che niente, non ce ne era per nessuno e nonostante Hardy non sia un bellone e nonostante abbia un fisico tozzo e la faccia da porcello, secondo me ha quel... booh! che io sinceramente mi farei chiudere su quel ring e ora prendimi a sberle per tutta la notte. Che poi dici: - Ma Tom Hardy non è quello che pochi mesi fa è apparso tutto nudo in quel cortometraggio e ha sfoggiato solo un piccolo gamberetto tra le cosce?! - Ok, sì, è proprio quel Tom Hardy e il corto di chiama Sergeant Slaughter, My Big Brother e effettivamente Tom non sembra avere doti ehmmm... come dire... da pornoattore e però son sicuro che quel giorno faceva molto freddo e poi... oh, posso dire che a me Tom piacerebbe pure se fosse piatto come Ken? [LINK SOLO PER MAGGIORENNI].
Che poi presto lo vedremo come villain nel prossimo Batman The Dark Knight Rises e io ho già le mani sudate dall'emozione.
Share on Google Plus

About Lord79

Se Lord79 non vi piace, sappiate che mi chiamo Emilio.
    Blogger Comment

8 commenti:

  1. Beh, non sarà Rocco Siffredi ma ho visto anche di peggio...

    RispondiElimina
  2. Oddio, in effetti di "più piccolo" mi viene in mente solo quel video dove ci sono dei ragazzi che fanno la fila in uno studio radiofonico (??) per fare a gara a chi ce l'ha più mignon e ce n'è qualcuno che sembra se lo sia portato via con una malaugurata sforbiciata mentre si tagliava le unghie dei piedi...

    Sicuro non è uno "shower", speriamo per la sua fidanzata che sia un "grower"...

    RispondiElimina
  3. Sono assolutamente d'accordo su Tom Hardy e chissenefrega delle misure...

    Ho la locandina originale del film che con quel bianco e nero e quei corpi atletici è uno spettaolo continuo... non mi stanco mai di guardare

    RispondiElimina
  4. Un film da andare a vedere e poi uno come Hardy a me andrebbe bene anche se tra le gambe avesse una fava secca.

    RispondiElimina
  5. No che poi riguardando bene il video, considerando che non è in erezione e i peli pubici ha delle dimensioni più che generose, come dicevo in un altro commento a forza di guardare foto su internet si tende a pensare che sotto i venti centimetri sia piccolo.

    RispondiElimina
  6. eh sì... è proprio un corto.. non ci piove.. comunque non lo conoscevo. è bono ed ha la faccia da mascalzone. 10+

    RispondiElimina
  7. >>>Enrico*
    Ora lo so che faccio la figura dell'antico... ma "shower" e "grower" in termini... ecco, diciamo... sessuali, per cosa stanno?!

    >>>Alfiere
    Io voglio andare in un cinema a rubare la locandina in cartone rigido. De ve essere mia.

    >>>loran
    Concordo con il concetto di fava secca applicata a Tom Hardy. E concordi anche con il concetto che questi siti porno ci stanno deviando dalla realtà.

    >>>eFY
    E allora conoscilo! Ormai ha una discreta filmografia alle spalle, anche se solo in questi ultimi anni sta venendo fuori da protagonista.

    RispondiElimina
  8. Uffi... Continuo a votarti per farti tornare "verde" su Avast, ma ci deve essere qcuno che ti odia profondamente... Ti difendo iooooo :P

    RispondiElimina