Dracula Untold [recensione]


Dopo l'ondata di vampiri che ha travolto i cinema e la televisione, dai Twilight che non avevano mai dato il primo bacio, ai True Blod che ogni scusa è buona per rimanere a chiappe all'aria, fino agli horror sbudellanti tipo 30 giorni di Buio, la Universal Picture prova a giocare l'asso di bastoni, tirando fuori il film sul padre di tutti i vampiri: Dracula.
L'idea è quella di partire con una nuova saga di quelle che sbancano il botteghino e poi non ce ne liberiamo fin quando il pubblico non si è definitivamente stufato e il personaggio non è stato spremuto fino in fondo. Una specie di Resident Evil versione succhia sangue per intenderci. Per far questo, decidono di ripartire da zero e raccontare di come il conte Vlad è diventato Dracula e tipo che prendono in prestito il conte Vlad III esistito veramente e vissuto nel 1431 in Transylvania, sfruttano la sua macabra storia di principe guerriero che combatte i mussulmani dell'Impero Ottomano e fondendola con quella del Dracula di Bram Stoker scritto nel 1897. Il risultato è un film che ha ottenuto moltissime critiche in patria, ma tipo che l'hanno definito una poveracciata alla Blade in salsa X-Men del quale non ce ne era assolutamente bisogno e io invece credo che se questo film ha una pecca è solo quella di aver affidato la regia ad uno sconosciuto esordiente, che probabilmente fino a ieri lavorava come fotografo ai matrimoni di paese e che non si sa per quale motivo è stato scelto dalla Universal per dirigere questo film. La sua inesperienza dietro la macchina da presa un po' si sente, ma per il resto Dracula Untold è un buon film, con una storia interessante che spazia dall'avventura, al dark-fantasy, al sentimentale. Ok per certi versi questo Conte Vlad sembra un po' l'uomo pipistrello di Nolan ed effettivamente anche la locandina con il mantello che si trasforma in pipistrelli ricorda decisamente il Cavaliere Oscuro, ma io ho apprezzato quest'idea di mostrare Dracula come un semplice uomo, che per salvare la sua terra e la sua famiglia decide di passare al lato oscuro. Voglio dire, la sua trasformazione è sicuramente molto più credibile di quella messa in scena per la Maleficent della Disney.
Luke Evans è l'attore scelto per interpretare il Conte Vlad e, per quanto sia decisamente bono e si faccia apprezzare anche nelle scene a petto nudo, scopro che ha la mia stessa età: 35 anni. Cioè, ma anche io sembro così vecchio? Pure a me quando mi guardate mi scambiate per un dilfone ad un passo dalla pensione? No, perché questa cosa che abbiamo la stessa età mi ha un po' destabilizzato. La protagonista femminile invece è la bella Sarah Gadon, ma cosa te ne fai della bellezza quando poi hai la stessa espressione da povera crista praticamente in tutti i film? Gli altri attori sono una squadra di boni che quasi ti viene voglia di andare a vivere in Transylvania e questo ti fa capire che nel girare il film hanno puntato forse un pelo troppo sull'aspetto visivo/spettacolare piuttosto che su quello realistico/storico, ma nonostante tutto; nonostante le stroncature dei critici americani e nonostante abbiano trasformato Dracula in una sorta di supereroe, per i miei gusti il film ha superato i tre test fondamentali: Punto 1 non mi ha fatto addormentare, punto 2 in alcune sequenze mi ha emozionato, punto 3 mi ha fatto uscire dal cinema soddisfatto. Ok, non sarà il filmone che ricorderemo anche tra dieci anni, ma per me è decisamente superiore al tantissimo ciarpame che c'è in giro.
Share on Google Plus

About Lord79

Se Lord79 non vi piace, sappiate che mi chiamo Emilio.
    Blogger Comment

20 commenti:

  1. Lord sei un vecchio bacucco! :D
    Dopo anni di rassegnata coercizione nello sciropparmi la saga di Twilight mi rifiuto categoricamente anche solo di prendere in considerazione la visione di qualsivoglia film dove le persone hanno anche mezzo canino più lungo del normale. Ma vi piace tanto Luke Evans? Sembra l'elfo Legolas coi capelli lavati con l'olio del tonno...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Su Twilight mi trovi d'accordissimo, una noia colossale, ma poi anche una realizzazione che sembrava fatta con due lire; una roba che Streghe in confronto avrebbe vinto l'Oscar per gli effetti speciali. Ma questo Dracula non è affatto male.

      Elimina
    2. Ah e comunque, a me questo Luke Evans non tira poi tanto, sicuramente un bel ragazzo, ma i boni sono altri...

      Elimina
  2. Ecco, ora sono confusissimo! A mia sorella ha fatto ca*are, ma è una 20enne a cui è piaciuto Twilight, sicchè... :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E tu ti fidi più di tua sorella che di me? Non c'è più religione a questo mondo...

      Elimina
  3. In effetti la storia di Dracula partendo dal personaggi storico era già stata presa come spunto da Coppola nel suo film e magari chissà avrà mosso lui le critiche negative, comunque se il film è decente e non ti fa addormentare in tempi di vacche magre è già qualcosa.
    A parte che i dilfoni hanno i loro estimatori ma in questo film a Evans gli hanno fatto un sacco di rughe e pure scavato la faccia e poi te Lord anche se hai la stessa età sembri molto più giovane. ^__^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma infatti credo lo abbiano voluto fare in modo che in qualche modo si ricollegasse al Dracula di Coppola. Soprattutto la scena finale sembra quasi un prequel. Comunque credo anche io che in tempi di vacche molto magre, questo film sia più che accettabile.

      Elimina
  4. Pure Fassbender che a te piace tanto ha due anni più di te e uno meno di me e pare mio/nostro nonno... Figo nulla da dire ma è del '77.
    Il film credevo fosse na cagata colossale... Me lo vedró.
    Santo streaming.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No ma infatti Fassbender pare mi padre. Cioè, pare mio padre se mio padre fosse bono.

      Elimina
  5. Lord non sei un dilfone - sei un ragazzo stupendo - dilf lo diventi a 40 dai :) - Anche io avevo sentito le critiche e me sono stato alla larga (Settimana prox andrò a vedere interstellar e temo che dormirò). Però se l'hai recensito così ora sono curioso. Stammi bene e rimani giovane e fresco così come sei - JJ

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi ho solo 5 anni prima di diventare dilf. Ansia.
      Interstellar a me ispira tantissimo, spero non mi deluda.

      Elimina
    2. Se ti brizzoli la barba con l'acqua ossigenata... anche prima!
      Anche io non vedo l'ora di vedere Interstellar... incrocio le dita

      Elimina
    3. Interstellar - 2h44m questo giovedì che viene - come hai detto tu recensendo Dracula - spero non mi venga sonno - devo barare: mi farò un caffé alle 17/18 :) - Per la storia del DILF: macché Ansia - non vorrai mica sempre rimanere ragazzo adulto per sempre - pensa alle vecchie del mio palazzo che quando mi vedono mi dicono: "Non invecchiare mai eh" - e io facevo le corna pensando (mica devo morire giovane) - ecco: diventerai DILF ma rimarrai sempre un gran fico :D - ho finito con i complimenti - gli altri in mail :P - JJ

      Elimina
    4. Interstellar ho delle aspettative altissime quindi non ditemi che è brutto perché ci rimango troppo male. Ovvio che prima mi sparo redbull in endovena.

      Elimina
    5. Veramente per essere Dilf dovresti essere padre...

      Elimina
    6. Non necessariamente... basta essere nell'età per essere padre... diciamo sulla 40ina e oltre.
      Stessa cosa per le milf

      Elimina
  6. Luke Evans c'ha di buono anche che è gay dichiarato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah... e quindi ha smesso di lavarsi per avere un aspetto il più virile possibile? :-D

      Elimina
  7. Lord - ho visto interstellar!!! :D - Allora 2/3 del film bello - anche se ho capito nella prima mezzora una cosa che poi si è rivelata essere azzeccata - ultimo terzo del film telefonata incredibile del regista ed è diventato prevedibile. Ricorda molto alcuni capostipiti della fantascienza moderna (2001) e successoni di botteghino (Contact) e un altro film che nn ti dico se non ti svelo troppo. Il film comunque lo salvo e infine... non mi sono addormentato - e questo è già una buona recensione per un film ultimamente :) Aspetto con ansia la tua recensione per confronti - Ciaaaa - JJ

    RispondiElimina
  8. Ho appena finito anche io di vedere Interstellar...che dire... mi è piaciuto un sacco! C'è chi lo bollava come un film molto lento e noioso... ma devo dire che invece l'ho trovato appassionante, molto positivo come messaggio anche se come premessa c'è la catastrofe. E anche commovente alla fine, diciamolo! ;-)
    Fanne una buona recensione o comunicherò tosto il tuo indirizzo di casa a Rosario Muniz!

    RispondiElimina