20 singoli top del 2015 (dalla 20 alla 11)


Il 2015 sarà ricordato come l'anno in cui Adele si è mangiata ogni altro record, diventando l'artista che ha venduto di più nella prima settimana e credo che ne passerà di tempo prima che qualcuno riuscirà a scalfire questo primato. Ma sarà ricordato anche come l'anno in cui i big della musica pop son stati impegnati in assurdi tour e concerti, come Taylor Swift che mancava solo una data sulla Luna e poi è stata ovunque o Britney Spears ormai sequestrata dal Planet Hollywood che penso dovremo pagare un riscatto per farla tornare a casa. Poi c'è stato anche chi ha preferito non fare nulla e continuare a fumare i soldi guadagnati come Rihanna, che posticipa l'uscita del nuovo disco di mese in mese, come me con l'inizio della dieta. E in questo periodo di apparente calma piatta, una marea di giovani hanno approfittato per sfornano dischi di debutto che hanno fanno subito centro. Mai come quest'anno infatti i giovanissimi hanno conquistato la mia classifica dei singoli più belli dell'anno e per fortuna che ho inserito i New Order che tirano su la media, perché altrimenti la maggior parte ha tipo preso la patente da poco.
Ecco la prima parte dei singoli top di questo 2015 secondo me.

20. Adele - Hello. Voleva tornare con il botto e ci è riuscita nonostante un video fatto con il filtro instagram più dozzinale che ci sia e una canzone furbetta alla Katy Perry. Ma del resto la bravura di un'artista è anche dare al pubblico quello che il pubblico si aspetta e così Hello diventa un classico, anche se nel disco c'è molto di meglio.


19. Miley Cyrus - Karen Don't Be Sad. Miley ha un progetto in testa lo fa ascoltare alla RCA (la sua etichetta discografica) e quelli le pisciano in culo (per dirla in modo garbato) e allora si rimbocca le maniche, lo produce da sola e lo rilascia gratuitamente su internet. L'album è un po' meh, ma su 23 tracce ce ne sono un paio memorabili. Brava Miley.


18. Ryan Adams - Style. Un cantante rock, che prende il disco che ha venduto di più nel 2014 e ne fa un cover album. Caro Ryan ti piace piace vincere facile. 1989 di Taylor Swift era una bomba nella versione pop e funziona alla grande anche in chiave rock, soprattutto quando fa risuonare le chitarre come in questa Style


17. Foxes - Body Talk. Prezzemolina che inizia a piazzare ottime collaborazioni a destra e sinistra, prima con Zedd poi con Giorgio Moroder, ma ancora il successo da solista tarda ad arrivare ed è un vero peccato.


16. New Order - Plastic. Non è facile sopravvivere quando sei una band nata negli anni '80 e che ha per giunta ha cambiato formazione originale; ma i New Order sono ancora qui e fanno ancora grande musica e ok magari non sono rilevanti come lo erano negli anni '90, ma anche Madonna non conta più un cazzo e quindi bravi New Order che continuano a fare musica di qualità.


15. Marina and The Diamonds - Froot. Simpatica, divertente e colorata, Marina cerca disperatamente di far breccia nel grande pubblico, ma tolti i singoli di lancio che sono veri gioiellini, l'album stenta a decollare. Provaci ancora Mariné.

14. Macklemore & Ryan Lewis - Downtown. Il Time l'ha inserita nella lista delle canzoni peggiori del 2015, ma io invece la trovo graziosissima e ok, il. testo che parla di andare dal motociclista non sarà un versetto di Dante, ma il mix di sonorità hip-hop e funky mi ha conquistato subito. Video pazzesco.


13. Jamie xx - Loud Places (ft. Romy). Ragazzetto di 27 britannico, membro del gruppo The xx, che decide di fare un album da solista e ovviamente gli viene fuori figo. Consiglio agli altri due degli The xx di cercarsi un nuovo lavoro perché questo da solo spacca.


12. The Weeknd - The Hills. Classe 1990 anche se ne dimostra il doppio, con questo terzo disco riesce a trasformarsi da artista indie di nicchia a popstar di fama mondiale. Il disco è meglio non ascoltarlo tutto di fila perché servono tipo sette caffè per rimanere svegli, ma questa The Hills è pazzesca.


11. King - Years & Years. Trio di musica elettronica londinese che con il loro album di debutto son riusciti a varcare i confini del proprio paese e piazzarsi al numero 47 della Billboard 200 e se riesci a conquistare gli Stati Uniti, significa che hai vinto la lotteria. Meteore o nuovi idoli? Video carinissimo.

Share on Google Plus

About Lord79

Se Lord79 non vi piace, sappiate che mi chiamo Emilio.
    Blogger Comment

4 commenti:

  1. Qui si aspetta il seguito sai??? :D
    Vale

    RispondiElimina
  2. Gli Years&Years, in my opinion, meritavano la top ten. "King" l'ho ascoltata allo sfinimento, nonostante non sia certo il mio genere preferito. È ipnotica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo con te, dopo questa classifica l'ho ascoltata un milione di volte. Ma fortunatamente non è una classifica che rende grande un brano.

      Elimina