Sessualmente Scorretti


Nessun trailer e nessuna pubblicità se non una semplice locandina. Vado a vedere questo spettacolo completamente a scatola chiusa e tra parentesi mi porto appresso altre sette persone che ho l'ansia da prestazione che se poi è bruto mi devo sentire il coro di quelli che "...ma dove cavolo ci hai portato?!", ma per fortuna la mia buona stella questa volta non mi abbandona e non rimango deluso, né io, né tutti gli altri, che ci siamo presentai in otto neanche fossimo una squadra di no so cosa... (ricamo?) e per la cronaca, non fate come me che arrivo davanti il teatro convinto di andare a ritirare i miei bei biglietti prenotati telefonicamente e mi ritrovo innanzi una serranda chiusa e luci spente che subito mi prende l'ansia da organizzazione che forse avrei dovuto controllare la via del teatro, ma ti pare che lo spostano? Ma del resto se a Lost spostano un'isola intera, per quale motivo non possono spostare un teatro?! Fortuna che sempre la mia buona stella ha fatto si che la nuova sede fosse duecento metri più avanti sullo stesso marciapiede, perché altrimenti mi sarei dovuto sorbire il coro di quelli che "...ma dove cavolo ci hai portato?!". Comunque, lo spettacolo è carino e se siete a Roma io lo consiglio a chi vuole trascorrere una serata in allegria che la trama è la classica commedia degli equivoci e tutto comincia con una ragazza che incontra un ragazzo per un appuntamento al buio, però lui è gaio e in verità non si capisce bene su che tipo di chat si erano iscritti questi per un simile disguido, ma non facciamoci troppe domande e iniziano così rocambolesche gag con personaggi stravaganti come un prete che seduce i fedeli durante le confessioni o una cartomante smemorata e così via e intrecci e continui cambi di scena che portano a un finale che non può che accontentare tutti, tra battute, isterismi e pulsioni sessuali e la regia è di Claudio Insegno e è vero che la parte comica prevale su i momenti di riflessione, ma non mi aspettavo di certo Schindler's List.

Roma, Colosseo Nuovo Teatro
Info: 06 7004932 
In scena dal 19 novembre al 21 dicembe
Prezzo 15.00 euro
Share on Google Plus

About Lord79

Se Lord79 non vi piace, sappiate che mi chiamo Emilio.
    Blogger Comment

4 commenti:

  1. Consiglio a tutti di vedere sto spettacolo... Divertente ed ironico! Unica nota stonata... un tizio davanti che con il suo berretto oscurava mezzo palco... Ne sai qualcosa Lord?? ;)


    Simo: (uno dei 7 che avrebbe detto:" ...ma dove cavolo ci hai portato?!"

    RispondiElimina
  2. sì, chi è causa del suo mal pianga se stesso....

    RispondiElimina
  3. ha ragione simo, quel cappellino era proprio stonato! :-PPP

    RispondiElimina
  4. C'era la scena al rallenty? no, perché Claudio Insegno ce la infila sempre nei suoi spettacoli. Pieni di doppisensi e tormentoni televisivi, vorrei aggiungere. Ma magari questo spettacolo, invece, è bello e non sembra di stare a vedere Zelig su Italia1

    RispondiElimina