Mani Fredde


Ho sempre avuto il problema della mani fredde. Ma tipo che d'inverno mi diventano due pezzi di ghiaccio e quando do la mano a qualcuno: - Ammazza, ma che sei morto?! -.
Mia nonna per rassicurarmi, mi diceva - Mani fredde, cuore caldo! - e mi spiegava che il sangue nel mio piccolo corpicino, era tutto concentrato attorno al cuore, perché avevo tanto amore da dare e quindi serviva più sangue lì che nelle dita. Per questo le mie mani erano sempre fredde.
Io rimanevo ad ascoltarla con attenzione, perché mi hanno insegnato che le nonne vanno sempre ascoltate come fossero persone importanti; però, per quanto la sua spiegazione fosse molto poetica, son sempre rimasto convinto che il mio fosse un problema di circolazione.
Con il passare degli anni, la situazione "mani fredde" non è mai migliorata; sono anche andato da cardiologo e però la sua risposta è stata che: - Lei ha il cuore di un toro, non si deve preoccupare! Tutto pompa al posto giusto... - e io infatti non mi preoccupo, però le mie mani continuano ad essere sempre fredde, anche se metto i guanti di lana. Stai a vedere che alla fine aveva ragione mia nonna e le mie mani fredde dipendono proprio dalla voglia di amare.
Che poi... ridendo e scherzando, sono otto anni che sono fidanzato e io ho sempre sostenuto che per noi gay gli anni di fidanzamento funzionano un po' come l'età dei cani, che uno equivale a sette di quelli umani. Il fatto è che di solito i finocchi cambino ragazzo ogni venerdì sera ed effettivamente ho qualche amico che sembra programmato solo per trombare e se non se ne fa almeno tre/quattro a settimana va in depressione e però ho anche molti amici che stanno insieme fin dai dai tempi dei faraoni e insomma; la verità è che il prototipo del gay non esiste e ogni persona è diversa dall'altra e per una volta vorrei raccontare la storia dei gay che si fidanzano e si innamorano proprio come in Grey's Anatomy.

Quando ho visto per la prima volta quello che poi sarebbe diventato il mio ragazzo, non ho sentito nessuno squillo di tromba e non c'è stata nessuna scena di quelle che tutto attorno si blocca e tu che capisci che lui è quello giusto. No, niente di tutto questo e anzi, a me lui all'inizio neanche piaceva, cioè... si, mi piaceva... ma non è che ci avevo pensato chi sa quanto. Ci siamo incontrati un paio di volte. Abbiamo scoperto di stare bene. E poi il resto è successo.
C'è quest'idea che il rapporto di coppia debba essere una cosa sempre piena di emozioni e la passione e il sesso e i viaggi e tutto deve essere sempre fichissimo e se racconti in giro che un venerdì sera sei rimasto a casa a vedere una replica di Friends, allora subito ti chiedono - Ma va tutto bene? State passando un periodo di crisi? -. Ma quale crisi? Oddio, si, cioè, non lo so... siamo forse in crisi?
No, perché poi ti viene anche il dubbio.
Tutti i film raccontano di storie d'amore avventurose e nessuno ti dice che un rapporto di coppia è anche fatica peggio che lavorare in miniera.
Quando conosci una persona è tutta un'esplosione di emozioni e ogni giorno è una scoperta nuova e passeresti ore al telefono solo per sentire la sua voce e poi l'emozione di vedere un sorriso che scoppia sul suo volto e fare l'amore sotto le lenzuola e camminare mano nella mano con le ombre del tramonto che si allungano e il cielo che si colora di arancio e la prima volta che domandi: - Quanto zucchero vuoi nel caffè? - e cavolo se è bello l'innamoramento!
Ti ritrovi a mangiare sul divano una pizza direttamente dal cartone e lo guardi negli occhi e pensi che è questo quello che vuoi: stare insieme a ridere del nulla e pensare che se tra vent'anni sarà ancora così, allora significherà che nulla è cambiato e che l'amore è ancora come quello del primo giorno.
Ma le persone invece cambiano.
La fase della conoscenza finisce e anche nelle coppie più folli subentra l'abitudine e quei piccoli gesti ai quali una volta si dava tanto peso, improvvisamente diventano normali e in breve tempo ti ritrovi seduto su un divano a mangiare la pizza dal cartone con la televisione accesa e la sensazione di non avere più nulla di interessante da raccontare. Ti ritrovi a litigare per stupidaggini e ti sorprendi nel dire cose che non avresti mai pensato e allora urli - Sei cambiato, una volta non eri così! - puntando il dito verso di lui, con la vena sulla fronte che si gonfia e sembra voglia scoppiare.
Vorresti che tutto fosse sempre come il primo giorno, ma cavolo... cambiare è normale. Nessuno è lo stesso del mese scorso o dello scorso anno o di quando ci siamo conosciuti ed è da stupidi pensare di rimanere sempre gli stessi.
Ci hanno insegnato che le favole finiscono con la frase "...e vissero tutti felici e contenti", ma le storie continuano anche dopo l'ultima pagina ed è in quel momento che inizia la parte più difficile.
Con il passare degli anni, ho capito che il vero amore è proprio quello che nasce dopo il "...tutti vissero felici e contenti." ed è quello che sa mutare insieme e che sa affrontare le nuove situazioni e quello che si accorge di quanto siamo cambiati e non conta più come eravamo all'inizio. Non importa come eravamo quando ci siamo conosciuti o quando ti ho detto per la prima volta il mio nome e non conta più quando correvamo spensierati sotto la pioggia o la prima volta mi hai detto che nel caffè vuoi due cucchiaini di zucchero e non conta quando abbiamo attraversato la California a bordo di una mustang e la musica a palla che usciva dallo stereo e un sorriso spensierato stampato sul nostro volto.
La vita è adesso. E va vissuta cambiando e evolvendo di giorno in giorno. Ed è la voglia di continuare a cambiare insieme, che ci farà andare ancora avanti. E se vorrai cambiare con me, tenendomi stretto al tuo fianco, sentirai che le mie mani sono ancora fredde.
Per te.
Share on Google Plus

About Lord79

Se Lord79 non vi piace, sappiate che mi chiamo Emilio.
    Blogger Comment

39 commenti:

  1. Di anni io non ne ho ancora archiviati 6, ma pur sempre 3 e un pò. Io non sono sicuro che siamo noi a cambiare. Più che altro, una volta assestato il rapporto, ci si "allarga" un pochino. E lasci spazio a certi lati del carattere che prima si tenevano a freno. Anche perchè all'inizio si cerca sempre di essere meravigliosi, dare il massimo, dimostrarsi il meglio possibile. Poi inizi a non abbinare più i calzini...
    Io non fantasticavo sulla pizza, ma sulla cucina in generale. E mi vedevo a fare questi pranzi pantagruelici, con noi due a spignattare come pazzi. Ora mi tocca cucinare solo verdure bollite, che, sai, la dieta....
    E magari non ci si rimbambisce più parlando ore e ore e ore (non è il mio caso, minchia quanto parla IP), però scattano altre dinamiche; ci si scambia uno sguardo e già ci si è capiti.

    E poi la notte allunghi un piede, o una mano. E senti che nel letto c'è pure lui (che russa come un cinghiale, ma chi se ne importa)

    Max

    RispondiElimina
  2. Bellissimo post, io pagherei per avere un rapporto come il vostro: che dici posso continuare a sperare?

    A proposito, io ho i piedi sempre gelati (anche in luglio con 40 gradi all'ombra) ... vale lo stesso principio?

    RispondiElimina
  3. beh noi siamo a 9 dallo scorso mese, ma se qualcuno mi chiede come abbiamo fatto io non so rispondere...
    ora sai che faccio? mi salvo il link di questo post e se domani qualcuno mi chiede ancora come abbiamo fatto li mando qui a leggerlo perché io parole simili - anche se ce le ho tutte dentro - non saprei trovarle e se pure le trovassi mi si fermerebbero in gola e non riuscirei a dirle per l'emozione...
    Fabio 

    RispondiElimina
  4. Cavolo: io che pensavo che le mie mani fredde fossero dovute alla circolazione!
    ....cambiare io lo intenderei come maturare: auguroni!
    Carlo

    RispondiElimina
  5. cavolo ma il venerdì sera stesi sul divano in silenzio a guardare la tv (con io che commento ogni singola scena e lui che si lamenta perché non sto zitto durante i suoi telefilm preferiti) è uno dei momenti più belli. e la continua ricerca della posizione ad incastro in cui riusciamo entrambi a vedere la tv, a farci le coccole, e a scaldarci un po'. cioè io che sono il termosifone della coppia scaldo lui che ha freddo.

    insomma, sono 2 anni, ma siamo in piena fase divano. e sono tanto felice. anche se esco meno di prima, vedo gli amici meno di prima, etc... meno di prima. ma quel divano con noi 2 sopra è uno dei posti più belli del mondo.

    RispondiElimina
  6. Ho festeggiato da qualche giorno il 12esimo anno di fidanzamento, però io sono etero, quindi che dici, per me è scontato un rapporto così lungo?
    Eppure anche gli altri amici etero sono sempre stupiti da tale resistenza.
    Clà, che segue sempre ma non commenta da un po'.
    Ciao ciao
    :-)

    RispondiElimina
  7. ti invidio e ti ammiro

    IoBalloDaSolo

    RispondiElimina
  8. sarà che la barba ti fa sembrare uno scorbutico.. ma in realtà da come parli sei dolcissimo. mi succedono un'infinità di situazioni simili.. le coccole, passeggiare sotto la luna, rincorrersi in spiaggia, fare cavallino, bacini sul collo, la sua testa sulla mia spalla al cinema.. eppure è il mio migliore amico etero.. che strana la vita. lui sta con una ragazza da sei anni ma non fa che parlarmene male, i tuoi stessi gesti li fa anche con lei credo ma ormai è solo routine. con me splende di luce propria. mi fa il solletico, mi abbraccia e mi chiede qual'è il segreto della mia forza, come mai isono così fermo nelle decisioni, come ho fatto a dichairarmi ecc.. e tra una mezza parola e l'altra.. sono costretto a farlo staccare.. non ha senso continuare a corrergli dietro.. non in questo contesto, non se prima non si accetta. ammetto che è ora è decisamente più aperto. tutto è nato dal fatto che gli hos critto su fb che era bello. all'inizio l'ho incuriosito per la mia sfrontatezza (ho pure chiesto al mio tutor di oculistica se usciva con me.....) poi già dalla prima uscita è come se ci fossimo conosciuti da sempre. parleremmo ore l'uno con l'altro.. eppure..
    va beh non pensiamoci più! questo natale lo passerò da single, per mia personale decisione.. speriamo di rimettere a psoto le idee e di partire carico per l'anno nuovo!

    ps. tanti tanti auguri a te e al tuo ragazzo! giocate, stuzzicatevi, bisticciate e fate pace! scacciate la noia come se fosse la peste! Se tutto questo vi viene ancora naturale senza forzare le cose.. allora vedrai che durerete ancora a lungo!

    eFY

    RispondiElimina
  9. Io ho scelto  di non amare perche' l'amore fa soffrire.

    daniele

    RispondiElimina
  10. Punto primo, mi si è sciolto il cuore con la frase della nonnalord, ho ancora gli occhioni alla Bambi.

    Punto secondo: è una lettera magnifica, beato il Sir :)

    Punto terzo: ora so perchè non mollo più due sberle a mio marito quando fa le puzzette :) e lui ha comunque il coraggio di urlarmi dietro quando gli rutto al telefono hehehe

    Matt



    RispondiElimina
  11. No vabbè, ormai lo fai apposta. Mi sa che anche stasera prima di uscire mi stampo il tuo post così lo consegno al diretto interessato e non mi ingarbuglio con le parole. Invidio Sir con tutto il cuore.

    RispondiElimina
  12.  insomma se io fossi nel sir nn sarei tanto contento...perchè alla fine dei conti....da questa lettera sembra esserci un FORSE...che può diventare ancora amore...oppure..un " ciao è stato bello"...ma lo scopriremo solo vivendo

    RispondiElimina
  13. uau che post :) bellissime parole, davvero. un bacione
    Luca

    RispondiElimina
  14.  io son stato fidanzato 5 anni...fedele..sincero , finche un  giorno casualità vuole incontro un ragazzo che mi colpì parecchio , non so perchè eppure stavo bene cn il mio lui. Non so se vi è mai successo...ma anche se è passato molto tempo...non riuscivo a togliermi dalla testa quest altro...ovunque andavo lo vedevo...mi bloccavo...come un adolescente stupido...aspettavo che mi parlasse ma il nulla..un pazzo!!!! Alla fine son dovuto arrivare ad una decisione o metter da parte i 5 anni o prendere una nuova via che nn conoscevo ma che non riuscivo a evitare.....a volte il destino è strano...

    RispondiElimina
  15.  QUESTO POST è COME UN BICCHIERE D'ACQUA...PUò ESSERE SIA MEZZO PIENO...CHE MEZZO VUOTO...

    JESSI

    RispondiElimina
  16. Il post è davvero bellissimo, peccato che più lo leggo più mi sento solo!Comunque sono davvero felice per voi!

    P.s. Ma tua nonna si chiama Ilde? No perchè se così fosse, vuol dire che è la stessa, visto che mi diceva esattamente le stesse cose dato che ho le mani ghiacciate anche a Luglio e chi mi conosce  si avvicina solo per trovare un po' di refrigerio dalla calura estiva!

    Gentucco Grovacca

    RispondiElimina
  17. l'ho letto tre volte...
    che bello sapere che può esserci un futuro così...
    anche alla mia storia, iniziata un anno e mezzo fa
    auguri
    eug414

    RispondiElimina
  18.  Da come lo capisci se stai ancora insieme al tuo ragazzo per amore o per monotonia...pigrizia..abitudine..?  scusa la domanda ma son un single ignorante in tema di coppie durature...

    single

    RispondiElimina
  19.  perchè non fai un post sulle tentazioni avute in questi anni di fedeltà amorosa ( spero per il tuo boy)..ahahah sarebbe troppo divertente....

    jessi

    RispondiElimina
  20. Bello. Che invidia. Vorrei che anche a me si rinfrescasse almeno un polpastrello, magari prima del rigor mortis :(

    RispondiElimina
  21. Grazie a tutti, questa volta solo qualche risposta che siete in troppi:

    jessi:
    Non sai quanto è complicato mettere in piazz ai sentimenti... certe cose è meglio lasciarle nella vita reale...

    single:
    Perché la forza dell'abitudine è come la Pritt... ci puoi attaccare due fogli di carta tra loro, ma niente di più. Per tenere insieme due persone in un certo modo, serve il super attak, se usi altre colle, prima o poi si staccano.

    Gentucco Grovacca:
    Mia nonna si chiama Paolina, ma forse è coetanea di tua nonna...

    utente anonimo #18:
    Non ti chiedo come è andata a finire, spero solo non ti sia mai pentito di quella scelta, e comunque ti dico che una cosa analoga è successa al mio fidanzato. Lui alla fine ha scelto me.

    utente anonimo #16:
    Bhé, il forse è alla base di ogni rapporto, finiscono i matrimoni, si son lasciati per giunta Albano e Romina, potrebbe finire anche tra me e il Sir. Il messaggio del racconto è proprio il vivere giorno per giorno, senza pensare al passato e tanto meno al futuro. La vita è oggi.

    daniele:
    Non ti conosco, non so che tipo sei e che tipo di vita fai, ma ti dico che la tua motivazione mi pare una cazzata.

    eFY:
    Ci tengo alla mia facciata da scorbutico, potresti continuare ad immaginarmi in questo modo? E proprio perché sono scorbutico ti dico che il tuo amico etero secondo me tanto etero non è, e faresti bene a cambiare attegiamneto con lui, perché non puoi essere l'amicichetta del cuore se poi sotto sotto ti sogni di stare sotto le lenzuola con lui. E magari dovresti anche chiedergli che cazzo ci sta a fare con una ragazza di cui parla male e poi ti sporgi e gli dai un bacio. Poi dimmi come va a finire però...

    Clà:
    Direi che dodici anni meritano un applauso a prescindere...

    RispondiElimina
  22. Trovo quello che hai scritto molto vero... MA. Ma se il sesso "non va" più? Se perde di frequenza, qualità, inventiva? Basta tutto il resto a valorizzare la fatica? è questo che a volte mi chiedo, dopo un anno... perdona l'anonimato.

    RispondiElimina
  23. Questione di punti di vista.

    daniele

    RispondiElimina
  24. Che bella lettera d'amore... davvero, mi ha colpito tanto

    RispondiElimina
  25. Gipris:
    ...ma non è mica una lettera d'amore.
    E' solo una constatazione di quello che succede in un rapporto di coppia...

    daniele:
    Si, punti di vista, però dal ragionamento tuo mi samebra come se dicessi: "Non esco mai di casa perché ho paura di essere investito..."

    utente anonimo  #28:
    Se il sesso non va più... mi dispiace, ma significa che c'è qualche problema al di là di quello che accade sotto le lenzuola. Il sesso secondo me è lo specchio del rapporto, non si può stare insieme e guardarsi solo negli occhi... quello significa essere amici.

    Roccia:
    Vabbé, ora che ogni volta scrivo cose interessanti, lo prendo come una complimento, ma sappiamo entrambi che non è vero...

    RispondiElimina
  26. Potrebbe sembrare cosi' pero' non è cosi'.
    Cmq ha risposto la mia parte strong.


    daniele

    RispondiElimina
  27. daniele:
    Si, ma comunque in definitiva son cavoli tuoi.. per me guarda, puoi fidanzarti pure con la tua gatta... dicevo solo la mia.

    RispondiElimina
  28. Sei anni son tanti, wow! Ma poi se due sono abituati a stare bene assieme, ad amarsi, fidarsi, e anche a divertirsi e sorprendersi reciprocamente, allora l'abitudine è bella, perché non si annoiano mai.

    Sui rapporti che cambiano dico che io e il fidans eravamo migliori amici (affettuosi tipo Efy e amico 'etero') poi lentamente è cambiato, provavamo e desideravamo qualcosa di diverso, di più, a un certo punto abbiamo capito. A capodanno è il terzo anniversario ;)

    Chris

    RispondiElimina
  29. uh.. no! non ho voglia di addentrarmi in questa faccenda! ormai il piacere della conquista è svanito. sono un ragazzo piuttosto contorto.. forse volevo solo ottenerlo.. ma fondamentalmente nonostante sia molto carino.. ora ho capito che non è il mio genere.. lui è più un rosa confetto.. a me piace più il monellaccio! ehehe che ne so.. uno tipo Mark Selling! il fatto è che è palesemente omosessuale. lo contattai su facebook (noto sito pollaio del XXI secolo) dicendogli che era carino.. da lì si è passati all'amicizia su fb, msn, telefono e dopo qualche mese uscita (perchè nel frattempo mi ero messo con un altro.. e poi dopo 3 mesi l'ho mollato). anzi uscite.. fatto sta che non si può correre dietro ad uno x sempre. il primo mese ci siamo praticamente visti ogni giorno e alla ragazza non diceva che usciva con me ma bugie su bugie. poi ho visto che ha solo amici gay che ci provano spudoratamente con lui.. empatia ai massimi livelli.. lo baciavo sul collo e rimaneva.. si faceva un passo avanti e due indietro.. un senso di colpa infinito.. fondamentalmente è un narcisista estremo.. ho cominciato a pensare che avesse il bisogno di sentirsi corteggiato. ho preso e gli ho detto che dovevamo vederci di meno.. che cmq mi piaceva e che non potevo andare avanti così. ha accettato per forza e ora ci vediamo 1vv a settimana. sto bene con lui e finalmente sono sereno di averlo solo come amico! ma niente di più ormai. forse non ero così preso! e sorpattutto non lotto contro i mulini a vento se questi sono addirittura di acciaio. quando sarà onesto con se stesso lo aiuterò ovviamente dopotutto gli voglio bene.. ma io le mani gliele ho tese.. non posso fare tutto io con la scusa che lui è un represso! è un pò come nascere.. chi vuole veramente vivere lotta. homo faber eius fortunae! io intanto me ne faccio altri.. e lui si aggancia! lol

    ps. lord sto abusando del tuo blog! :(

    efy

    RispondiElimina
  30. anch'io dicevo la mia, peace!

    daniele

    RispondiElimina
  31. la dolcezza di questo post è stata sviscerata e sezionata in ogni dettaglio, quindi non ci torno su, per l'ennesima volta, pure io.. sospiro e ringrazio(forse non sono ancora del tutto in fase divano).
    piuttosto, com'è 'sorella, mio unico amore'? penso che mi potrei fidare di una tua recensione (della oates ho letto 'tu non mi conosci' e 'la madre che mi manca'.. e non credo che non mi fermerò qui, m'ispira proprio)
    ciao :-)

    RispondiElimina
  32.  AAAAAAAAAAH dimenticavo, il telefilm QUEER AS FOLK è fantastico!!! Come dimenticare quelle interminabili serate in cui i protagonisti vanno in giro a cercare un partener nei vari locali? Vera sensibilità gay.

    Mpulz

    RispondiElimina
  33. Da molto non leggo un post bello così. Mi ha congelato le mani ma esplode il cuore.

    RispondiElimina
  34. Lord e Sir a parte, un post che cita la nonna, vince in partenza! A quando la tua biografia ufficiale sui tuoi primi 30 anni? Così magari ci racconti com'è andata quella volta a Parigi (ammesso che non l'abbia già fatto e che non me lo sia perso!)

    Mone

    RispondiElimina
  35. Aldilá del bel post... Ho un quesito da farti (che magari sará d'ispirazione per i prossimi).

    Ho sempre avuto uno scontro con i miei amici etero, perché loro mi invidiano l'esser gay come la possibilitá di poter andare a letto con chiunque. Pur essendo fidanzato.

    Io ho la mia opinione.
    Vorrei sentire la tua!

    Ti leggo da poco, ma assiduamente.

    Un saluto

    RispondiElimina
  36. maurizio (chazak)26 agosto 2014 09:41

    Continua il mio processo di lettura dei tuoi vecchi post. Bello questo (e anche quello della visita militare. Mi ha ricordato la mia. Stesso imbarazzo).
    Penso che dovresti raccoglierli (i post) e farteli pubblicare, anche se adesso i libri non li legge più nessuno. Ma vuoi mettere leggere i pensieri di un altro in un bel libro rilegato invece che su internet?
    Comunque, il tuo ragazzo è molto fortunato ad essere depositario del riscaldamento delle tue mani in inverno. Mi auguro che sappia di esserlo... Ciao

    RispondiElimina