Britney Spears vs Lady Gaga

E' di qualche settimana fa, la notizia che vede Lady Gaga come artista più influente dell'anno secondo la celebre rivista Time e nulla da ridire dato che la signorina Germanotta appare ogni giorno in una parte diversa del mondo neanche fosse Padre Pio. Eppure io cosa significhi essere l'artista più influente del mondo, mica lo ho capito tanto bene.
Si, perché il dizionario, mi spiega che "essere influente" significa avere la capacità di condizionare le persone e se proprio vogliamo fare i pignoli, Lady Gaga non è che si sia mai messa a dire o fare cose che possano essere in qualche modo emulate. Intendiamoci, lei sale sul palco conciata come un quadro di Picasso e canta la sua bella canzone e poi torna nei camerini a struccarsi e fine. Non so, forse sono io che pretendo troppo da questi artisti, ma Lady Gaga mi pare veramente influente come una replica di Milagros alle due di notte. Ok, è vero che in rete girano milioni di video e diverse interpretazioni dei suoi brani e parodie e chi più ne ha più ne metta; ma ha forse inventato un nuovo genere musicale che mi è sfuggito o si è forse inventata qualcosa di nuovo e io non me ne sono accorto?
Facciamo un passo in dietro.
Da quando in rete è comparsa la versione demo di Telephone cantata da Britney Spears, ecco che è iniziato il chiacchiericcio di quelli che sostengono che Britney si è lasciata sfuggire un pezzo da novanta e quelli che dicono che questo brano l'avrebbe finalmente rilanciata nell'Olimpo del pop e quelli che dicono che Britney è una poraccia e Gaga è Dio.
Poi esce sulla celebre rivista Rolling Stone, quest'articolo che afferma che tutte le canzoni pop più di successo di quest'ultimo periodo, in realtà puntano il dito verso un'unica direzione: Blackout.
Blackout è stato il quinto album di Britney Spears.
Con questo lavoro inciso nel 2007, Britney ha cambiato le regole del pop, fondendolo con nuove sonorità elettroniche e facendo da apripista a queste nuove generazioni e se vogliamo dirla in maniera più sempliciotta, potremmo dire che tre anni fa l'elettronica ha esordito nel mondo pop grazie ad un'ignara Britney Spears che troppo stordita dai farmaci, non si è resa neanche conto di stare davanti ad un microfono e i produttori disperati, hanno dovuto distorcere la sua voce elettronicamente perché Britney non riusciva a mettere due parole di fila senza sbavare e è così che è nato l'elektropop e Britney ha cantato senza capire nulla come se stesse recitando delle formule matematiche e adesso però tutti hanno compreso e svelato quelle formule e nelle radio è un impazzare di elektropop e la stessa Lady Gaga che tre anni prima aveva scritto per Britney Spears, adesso non sa fare altro che rispolverare quelle melodie vincenti e riproporle nel suo album impacchettato ad arte.
Il famigerato Rolling Stone adesso decreta che Blackout di Britney Spears, è stato un lavoro estremamente sottovalutato e addirittura lo inserisce tra gli album più influenti degli ultimi 5 anni e ecco, in questo caso la parola influente è utilizzata in modo corretto, perché effettivamente altri cantanti hanno preso spunto e si sono ispirati a Blackout.
Tant'è, le influenze elektropop oggi impazzano più che mai e però sul Time appare il nome di Lady Gaga come artista più influente dell'anno anche se in definitiva lei non ha inventato nulla e continua solo a comparire sul palco conciata peggio di Christina Aguilera nel suo periodo Dirrty e questo non sarà il problema più importante del momento, ma io credo che Britney Spears probabilmente non sa fare nulla, ma quel nulla lo fa molto meglio degli altri.
Share on Google Plus

About Lord79

Se Lord79 non vi piace, sappiate che mi chiamo Emilio.
    Blogger Comment

12 commenti:

  1. Ma nessuno si ricorda American Life di Madonna? Die Another Day o I'm so stupid non sono elektropop? Vi ricordo che correva l'anno 2003...

    RispondiElimina
  2. utente anonimo12 maggio 2010 11:01

    Sull'essere influente mi sa che sopravvaluti gli adolescenti. Quelli eleggono a messia ogni anno una starlet nuova, e per 365 giorni farebbero di tutto per la loro idola.

    Max (che sta facendo il finto tonto, e ignora un certo fidanzto che vorrebbe portarlo al concerto) 

    RispondiElimina
  3. Beh, qui rischiamo di intavolare una discussione senza fine.
    Io credo che nè l'una e nè l'altra siano delle pioniere di niente.
    La sperimentazione musicale è già stata fatta tanti anni fa, la vera abilità è nel riuscire a ripescare vecchie idee, spolverarle e riproporle.
    Lo ho sempre fatto Madonna, lo sta facendo Lady Gaga e lo ha fatto pure la Britney.
    L'album Blackout comunque è davvero ben fatto, ha avuto ottime intuizioni ed ha arrangiamenti che hanno ispirato altre 6500 canzoni.

    ps
    Se parliamo di ispiratori, tu conosci i Kraftwerk?

    Ascolta l'inizio di TransEuropaExpress e poi ascolta l'inizio di Music di Madonna... tanto per dirne una :)

    RispondiElimina
  4. larvotto:
    Si, si, di queste cose se ne potrebbe stare a parlare per ore lo s.
    Le mie erano solo riflessioni sparse e concordo sul fatto che nessuno è più pioniere di nulla però ecco, volevo sottolineare questa piccola rivincita di Britney e del "suo" lavoro che a me era piaciuto, ma che i più lo avevano snobbato perché lei è Britney la pazza e con questo però, non vorrei sembrare uno di quei fan impazziti che osannano il proprio beniamino per partito preso. A me la povera Britt è sempre stata simpatica e mi dispiace che fama, successo, soldi e chi più ne ha più ne metta, l'abbiano ridotta in quel modo. Ecco tutto.
    Le case discografiche fanno il loro lavoro, sfornano artisti come fossero ciambelle e è giusto che portino sul palmo di mano la loro ultima creazione, ma mi scoccia questo schiacciare tutto quello che c'è stato prima di loro. Gaga è brava, sa vendere, ma questo suo essere così al di sopra di tutti, mi a un po' stancato.
    I Kraftwerk non li conosco, ma non mi stupisco che Madonna abbia scopiazzato a destra e a manca... lei è un'altra intoccabile che mi ha stufato già da tempo.

    Max :
    No, il concerto di Lady Gaga mi pare veramente eccessivo dato che ormai ho superato i 30.

    zagial:
    Mettere due canzoncine buttate lì in un'album, quello non significa essere avanti o essere precursori. Quello è solo provarle un po' tutte e comunque non credo che Britney (o chi per lei) si sia inventata nulla, per carità, le distorsioni computerizzate le fanno dagli anni ottanta, però Blackout è forse il primo album pop che verte tutto in una direzione precisa e poi io non è che sono il direttore del Rolling Stone, io sono solo un simpatico ragazzo che ascolta la musica, quindi perdonatemi se dico cagate.

    RispondiElimina
  5. Senza contare che la voce distorta appare anche in Cher di qualche anno fa (oddio, ormai 12 anni fa), Believe.

    Che poi che te lo dico a fare a te, che l'hai vista pure dal vivo :) e io di musica sono fermo all'a b c! :D

    Matt


    RispondiElimina
  6. Io credo che la potenza dirompente di GaGa sia nell'insieme di ciò che essa rappresenta, ne solo nella musica, ne solo nel look, ne solo nei video.
    E' un qualcosa più assimilabile a una "filosofia del personaggio".
    E dato che io ricordo benissimo gli anni dal 84 a seguire quando miss Ciccone fece la sua comparsa, noto delle forti similitudini tra la capacità di entrambe di creare un'entita che travalichi la musica e diventi UNICA.
    cmq io ho 37 anni e il concerto di Lady GaGa a Milano lo vado a vedere.

    RispondiElimina

  7. @zagial: Mirwais Ahmadzai si è ispirato all'arrangiamento di quella canzone.
    La crescita dei sintetizzatori è la stessa, il colpo di basso è uguale ed il ritmo "stile treno" nella canzone di madonna lo fanno i closed hat.
    Nella versione dal vivo poi la citazione è ancora più evidente.

    Quella dei kraftferk è, come nel loro stile, nuda. Mirwais ha semplicemente preso (molta) ispirazione da quel pezzo e l'ha messo sotto ad una bellissima canzone :)

    RispondiElimina

  8. @Lord: sono assolutamente daccordo con te, il mercato musicale mastica i suoi figli e poi li sputa come fossero gomme senza più sapore.

    RispondiElimina
  9. AtenaGlaukopis:
    La differenza sta nel fatto che Britney è stata catapultata nello show business a soli 16 anni. Ti voglio vedere a te a sedici anni ad essere la regina del pop, che cavolo! Lady Gaga è più furba solo perché più matura...

    larvotto:
    Direi che l'esempio della gomma è piuttosto chiaro...

    MissPulceLove:
    Io ho la suoneria di Just Dance... però ora che ci penso tengo sempre sulla vibrazione perché mi urta sentire tutto quel trambusto quando squilla.

    zagial:
    Nulla si crea e nulla si distrugge, diceva qualcuno più intelligente di me...

    RispondiElimina
  10. Ovviamente Lady Gaga è più fortunata perchè è stata infilata nel tritacarne quando era un po' più solida e matura della Brinnispirsi. Che finora però non ha poi dato grandissimi segni di brillantezza, acume o intelligenza nelle interviste nè nelle scelte artistiche. Deve solo ringraziare un buon management che l'ha rimessa a nuovo.

    RispondiElimina
  11. La differenza, per me, è in una sola cosa: l'appeal. Brit brit credo lo abbia dimenticato nel fondo di qualche bottiglia di Jack dopo averci fatto un bel veliero!

    RispondiElimina
  12. Lady Gaga ti sta proprio sul cazzo :D

    RispondiElimina