M.I.A. Born Free

Oggi esce ufficialmente l'album di M.I.A. intitolato /\/\ /\ Y /\.
Ecco, a me M.I.A. piace molto, ma mi rendo conto che non ha un sound troppo popolare.
L'ho scoperta per caso ascoltando un suo brano in un negozio di L.A. ed è stato amore al primo ascolto e forse qui da noi non è così conosciuta perché in fin dei conti lei è un artista un po' di nicchia, di quelle che è sempre impegnata nelle cause dei diritti civili e fa musica electro-hop e poi per capire il personaggio, basta pensare all'acronimo del suo nome che sta per Missing In Action che sarebbe il termine usato dall'esercito per indicare le persone disperse durante le azioni di guerra.
Il video Born Free, che in verità gira in rete già da un paio di mesi, è il primo singolo estratto dal suo nuovo album di studio (il terzo) e esce nei negozi proprio oggi e io non vedo l'ora di trovare qui a Miami un negozietto di dischi per comprare la mia copia del cd. Che poi questo Born Free, ci dimostra come un semplice videoclip, possa trasformarsi in un vero e proprio cortometraggio e i suoi nove minuti sono interamente utilizzati per lanciare un importante messaggio (e non semplici belle coreografie e lattine di CocaCola al posto dei bigodini...). L'intento del videoclip è chiaramente politico e contiene al suo interno scene piuttosto forti tanto che è stato oscurato da youtube. Ovviamente potremmo stare a discutere ore sulla necessità di inserire scene così esageratamente violente, ma è ovvio che il tutto è stato confezionato ad arte per colpire e far parlare di se e per una volta la politica degli eccessi, non mira all'auto-celebrazione, ma è utilizzata per riflettere sul tema della guerra e dell'odio razziale.
Insomma, M.I.A. non ha intenzione di finire nel dimenticatoio e con questo video riesce in pieno a smuovere le acque e far parlare (bene) di sé.


Attenzione! Il video contiene immagini di violenza e di nudo. La visione è sconsigliata a persone particolarmente sensibili o minori.

Share on Google Plus

About Lord79

Se Lord79 non vi piace, sappiate che mi chiamo Emilio.
    Blogger Comment

7 commenti:

  1. utente anonimo13 luglio 2010 10:41

    Io mi auguro che splinder abbia un ingegnoso sistema e tu possa programmare quando pubblicare i post.

    Altrimenti mi sa che a Miami son già arrivati i cicloni....

    Max

    RispondiElimina
  2. In genere tutti i blog hanno un sistema per programmare i post, Max. ma conoscendo la blog addiction di Lord non sono così sicuro che fosse programmato... :))

    RispondiElimina
  3. Ci sono due pezzi che mi piacciono molto.
    "XXXO" (dovrebbe anche essere il nuovo singolo ufficiale) e "Tell Me Why".
    Tutto il resto è molto sperimental/alternativo. Ho bisogno di concentrazione.

    E "Paper Planes" era un capolavoro.

    Buona Miami.

    VH

    RispondiElimina
  4. utente anonimo14 luglio 2010 01:24

    Scrivere i post del blog da Miami.... Bella la vita......

    RispondiElimina
  5. Azz... è davvero molto violento sto video.....!! ...ma le scene di nudo quali sarebbero? quelle del grassone? :S ...manco son riuscito a vederglielo! :D eheh... ma hai scritto il post da miami? :) Wow ... potenza degli internet point? :D .... ps: finalmente ho visto eclipse e ho potuto commentare il tuo post... concordo! :) kiss IMSOGUY

    RispondiElimina
  6. ragazzi,scrivo da un ipad dall apple store di miami. qui tutto una favola e comunque il post lo avevo scritto e programmato da roma, voglio dire... sto a miami, mica ho temo da perdere co ste cazzate, pero oggi piove e quindi shopping. un saluto a tutti e ci rivrdiamo tra qualche giorno... voi intanto fate i bravi che quando torno ho un milione di foto da farvi vedere... ciaoooo dal loorddd

    RispondiElimina
  7. Aspettiamo le foto allora! :) Lo sai che sono un grande appassionato di foto :D :D IMSOGUY

    RispondiElimina