iPhone mania


L'altra sera ero con dei miei amici e stavamo parlando e ridendo allegramente e ad un certo punto mi son guardato attorno e mi sono accorto che stavano tutti con l'iPhone in mano a controllare non so cosa.
Figuriamoci che io ho un Motorola V3. Quello piatto che si apre a libretto e è talmente vecchio che la vernice agli angoli è consumata e
la fotocamera non funziona e se lo chiudo con troppa energia, si spegne e si riaccende tutto da solo. In verità non è neanche mio, ma me lo ha prestato il mio ragazzo ché lui ormai ha l'iPhone. Il fatto è, che a me del cellulare proprio non interessa nulla. Per me basta che risponda quando mi chiamano e che sia in grado di mandare gli sms che poi per quanti ne mando io che mi fa fatica scrivere...
Detta tra noi: che sul telefono ci sia l'applicazione quella del gatto che ripete tutto quello che dici o della birra che si muove sul monitor come fosse all'interno di un bicchiere, sinceramente proprio non frega nulla. Eppure vedo i miei amici tutti completamente impazziti per questo iPhone e le sue applicazioni sempre più pazze e sempre più inutili e loro appena hanno un minuto libero, subito sono lì che controllano le e-mail o che aprono FaceBook e quando gli parli devi mangiarti le parole peggio di Milly Carlucci che se fai delle pause troppo lunghe, loro subito prendono il telefono e aprono Grindr per controllare se gli ha scritto qualcuno. Se ti stai chiedendo cosa sia questo Grindr, probabilmente è perché sei etero e allora sei giustificato; ma se sei finocchio e non sai cos'è Grindr, allora vuol dire che vivi su su Urano, perché tutte le checche con un iPhone possiedono Grindr e praticamente è una specie di chat superfinocchia, dove però le persone appaiono in base a quanto ti sono vicine o lontane e praticamente mentire è diventato impossibile ché con questo sistema sai sempre dove sono i tuoi amici.
"Luigi è andato al mare oggi...", dice il mio ragazzo.
"Ah sì? E che ne sai?" rispondo io ingenuo.
"Grindr mi dice che sta a 30 km di distanza...!".

Ammetto che in più di un'occasione, la connessione dell'iPhone è stata una salvezza, come quando dovevamo cercare quel ristorante di cui non ricordavamo la via o come quando ci siamo messi a vedere se c'erano film interessanti da vedere al cinema e avere Google sempre a portata di mano, può avere i suoi vantaggi.
Però ormai non si può più finire una frase con "...bho, non lo so, non mi ricordo..." che subito spunta qualche iPhone munito che fa una ricerca si Wikipedia.
Situazione tipo:
"Hai visto quel film dove la Streep ha vinto l'Oscar che bello che era? Oddio, ora mi sfugge il nome... si chiama... si chiama..."
E l'iPhone munito al tuo fianco tira fuori dalla tasca il suo gioiellino e interviene dicendo: "...La Scelta di Sophie, del 1982, diretto da Alan J. Pakula... oppure ti rifersci al film dove vinse l'Oscar come non protagonista nel 1979 per Kramer contro Kramer? Sapevi poi che Meryl Streep detiene il record di nomination al Premio Oscar...? Ben sedici! E' nata a Summit il 22 giugno 1949 e il suo nome completo è Mary Louise Streep...".
Cioè, capite bene che in questo modo non si vive più e ogni minima discussione e confronto, perde di significato. Addirittura l'altra volta un amico stava controllando su Wikipedia se le risposte del Trivial erano corrette.
C'è poi quell'applicazione, Shazam si chiama, che gli fai sentire una canzone e lui immediatamente ti dice l'autore e l'album e il titolo della canzone e non chiedetemi come fa che io ancora non lo ho capito, però se stai in macchina e alla radio passano un vecchio pezzo che ti piace tanto e non ti ricordi il nome, bhè, basta prendere l'iPhone, cliccare su Shazam e lui ti darà tutte le risposte che cerchi in meno di 40 secondi. Per me è stregoneria pura.

Tutti con quest'iPhone in mano ad attivare applicazioni con un semplice sfioro. Se li guardi bene, sembrano bambini intenti ad accarezzando il dorso di un gattino che fa le fusa.
Già sento le voci degli iPhone dipendenti che dicono a denti stretti "Parla così solo perché vorrebbe un iPhone e invece ha un vecchio e scassato Motorola V3!", ma a me questa smania di poter accedere in qualsiasi momento ad internet un po' spaventa. Non eravamo forse più liberi quando non avevamo scelte? Eppure essere online in qualsiasi momento, anche quando si sta andando a buttare la spazzatura ai secchioni giù in fondo al marciapiede, è un sogno ormai divenuto realtà e probabilmente il nodo della questione è come per tutte le cose l'autoregolazione. Imparare a fare un giusto utilizzo delle cose. Sappiamo tutti che giocherellare con l'iPhone a tavola è da maleducati, come sappiamo che è da malati di mente controllare ogni sette minuti la pagina di FaceBook o lo status di Grindr. Eppure come spesso accade, auto regolarsi è la sfida più difficile e probabilmente se avessero scritto la Bibbia nella nostra epoca, Eva non avrebbe colto la mela dall'albero, ma avrebbe preso l'iPhone e sarebbe andata a controllare chi l'ha taggata su FaceBook. 
E comunque, l'iPhone non è solo internet, non sminuiamo questo piccolo gioiello di tecnologia perché nell'iPhone ci puoi mettere quello che ti pare e vi dico solo che l'altra sera il mio ragazzo parlava delle vacanze con un amico e ad un certo punto ha tirato fuori l'iPhone e gli ha fatto vedere le 300 fotografie che avevamo fatto a Miami e che lui aveva prontamente caricato sul telefono. C'era questo poveretto che secondo me ha rimpianto i vecchi tempi in cui la cosa più tecnologica che offriva un telefono, erano le cover intercambiabili del Nokia 3210.
Share on Google Plus

About Lord79

Se Lord79 non vi piace, sappiate che mi chiamo Emilio.
    Blogger Comment

17 commenti:

  1. utente anonimo25 agosto 2010 10:54

    Io attendo ancora qualche settimana, mi faccio le ferie, vedo quanto spendo, e poi sarò pronto anche io a cadere nella rete della apple.

    ma effettivamente, un tempo gli amici ti dicevano "vieni da me, che ti faccio vedere le foto (o le diapositive.....vomito.....) delle vacanze". E io declinavo in continuazione, praticamente fino a che pure loro si dimenticavano di averle fatte, le vacanze. Ora invece non ci sono cazzi. C'è la visione coatta istantanea.

    Max

    RispondiElimina

  2. Sempre tagliente, ironico, intelligente... leggere i tuoi post mi fa  morire dal ridere, ma anche un pò avvilire perchè purtroppo molto veritieri. 

    La tecnologia va bene e aiuta, ma diventare completamente dipendenti, maniaci,  forse è eccessivo. Io sono andato in vacanza senza intenet ne gadgets, i primi giorni sembrava che mi mancasse qualcosa, poi mi sono reso conto la vita vera non scorre in rete. Neanche fossimo tutti il presidente degli Stati Uniti... ma chi ci scrive continuamente e-mail??


      

    RispondiElimina
  3. utente anonimo25 agosto 2010 12:23

    Io ne faccio volentieri a meno. Anch'io ho un motorola, l'edizione ferrari e mi va bene cosi'. Lo uso solo per fare e ricevere telefonate. Il telefonino deve servire a quello. Quando sono in vacanza, cerco di non connettermi, altrimenti internet diventa una schiavitu'. Se proprio devo farlo, uso un internet point ma posso resistere una settimana senza internet,
    Tra l'altro, con l'utilizzo continuato di tutte quelle applicazioni, la batteria non dovrebbe durare molto, ma sicuramente meno di un cell normale utlizzato solo per le telefonate in entrata e uscita.

    daniele

    RispondiElimina
  4. utente anonimo25 agosto 2010 12:25

    Tra l'altro quando l'accendo si sente il rumore della ferrrari e la gente pensa che ci sia il gran premio. hihiih

    daniele

    RispondiElimina
  5. Anche io con un vecchio Motorala.
    E' che l'Iphone vorrei comprarlo ma poi dico sembre aspettiamo qualche mese ed esce la versione aggiornata, aspetto, esce la nuova versione, ed ecco che ricomincia il loop.
    Forse dovrei lasciare il mio Motorola sul binario del TGV per convincermi?

    RispondiElimina

  6. anche io ho un V3 vecchissimo non mio. è di mio fratello.
    ma giro anche con un nokia E65, sempre non mio. è del mio ragazzo che me lo ha prestato.

    però ora il vecchio motorola giace parcheggiato in camera: il mio ragazzo ha preso l'iPhone 4, quindi il suo vecchio 3G avanzava... ed è meraviglioso!!!

    RispondiElimina
  7. Dunque dunque, la metà di quello che hai scritto mi è ignota! A malapena so cos'è l'iPhone... Non parliamo di applicazioni! Per me le uniche applicazioni esistenti sono gli impacchi di camomilla sugli occhi quando si ha la congiuntivite! Ma cos'è questo Grindr?!? Deve essere spaventoso! (Sì, faccio parte di quel gruppo, ormai piccolo mi pare di capire, di culandre che non si è ancora tecnologizzato)... No no... io e il mio nokia-non-so-il-modello-ma-basti-sapere-che-l'ho-pagato-39-euro stiamo benissimo così! Ciaoooo...

    RispondiElimina
  8. utente anonimo25 agosto 2010 21:13

    Io non voglio usare l'iphone come un telefono normale voglio usare solo un telefono normale!hihihih
    Nella foto ti mancano solo gli artigli e sembri wolverine


    daniele

    RispondiElimina
  9. utente anonimo26 agosto 2010 01:28

    se non ti piace o non vuoi usarlo basta che non lo compri e vivi sereno. Tu ignoralo, che lui ignorerà te. Sembra quasi che l'iPhone lo faccia per dispetto. Eppure quando si tratta di costumi aussieboom o magliette Abercrombie tutta questa critica moralistica non c'è...

    RispondiElimina
  10. E si è cancellato un pezzo del commento:
    ovviamente entrambi hanno alzato al massimo il volume degli Iphone e noi ridevamo come dei pazzi e la gente attorno continuava a guardarci cercando di capire che filmaccio porno si stessero guardando quel gruppo di cafoni :(

    Matt

    RispondiElimina
  11. Sei sempre troppo forte! e ancora una volta sono in sintonia con le tue considerazioni.... io comunque sono unpo' più estrema e considero una gran cafonata isolarsi con qualsiasi telefonino per conversazioni o pippe facebokiane solitarie...
    Vorrei dire a quello che ha messo il filmato sulla tartaruga... che quella sopra in effetti sembra essere a metà tra un godimento e un infarto... ma quella sotto sembra si stia facendo due palle così... forse quella sopra ha tralasciato i preliminari... ;-)

    RispondiElimina
  12. cinefilante:
    La solita donna che da troppa importanza ai preliminari... e annamo su!

    Matt:
    La scena mi ricorda Harry ti presento Sally...

    anagramma:
    Ma comunque che l'iPhone non si è inventato nulla, questo lo sappiamo tutti (o almeno io lo ho capito già da un sacco di tempo), solo che sa impacchettare meglio il prodotto.

    RispondiElimina
  13. Mi preoccupa un po' la dimensione, chè sono un patito dei modelli "slide" e "portacipria".
    Vabbè, esistono le gaybags mica solo le tasche dei pantaloni.
    Ad ogni modo lo acquisterò a breve.
    E no, non mi interessa l'app Grindr.

    VanityHair

    RispondiElimina
  14. utente anonimo28 agosto 2010 16:42


    sono decisamente anacronistico! ho un normale nokia vecchio tipo.. che funziona una meraviglia!!!

    efy

    RispondiElimina
  15. Perchè non ho un iPhone? Perchè non ho commentatori acidi che mi criticano? Uffa, che vita di merda.

    RispondiElimina
  16. Mamma quanto l'ho desiderato il Nokia 3210 con la cover verde ramarro!! E poi non l'ho mai avuto...

    RispondiElimina
  17. Ebbene, malgrado l'i-phone abbia suscitato in me tanto desiderio di possesso non l'ho mai comprato. Il solo pensiero di utilizzare la tastiera touch per scrivere un messaggio mi faceva inorridire. Ma sopratutto io, che di sms ne mando in quantità  e nei momenti più disparati, il pensiero di non poterlo fare con un dito e col T9 mentre sto in motorino o in macchina mi lasciava lontano dalle vetrine Apple.
    Adesso ho invece un Nokia N900 che mai nella vita avrei comprato, ha la tastiera qwerty e mi fa indiavolare per scrivere alcunché. Però su Internet va bene. Tengo sempre pronto però il mio nokia 6680, campionissimo di leggerezza funzioni e versatilità. Anche perché 'sto N900 quando è uscito costava più dell' i-phone. Anche chi l'aveva ricevuto in dono non ha trovato di meglio da fare che regalarlo a me...

    RispondiElimina