La Strada - Cormac McCarthy



La Strada
Comarc McCarthy
€18.00
1ª ed. originale 2006
218 p.
Editore Einaudi





La Strada non è proprio il classico libro da portare sotto l'ombrellone, ché uno dopo essersi spalmato l'olio instant bronze protezione sottozero, non è che gli viene proprio troppa voglia di sentire di un disastro planetario dove tutto è bruciato e l'unico cibo rimasto è il proprio compagno di viaggio e sicuramente tra un Calippo e un tuffo in mare, uno propende per le pagine patinate di Vanity Fair o per qualche romanzetto da quattro soldi tipo Fabio Volo (e ora venitemi a dire che vi piace come scrive Fabio Volo e trovo il modo per bloccarvi dal blog).
Il caso di La Strada nasce nel lontano 2006 quando vince il primo riconoscimento per sinceramente non so cosa e poi nel 2007 vince anche il Premio Pulitzer per la narrativa e però nessuno se lo caga fin quando il nome Cormac McCarthy, non giunge alla notte degli Oscar e si aggiudica pure il premio come miglior sceneggiatura non originale e da quel momento tutti ritirano fuori dalla libreria i suoi vecchi libri impolverati e il suo nuovo libro diventa immediatamente di culto. Insomma, questo romanzo è stato per un breve periodo la moda del momento (lo scrittore è lo stesso di "Non è un paese per vecchi" di cui avete sicuramente sentito parlare) e probabilmente ha ricevuto i consensi del pubblico perché faceva fico riempirsi la bocca con il nome McCarthy, ma a prescindere da tutte queste cose di contorno, io vi dico che è proprio un bel libro e si fa leggere in un lampo e quando finisce vorresti che ci fossero altre cento pagine dopo la copertina.
La storia è praticamente inesistente, nel senso che ci sono padre e figlio che camminano lungo la strada in cerca di un posto migliore e punto. Vi ho raccontato tutto quello che c'è da sapere. Però è bello il modo in cui McCarthy descrive questo cammino e le prime cinquanta pagine le ho trovate di una noia mortale che erano tutte una la fotocopia una dell'altra e poi invece sono entrato nello spirito del romanzo e mi sono troppo appassionato e in un men che non si dica, mi sono ritrovato con gli occhi lucidi e ok; io piango anche sfogliando Topolino, però a me questo rapporto estremo tra padre e figlio in lotta per la sopravvivenza e i loro scarni dialoghi imbevuti di affetto e le continue rassicurazioni che cercano l'uno nell'altro mentre attorno tutto muore sotto i loro occhi... bhé a me hanno proprio assorbito e io vi consiglio questo libro. Anche se state con i piedi sotto la sabbia.
Share on Google Plus

About Lord79

Se Lord79 non vi piace, sappiate che mi chiamo Emilio.
    Blogger Comment

6 commenti:

  1. utente anonimo12 agosto 2010 10:21

    Magari me lo leggo quando sarò un filino mentalmente più stabile, và.

    Max

    RispondiElimina
  2. utente anonimo12 agosto 2010 13:03

    Ancora devo vedere il film ma prima vorrei leggere il libro, mi hai convinto.
    Ma l'olio instant bronze ti fa diventare abbronzato in un giorno?!hihihi

    daniele

    RispondiElimina
  3. utente anonimo12 agosto 2010 19:00

    DICIOTTO euro????

    RispondiElimina
  4. utente anonimo13 agosto 2010 01:35

    Bello, bellissimo, eccezionale.
    Dopo averlo letto m'è passata la voglia di vivere e c'ho messo un mese per riprendermi, ma è un prezzo che si deve pagare.
    Però lo sconsiglierei come lettura da spiaggia, non foss'altro perchè la tentazione di sotterrarsi è troppo forte e con una paletta di plastica e tutta la sabbia intorno tra il dire e il fare non ci sarebbe neanche il mare...

    però, Lord oh Lord, così distruggi il mito del manzo tutto muscoli e una nocciolina come cervello, e ciò non va bene... dicci almeno che non riesci a masticare un chewingum e digitare un sms contemporaneamente, e noi normodotati tireremo un sospiro di sollievo.

    GG

    RispondiElimina
  5. sì, è un libro bastardo
    Cominci a leggerlo ed è ripetitivo e la scrittura è troppo secca e ti annoi, poi prima di fare in tempo ad accorgerti ogni volta che il bimbo chiede al babbo se andrà tutto bene sei lì pure te che pendi dalle sue labbra e aspetti di essere rassicurato

    palbi

    RispondiElimina
  6. Un grande libro. L'elemento che più lo arricchisce è l'estrema purezza dello stile.
    Mi piace il tuo Blog, Teo ! Mi mandi , se possibile , un afoto della tua ombra. Sto pubblicando infatti ombre dei blogger che seguo e delle persone che conosco, a volte le due cose coincidono . ! la mia mail è avilo1@live.it tuttoilrestoegrazie

    RispondiElimina