Condom

Che poi...
...ora che ci penso...
...i film sono veramente dei bugiardi patentati. Mentono sapendo di mentire, su un tema talmente comune e che conosciamo tutti quanti, ma che ci fa quasi comodo credere alla loro realtà. E allora ecco che vediamo proiettato sul grande schermo il bellone di turno che si incontra con la strafiga del film e nel giro di un paio di battute sono già sotto le lenzuola e lui è sopra a muovere il bacino e lei è sotto a gambe larghe e poi lui si butta su un fianco affannato - Aaaahh è stato fantastico! - e lei si mette seduta coprendosi il seno con il lenzuolo che mi verrebbe da dirle: - Questo ti ha spinto dentro fino ad ora e adesso ti vergogni a fargli vedere le tette? -.
Voglio dire, lo sappiamo tutti come funziona il sesso e quindi sappiamo anche che dopo stuzzicato il coso, bisogna necessariamente fare i conti con il liquido biancastro. Eppure nei film hollywoodiani di questo liquido non c'è mai traccia che i protagonisti finiscono di far sesso e poi niente; al massimo fumano una sigaretta e si rinfilano le mutande che io mi chiedo sempre: - Ma a vesti non esce lo sperma quando hanno l'orgasmo ? Che fine hanno fatto fare al liquido dell'amore? -Cioè, io lo capisco che mentre guardo I ponti di Madison County non me ne frega nulla di sapere se Eastwood ha usato o meno il preservativo con la Streep, però cacchio, se mi fai credere che dopo il sesso è finito tutto e non c'è bisogno neanche di pulirsi, allora penso proprio che i film non aiutano per niente all'educazione sessuale.
Nel senso, in quanti film lasciano intendere che useranno il preservativo prima di andare a letto? Per assurdo neanche i film porno educano all'utilizzo del profilattico che ci sono queste scene che prima li vedi succhiarselo di santa ragione e nella scena immediatamente dopo, hanno già il preservativo infilato sull'uccello e scopano come se non ci fosse un domani. Eppure cavolo, infilare il preservativo è un gesto così importante, che sembra assurdo nessuno ne parli.
Non voglio fare il moralista del cazzo che sale in cattedra a dispensare perle di saggezza ed è inutile che ci giriamo attorno; indossare il preservativo è una bella rottura di palle e poi non sempre lo abbiamo con noi e spesso quando siamo lì che ci stiamo lavorando un tipo, mettere un condom è l'ultimo dei pensieri che l'unica cosa che vogliamo fare è in filarglielo dentro.
È successo anche a me e lo so di cosa sto parlando, che preso dalla foga del momento qualche volta il cazzo ha la meglio sul raziocinio e ti dai duemila giustificazioni e dici a te stesso che il tipo che hai davanti ha la faccia da bravo ragazzo e poi non è proprio uno sconosciuto perché sai addirittura come si chiama e ci hai pure  scambiato due parole e non sembra proprio il genere di persona che va in giro a contagiare il prossimo e ti riempi la testa di giustificazioni e magari è vero che stai facendo sesso con il ragazzo più onesto del mondo e il punto è che potrebbe succedere che neanche lui sa di avere qualcosa e quando dico qualcosa, intendo qualsiasi cosa, da una stupida herpes, fino alla più temuta HIV.
Sarò un'ovvietà dirlo e ridirlo, ma il profilattico è l'unico mezzo sicuro che abbiamo per proteggerci. Pensare che - Tanto queste cose a me non succedono! - è la bugia più grande alla quale vogliamo credere, perché nessuno è mai andato in giro sperando di beccarsi l'AIDS.
Dunque mi piacerebbe che il sesso non fosse il solito tabù che fa arrossire le persone e son sicuro che sappiamo tutti perfettamente come funziona, però sempre meglio sentirselo dire una volta in più, piuttosto che una volta in meno.

Conservare il preservativo lontano da fonti di calore che altrimenti si rovina e poi è come infilarsi sul pisello uno scolapasta.

Non usare mai due preservativi contemporaneamente e lo so che è una cosa stupida da dire, però non si sa mai che magari qualcuno pensa che two is meglio che one  e crede di stare più sicuro con due cosi sull'uccello e invece per i profilattici non funziona come per i paracaduti che se se ne rompe uno, c'è sempre quello di riserva, no. Indossatene uno alla volta e state pure  tranquilli.

Aprire la bustina del preservativo è semplice, però lo capisco che quando uno è lì al dunque, va sempre di fretta e succede un po' come quando devi entrare in casa di corsa che tiri fuori la chiave e non riesci mai ad infilarla nella toppa e poi magari ti cade pure il mazzo per terra e perdi un sacco di tempo e quando stai per fare sesso, il tempo perso non è amico dell'eccitazione e quindi se proprio avete l'ansia che non riuscirete ad aprire la confezione del profilattico, magari potete tagliare un piccolo angolino della confezione così almeno siete facilitati e però dovete aprirla proprio poco perché sennò poi il profilattico si secca e se si secca poi non è buono neanche per farci i gavettoni. Ah e ovviamente non aprite la confezione con oggetti appuntiti tipo forbici o roba simile e sarebbe il caso anche di non usare i denti ché non siete animali.

Il preservativo va messo sul pene quando questo è ancora eretto e questo mi sembra piuttosto scontato, anche perché se avete il coso moscio, non riuscirete a infilarlo proprio da nessuna parte. Ovviamente ancora prima di posizionarlo dovrete capire qual'è il verso giusto che se lo mettete dal lato sbagliato poi non si srotola neanche a mazzate. Quando indossate il preservativo, dovete fare attenzione che non rimanga aria all'interno e proprio per questo motivo è bene poggiarlo sul glande (che poi sarebbe la cappella), stringendo tra il pollice e l'indice il piccolo serbatoio che c'è sulla punta. Arrivati a questo punto, se abbiamo già appoggiato il profilattico sulla cappella stringendo il serbatoio con le dita, non rimane che srotolarlo fino alla base del pene. Ok, lo so che non si srotola quasi mai e che voi avete fretta e che ogni secondo può essere letale per la vostra erezione e proprio per questo se vedete che il coso non ha intenzione di srotolarsi, non andate lì con le unghie a cercare di scastrarlo, perché le unghie sono nemiche del lattice che si rompe come niente e quindi se avete problemi a srotolarlo, è preferibile buttarlo e prenderne uno nuovo e fare le cose con più calma che l'agitazione non è l'ingrediente giusto per fare una bella scopata.

Che poi voglio dire, se non ne avete mai usato un profilattico, non c'è nulla di male a fare delle prove a casa, ché uno mica nasce imparato e anche una cosa stupida come mettere un preservativo può sembrare complicata se ci si fa prendere dall'ansia.

Comprare i profilattici in farmacia provoca sempre un po' di imbarazzo e però se quando state lì siete più imbarazzati di un bambino che dice la poesia di natale davanti ai parenti, allora pensate a queste due cose: punto primo, il sesso lo facciamo tutti e quindi non è una cosa che va tenuta segreta come se avessimo rubato qualcosa; e punto secondo, comprare i preservativi non vi farà sembrare ridicoli, ma semmai delle persone responsabili e se vi viene un po' di imbarazzo pensate sempre: - Dovrei vergognarmi a comprare l'aspirina per prevenire il raffreddore? No, e allora per quale motivo dovrei vergognarmi nel comprare dei preservativi per prevenire l'HIV che se permettete è una malattia molto più seria di un naso che cola?! -.

Una volta che il rapporto è finito e siamo tutti più contenti e più sereni, è bene sfilare il preservativo tenendolo stretto alla base per evitare la fuoriuscita dello sperma e cosa non meno importante, non buttatelo nel cesso che il preservativo è di lattice e non di carta igienica e quindi non scioglie nell'acqua. Ah e ovviamente il preservativo non va riutilizzato che non è che lo lavate e poi lo conservate per il secondo round, no. E lo so che specificarlo è da folli, però non si sa mai.

È anche molto importante trovare il modello di preservativo che più si adatta alle proprie esigenze perché il condom deve funzionare da "seconda pelle" e quindi uno troppo piccolo poi ci stringe ed è scomodo, mentre uno troppo largo potrebbe causare fuoriuscita di liquido o addirittura sfilarsi durante il rapporto e lo so che comprare un preservativo non è come comprare una maglietta che magari fa un po' di imbarazzo andare dal farmacista e chiedergli - Io sono una media, che modello mi consiglia? -. Dunque ricordiamo che i preservativi sono fatti di lattice, che è un materiale elastico e molto duttile e quindi a meno che non abbiate il cazzo grosso come una mazza da baseball o piccolo come una M&M's, potete tranquillamente comprare un qualsiasi Durex senza badare troppo alle misure.

Arriviamo all'argomento lubrificanti. Quasi tutti i preservativi contengono già una quantità minima di lubrificante, ma l'utilizzo di un lubrificante a base d'acqua o a base di silicone, evita la possibile rottura del profilattico. Non usate mai lubrificanti tipo vaselina, olio o magari la crema idratante, perché queste cose possono danneggiare il preservativo e renderlo poroso, permettendo quindi il passaggio di virus e batteri.
La saliva non è un lubrificante e anche se all'inizio darà l'impressione di aver "allentato la tensione", il suo potere lubrificante è debole e inoltre può trasmettere alcuni virus come l'epatite ad esempio e ammetto che invece a me la cosa più spontanea che viene da fare quando sono in quelle situazioni, è di utilizzare la saliva per rendere il tutto più scivoloso e però oh, mica sono Gesù Cristo... voglio dire, parlare di queste cose fa bene anche a me.

Se siete in coppia ormai da molti anni e non ci sono impedimenti di ordine medico, potete ovviamente smettere di usare il preservativo e non c'è bisogno che ve lo dica io. L'unica cosa che però occorre fare, è parlare chiaramente e sinceramente con il proprio partner e se necessario stabilire alcune regole; la più importane a mio avviso, è che bisogna essere sinceri e responsabili e se dovesse capitare di avere rapporti al di fuori della coppia, di utilizzare sempre le dovute precauzioni che già non è bello di essere traditi, se poi è proprio il tuo ragazzo ad attaccarti qualcosa di brutto, allora è come essere traditi due volte.

E adesso che abbiamo ripassato tutte queste semplice, ma fondamentali regole, cercate qualcuno e divertitevi.


Share on Google Plus

About Lord79

Se Lord79 non vi piace, sappiate che mi chiamo Emilio.
    Blogger Comment

11 commenti:

  1. EH si sembrano cose scontate eppure... sai che soprattutti tra molti amici etero ho scoperto l'ignoranza più assoluta???

    RispondiElimina
  2. favolosamente-io23 novembre 2010 14:25

    ahah io son allergico pensa un pò...nn lo posso toccare che mi prude da morì..però lo posso indossare..anzi lo devo..anche se a volte succede come a te..la voglia fa fare qualche errore..soprat.da bevuto...

    RispondiElimina
  3. Bisogno di sentrisi socialmente utile o ti è arrivato un bonifico dalla Durex?

    :-D

    Scherzo... Bravo Lord, ripassare fa sempre bene!!

    RispondiElimina
  4. Complimenti Lord, ricordare certe cose non fa mai male, anzi.
    Anche sfatare il mito dell'imbarazzo non è niente male e cito le tue testuali parole:
    per quale motivo dovrei vergognarmi nel comprare dei preservativi per prevenire l'HIV che se permettete è una malattia molto più seria di un naso che cola?!

    Inoltre credo che ormai ovunque si possano trovare distributori automatici che eliminano qualunque tipo di imbarazzo.

    Off Topic: ho comprato il libro :)

    wonderful

    RispondiElimina
  5. Bravo Lord! però adesso ti faccio una domanda scema... se capita di avere a che fare con un partner occasionale, il preservativo va usato anche per i preliminari (cito: "succhiarselo di santa ragione")?

    RispondiElimina
  6. tutto ciò mi ricroda di quando feci sesso con la prima ragazza che mi IMPOSE il presevativo (eravamo fedifreghi entrambi). Anche se avevo già 26 anni, non ne avevo mai usato uno e quindi pensai di fare delle prove a casa proprio per evitare imbarazzi di fronte a lei.
    Beh, che tu ci creda o no, a vedermi da solo mentre cercavo di usare quel coso, mi feci delle gran risate.
    E poi mancò mi servì, perché così come venne (non in quel senso...) altrettanto la bella sconosciuta se ne sparì.

    RispondiElimina
  7. @anonimo delle 23:11

    sì io lo userei pure quando ce lo si succhia di santa ragione.
    ci sono teorie discordanti circa la pericolosità del liquido preseminale per la trasmissione dell'hiv, senza contare poi tante altre simpatiche malattie come herpes e sifilide.

    nel dubbio, perché non usarlo??
    oltretutto vendono quelli colorati aromatizzati alla frutta che sono l'ideale per questo scopo.

    Lord, ottimo post

    RispondiElimina
  8. Allora, sta lezione la stampo in 2000 copie e la diffondo in tutti i bar di Bologna!

    Bravo il nostro Social-Lord

    RispondiElimina
  9. Articolo splendido e utile, grazie.
    Repetita iuvant, semper!

    RispondiElimina
  10. Però, però...neanche una parola sulla riduzione della sensibilità. Diciamoci la verità: bisogna indossarlo e blablabla ma con il preservativo non si sente nulla. Io non ho nessun problema a infilarlo, mi rimane duro tranquillamente, ma dopo un pò che ce l'ho mi passa la voglia. E ne ho provati di tutti i tipi. Questo è il vero punto dolente di tutta la faccenda. Essendo un single convinto, sono anni che non mi faccio una trombata decente. Che tristezza.
    Filopaolo

    RispondiElimina
  11. >>>awkward:
    Credo che molti etero non siano ignoranti, semplicemente pensano che a loro certe cose non accadranno mai perché loro sono più furbi del virus. E poi magari pensano anche che certe malattie le prendono solo i finocchi e i neri... come succedeva negli anni '60.

    >>>favolosamente-io
    Ci sono condom anche per persone allergiche al lattice (possibile che comunque ce le hai tutte tu?!?). La Durex ad esempio ha ideato Durex Avanti Ultima che è fatto in poliisoprene sintetico o anche il RealFeel.

    >>>Enrico*
    Magari mi fosse arrivato un bonifico dalla Durex...

    >>>wonderful:
    Giusto, hai distributori automatici non penso mai, sarà che avendo un partner fisso alla fine i preservativi non li compro quasi mai...

    PS
    Poi voglio sapere i primi commenti sul libro...

    >>>Anonimo 23.11
    Ci sono correnti di pensiero differenti sull'uso del profilattico durante i rapporti orali.
    Per quanto ne so io, il liquido prespermatico (quello che può fuoriesce durante l'eccitazione) non contiene alti valori di virus e poi a contatto con la saliva il suo potere infettante viene meno (sempre che non si abbiano afte o tagli in bocca). Discorso differente invece è se si ingoia lo sperma che invece contiene quantità considerevoli di eventuali virus.
    Però parlare con un medico di queste cose è sempre meglio, perché per quanto posso essere informato, potrei dirti sempre qualche fesseria.

    >>>normalacid
    condivido il pensiero, però c'è da dire che il sapore del lattice in bocca a me fa veramente schifo e lo puoi aromatizzare alla frutta quanto ti pare, sempre lattice in bocca rimane. A questo punto nel dubbio, passerei direttamente alla fase 2 uno davanti e uno di dietro e salterei i preliminari del succhio.

    >>>neroinchiostro
    Bravo anche tu che condividi questi semplici consigli.

    >>>Sorella Jean Claude
    Credo anche io che di certe cose bisogna parlarne sempre e non solo durante la giornata mondiale organizzata appositamente per sensibilizzare e raccogliere fondi.

    >>>Filopaolo
    Personalmente non trovo che il preservativo riduca in modo così evidente la sensibilità durante un rapporto. Ovvio che il contatto pelle/pelle è meglio, però per quanto mi riguarda non definirei i rapporti con il preservativo scopate di serie B.
    Però oh, magari tu sei più sensibile, che ne so... secondo me forse è più una cosa psicologica.

    RispondiElimina