Hold It Against Me è il nuovo singolo di Britney Spears


Il nuovo singolo di Britney Spears, Hold It Against Me, è finalmente uscito e, nonostante non siano passate neanche 24 ore, non esiste essere vivente sulla faccia della terra che non l'abbia già ascoltato.
Ormai Britney è diventata un fenomeno decisamente inarrestabile; nel corso degli anni ha perso sicuramente parte del suo fascino, ma continua ugualmente ad incuriosire moltissima gente e ci sono quelli che si interessano alla sua vita privata solo per farsi una ricca risata (conosciamo tutti quanti i suoi guai di ogni genere) e quelli che la reputano zero e sperano sempre in un suo flop definitivo (e però continuano ad ascoltare la sua musica) e poi ci sono ancora quelli (come me) che la amano e aspettano ogni sua scoreggia come fosse le Quattro Stagioni di Vivaldi.
A breve il suo nuovo singolo girerà tutte le radio del mondo e la Sony ha annunciato anche che la data di uscita dell'album che sarà rilasciato il 15 marzo.
Tu pensa; forse sarà un caso, ma io credo di no... e infatti si viene nuovamente a creare quella competizione che avevamo già visto al momento del suo esordio; era infatti il lontano 1999 quando due ragazzine sconosciute dal nome di  Britney e Christina venivano lanciate nel mondo del pop americano. Il resto è storia è molti si schierarono dalla parte della voce possente e tecnica di Christina Aguilera e molti altri preferirono invece il prodotto perfettamente confezionato Britney Spears.
Son passati 12 anni, ma la storia non cambia e adesso ci troviamo nuovamente di fronte a uno scontro tra dive del pop: da un lato Britney con questo suo nuovo album e dall'altro non più la biondissima Christina Aguilera, ormai morta e sepolta sotto un album completamente sbagliato e un film semplicemente brutto, ma a darle battaglia sarà la nuova reginetta del pop Lady Gaga.
È la sfida del secolo. Lady Gaga deve affrontare l'arduo compito di bissare l'enorme successo ottenuto con il precedente album e Britney deve riprendersi il ruolo di regina del pop scippatole temporaneamente e i fan di entrambe a fare da contorno a questa sfida (virtuale) e nella maggior parte dei casi i seguaci dell'una, non sopportano i fan dell'altra e se io non sono completamente scemo, l'uscita dei due album a distanza di poche settimane l'uno dall'altro, è un'operazione commerciale perfetta e studiata a tavolino per alimentare ancora di più le chiacchiere e di conseguenza le vendite.
Da quando è uscito, Hold It Against Me ha letteralmente diviso il pubblico e messo in subbuglio la rete, con migliaia di utenti connessi pur di ascoltare il brano in anteprima.
Insomma, ad un primo ascolto, l'impressione che ho avuto è che Britney si sia datata alla svolta dance più becera con un unz-unz-unz! abbastanza discotecaro che (prendete con le molle l'esempio) ricorda un poco Robyn con la sua We Dance To the Beat, che incontra Madonna con Confessions On A Dancefloor che a sua volta incontra dj Skream e quello che ne viene fuori è qualcosa di strano e nuovo, soprattutto per il mondo americano, dove le classifiche sono perennemente dominate dalla musica R&B e dove Kanye West e compagnia bella la fanno da padroni duettando con chiunque abbia le corde vocali. Qui da noi invece, questa traccia suona un po' vecchia, poiché noi europei abbiamo una tradizione dance più radicata e basta pensare a Dragostea Din Tei che noi la ballavamo nel 2002 e invece Rihanna l'ha ricantata tutta fiera nel  2008 come fosse la cosa più fica della storia. Insomma, Hold It Against Me può non piacere, ma io ci vedo dietro uno studio commerciale per nulla sciocco e se per noi nati negli anni settanta, questi suoni fanno venire in mente subito gli Eiffel65 e gli anni '90, son sicuro che per il mercato americano sono una ventata di novità. Staremo a vedere...

Voce
Britney non è mai stata famosa per la sua voce che è sempre stata più simile a quella di un citofono rotto, piuttosto che a quella di Maria Callas. In questa Hold It Against Me fa quello che ha sempre fatto e ovvero sospirare durante il ritornello come fosse una zozza succhiapalle e cantare la strofa con la sua vocina inutile, ma riconoscibile e che l'ha resa famosa. Niente più distorsioni e suoni metallici che hanno accompagnato il periodo post Gimmie More, anche perché quelli ormai li usano proprio tutti e Britney, nel suo piccolo, è sempre stata innovativa e quindi adesso la vediamo in un ritorno alla sua voce naturale, qualunque essa sia.

Base
Passiamo ad un argomento da esperti del settore (quale io non sono). Il brano è estremamente dance e è facile scambiarlo per l'ennesima tamarrata dance alla Ke$ha o Katy Perry e invece dico subito che vi sbagliate, perché qui per la prima volta nella storia della musica statunitense, troviamo un brano pop con influenze Dubstep (andate a leggere Wikipedia per sapere cos'è) e quindi non il solito unz-unz  alla David Guetta o Black Eyed Peas e altre porcherie simili, ma dei suoni più nuovi. Ovviamente il terreno dubstep è estremamente pericoloso, perché è un genere musicale da convintoni con la puzza sotto il naso che non apprezzano affatto il pop commerciale di Britney e infatti la cosa più tenera che ho letto in un loro forum dice: - Its time britney commits suicide bitch... -. Insomma, Anche questa volta Britney pare aver tirato fuori una canzone che fa parlare di se e il ritmo è molto radiofonico e anche se le canzoni da discoteca di solito mi stufano dopo pochissimi ascolti, si è già guadagnata un posto nella mia compilation che uso per andare in palestra.

Testo
Siamo al livello dei soliti testi di Britney che fa un po' la zoccola facendola annusare a destra e a manca, ma senza darla a nessuno, quindi praticamente tutta la sua discografia dai tempi di I'm A Slave For You, fino ai giorni d'oggi. Il momento saliente è quando dice: - If I said I want your body, Would It Hold It Against Me? Yeah! Aaaahhhh! Oooohhhh! -, quindi insomma, ci siamo capiti benissimo. Che poi nonostante le sue ambizioni pop, la canzone non risulta neanche troppo orecchiabile, ma forse questo è dovuto al fatto che ormai ci siamo abituati ai “na-na-na” e “la-la-la” di Lady Gaga che adesso una canzone con delle parole vere ci sembra proprio complicatissima...

Morale della favola, rubo una frase che ho trovato in rete, ma alla quale purtroppo non so più dare un'appartenenza e che diceva più o meno una cosa del genere:
- Questa canzone non fa schifo, anzi, è ben fatta, però ci piace poter dire che fa cagare, perchè soddisfa i nostri animi da ricchione perse... -.
Share on Google Plus

About Lord79

Se Lord79 non vi piace, sappiate che mi chiamo Emilio.
    Blogger Comment

12 commenti:

  1. Finalmente?!?!?!?!?!??! Perchè, qualcuno ne sentiva la mancanza????

    Ciao Lord, bentornato.

    RispondiElimina
  2. Lord, ti prego.

    È la canzone meno nuova del secolo.

    Toxic, Womanizer... questa era la strada da seguire. Questo è il remix super tamarro di M2o.

    Lord, non mi cadere in un bicchiere di acqua per favore :)

    RispondiElimina
  3. A me piace, ma non mi sembra tutta questa grande innovazione.

    RispondiElimina
  4. Lord ma hai visto il video di un tipo (tipa? ahahah), che praticamente sarebbe da rinchiudere in manicomio, in occasione del ritorno di Britney!?!?!? http://www.youtube.com/watch?v=UVtWjWDdxcg ahahahahaha

    Cmq io ieri l'avrò riascoltata come minimo 50 volte e ho veramente apprezzato il sound! Poi da uno che immagina di ballare in disco con certe canzoni è tutto dire!!! Le ho dato subito un 8! ;)

    RispondiElimina
  5. io l'ho già detto e lo ripeto:
    E' un plagio di Pia Zadora
    da me ho postato il doppio ascolto.

    cmq GaGa l'ha staccata, e di molto, sia come cantante che come icona (vera e attiva) gay

    RispondiElimina
  6. Ahahah il grande e grosso Lord è una brittarola! xD

    La canzone musicalmente è merda fritta, di quelle fumanti proprio, come tutta la discografia della Britta. E di Kesha. E di Katy Perry. E di Rihanna. E di Madonna ultimo periodo. E di Lady Gaga. Insomma come tutte le sciacquette pop è l'ennesimo prodotto ben confezionato, ma dal valore musicale nullo.

    RispondiElimina
  7. Io non l'ho mica sentita.. boh.. adesso vado su youtube..

    Aion

    RispondiElimina
  8. Oddio fa proprio cagare.. ahahahah :D

    Non volermene Lord, ma secondo me è la classica canzone che è stata creata con lo scopo di essere remixata a posteriore da qualcuno che se la cava.. magari un nome noto, mah!

    Aion

    RispondiElimina
  9. Caro Lord,"convintoni con la puzza sotto il naso"mi sembra una sentenza gratuita e peraltro errata.Alla stregua si potrebbe dire che il Pop è un genere da ragazzine succhiapalle senza cervello...ma eviterò.Il fatto è che la dubstep è fresca,nuova,affascinante e coinvolgente e lo dimostra il fatto che il Pop attinga nuove idee da questa nicchia.Tralasciando ogni giudizio sul singolo di Britney, vorrei invitare a riflettere su cosa sia il POP.CHe sia una sorta di zombie vampiro che ha continuamente bisogno di nuovi "corpi" e nuova "linfa" per poter vivere?Auguri a tutti
    DUBSTEPPAA!
    PS LA parte veramente steppata è dal minuto 2.17 al 2.47...gli unz unz non ci piacciono.

    RispondiElimina
  10. " e poi ci sono ancora quelli (come me) che la amano e aspettano ogni sua scoreggia come come fosse le Quattro Stagioni di Vivaldi"
    cioe', ho riso un quarto d'ora senza fermarmi... sei il numero uno Lord, senza dubbio! comunque mi hai praticamente costretto a scaricare il singolo, l'ho fatto ma non l'ho ancora ascoltato...poi ti faccio sapere, ma io preferisco sempre la versione "Slave" !!! :-)
    a presto, Cristiano

    RispondiElimina
  11. >>>Miky
    Sì, io! Comunque ho cambiato il titolo... visto che rompete tanto le palle... eheheh!

    >>>Kaos
    Vabbè, secondo me il top lo ha raggiunto con Gimmie More. E in quel periodo era proprio svalvolata di brutto eh!

    >>>Enrico*
    Bhe, vedrai tu come adesso tutti le copieranno lo stile... vedrai!

    >>>awkward
    No, vabbè, 'ste cose mi mettono solo tristezza. Ma poi... perché riprendersi e caricarlo su youtube?! Perché?!?!

    >>>LatinaGaia
    Bho, ho ascoltato le due canzoni e non mi pare proprio si possa parlare di plagio. Cioè... al massimo sono lontanamente e vagamente somiglianti in un brevissimo passaggio, ma il plagio è altra roba suvvia!

    >>>luis
    Dunque, facciamo un discorso serio: sono consapevole che la canzone è merda fritta (come la definisci tu) e però trovo che la discografia di Britney abbia la sua dignità. Ovviamente non possiamo paragonare la Britta con... che ne so gli Arcade Fore (tanto per dire un gruppo moderno che si da arie da intellettualoide) e però dobbiamo pensare che il mercato è ampio necessita di coprire tutte le fasce e le richieste e nell'ambito pop commerciale usa e getta, secondo me Britney la fa da padrona. Quindi sì, sono un brittarolo convinto. Ecco.

    >>>Aion
    Secondo me devi solo abituarti al suono e poi vedi come fa muovere il culo.

    >>>DUBSTEPPAA
    Si troppo scemo tu. E la tua risposta dimostra quanto sei dubsteppaa con la puzza sotto il naso.
    (la parte dubstep che va dal minuto 2.17 al 2.47 comunque è la più fica... lo ammetto)

    >>>Cristiano
    Aspettiamo di vedere il video... secondo me può darci molte soddisfazioni... ovviamente con la giusta dose di photoshop, perché il fisico di I'ma a Slave for you... la Britta non lo avrà più.

    RispondiElimina