Gente della palestra #4


La mia palestra è buia, vecchia e polverosa. Non ha né sauna, né bagno turco. Il lavandino nel bagno spesso perde e l'acqua delle docce passa da ghiaccio a fuoco liquido senza passare per il via. Eppure io alla mia palestra gli voglio bene, ché in fin dei conti devo andare lì per sudare e non me ne frega proprio nulla se il pavimento è fatto in legno di noce o con il linoleum scollato...

Quello che fa solo petto
Che se lo cominci a squadrare dalla testa ai piedi, lo vedi che ha due spalle grandi come un armadio a quattro ante e le braccia possenti che piegherebbe anche l'acciaio e il petto enorme di Hulk e poi abbassi un po' lo sguardo e l'addome scolpito come il marmo e il culo... oh oh, c'è qualcosa che non va; e il culo dove sta? Le chiappe sono piatte come un asse da stiro e le cosce secche e paradossalmente più piccole dei bicipiti e i polpacci talmente sottili che sembrano delle bacchette cinesi e tu lo guardi bene sopra... e poi lo guardi sotto... e dalla vita in su  pare il sosia di Hulk Hogan e dalla vita in giù sembra un paralitico miracolato e appena sceso dalla sedia a rotelle. Voglio dire, ma questo a casa ha solamente lo specchio in bagno che non riesci a vedersi a figura intera?

Quello che solleva 100 Kg facendo dei versi abominevoli
Lui ha praticamente un fisico perfetto che perfino i modelli di Versace se lo vedessero si sentirebbero delle merde grasse e poi ha due spalle larghe tipo colosso di Rodi e il punto vita di Liz Taylor ai tempi d'oro e per allenarsi, usa quei pesi grossi che di solito sono poggiati lì da una parte e io ho sempre pensato fossero solo di scenografia, perché neanche una ruspa riuscirebbe a spostarli e invece lui si allena proprio con quelli. Solo che poi ovviamente non c'è la fa e quindi lo vedi che prima gli si gonfiano tutte le vene del collo e poi diventa tutto rosso in viso e poi inizia a tremare e digrigna i denti e si mette a fare dei versi disumani che la prima volta che lo ho sentito, giuro mi sono spaventato e credevo si stesse sentendo male. Praticamente c'era lui che - Grrrraaahhhuuuuaaaaaaa!!!! - e io lì accanto che stavo per chiamare aiuto - Qualcuno mi aiuti! Non ce la fa più, sta per morire schiacciato dal bilanciere!! - e invece poi ha posato tutto, ha fatto il suo minuto di recupero e poi di nuovo quei versi abominevoli. Cioè... io sarò pure immaturo, però tutte le volte mi viene da ridere.

Tizio che va scalzo negli spogliatoi
Voglio dire, è capitato a tutti almeno una volta nella vita di aprire la borsa, tirare fuori l'accappatoio e... porca puttana le ciabatte!! Allora sei lì che pensi: - Mi faccio la doccia coni i calzini di spugna anche se è una cosa orrenda e che non racconterò mai a nessuno, oppure vado a casa sudato e faccio la doccia lì? -. Cioè, io l'ipotesi di doccia senza ciabatte non la prendo neanche in considerazione che per quanto gli spogliatoi possono essere puliti, comunque bho... mi fa sempre un po' schifo camminare a piedi nudi dove sono passate seicento persone sudate (e poi comunque gli spogliatoi non sono mai puliti). E invece c'è questo tizio che tutte le santissime volte si spoglia, prende l'asciugamano e entra in doccia senza ciabatte. Voglio dire... ma perché? Perché?? Io giuro che non riesco a trovare neanche una motivazione plausibile.

Gruppo di finocchi che schiamazza come comari sul portone di casa
Riconosci i gay in palestra perché sono gli unici che parlano in gruppetto. Non so per quale motivo, ma gli etero di solito si allenano con le cuffiette nelle orecchie e la musica sparata a tutto volume o magari si allenano in coppia aiutandosi a vicenda o qualche volta fanno un esercizio e vanno a scambiare due chiacchiere con l'amico e invece i finocchi si radunano in gruppi di tre, quattro, ma anche cinque o sei e si mettono lì a confabulare, come comari sul ciglio della porta. Gli etero non si mettono mai in cerchio a parlare e invece ai gay manca solo il tè con i biscotti.
Leggi anche gli altri episodi di Gente della palestra, clicca sull'icona sottostante:

  
Share on Google Plus

About Lord79

Se Lord79 non vi piace, sappiate che mi chiamo Emilio.
    Blogger Comment

42 commenti:

  1. Potrei non stancarmi mai di questa rubrica lo sai vero??? AHAHAHAH :D
    Devo dire che i più atroci sono quelli che allenano solo la parte superiore e che diciamocelo... sono a dir poco OSCENI, volendo essere gentili!!! Capisco che d'inverno faccia più figura un fisico scolpito nel tronco... ma appena ci si scopre............................................................................................. :P
    Tu per es caro Lord sei uno che sta messo bene direi! ECCO! :D

    RispondiElimina
  2. Questi post dalla palestra li adoro!
    Quoto lo schifo inenarrabile per il tipo che è sempre scalzo, da me ce ne sono 3 che non ho MAI visto indossare delle ciabatte.
    Ma l'unico che di gay in palestra non ne trova manco uno sono io? Li voglio anche io i molesti finocchi schiamazzanti! :P

    RispondiElimina
  3. Che dire: Grrrraaahhhuuuuaaaaaaa!!!!

    daniele

    RispondiElimina
  4. Anche la mia palestra è vecchia, con il linoleum scollato e senza sauna, bagnoturco, docce tailandesi e chi più ne ha...
    tanto devo solo andar li a sollevare pesi ...ecco...appunto....riuscissi almeno a sollevarli sarebbe già buona!
    Comunque:
    Quello che fa solo petto - "cielo"
    Il tipo che si improfuma come una zoccola - manca
    Quello che solleva 100 kg facendo dei versi abominevoli - cielo cielo cielo!
    "il tizio che va scalzo..." - manca
    "il gruppo di gaie comari" - manca
    ...in compenso ho:
    Il professionista cinquantenne superetero che parla di auto, Berlusconi, figa maa...bizzarramente come quarto argomento preferito ha "finocchi, froci, culattoni, tutto condito da originalissime battute sulla saponetta che scivola nella doccia. Che io mi dico: ma sai che ci pensi più tu di me ai froci?

    RispondiElimina
  5. direi che se vai alla palestra dove mi allenavo pure io... io voglio essere considerato un fautore... della libera espressione del movimento gay...
    con i miei discorsi sulla moda e.. GUARDA QUELLA COME SI E' CONCIATA OGGI!!.... ecco... finalmente una categoria dove mi ri ritrovo... e per nn farmi mancare nulla..almenso sotto questo punto di vista... ti dico che anche qui a londra nella palestra 100% gay... ho riunito un piccolo gruppetto tipo quello di roma... per chiaccherare di quello che piace e non piace.. A ME!! ahaha... con la differenza che qui pero' ci sono dai gran boni!!

    Biagina

    p.s. MISS U!

    RispondiElimina
  6. Con i post sulla palestra mi fai sempre morire... non posso far altro che condividere tutto quello che hai detto:
    Quelli che fanno solo petto e che non mettono mai pantaloncini neanche a 50 gradi li chiamiamo o le gru o l'oliva sugli stuzzicadenti:-)
    Gli iper-profumati ho scoperto che basta avvicinarsi con una fiamma libera e voilà.......
    Quello dei 100kg ce l'ho e appena entra io aumento il volume dell'ipod.
    Quelli scalzi ce ne sono ma non mi sembra niente di che, la palestra è pulita e non vedo nulla di strano, in spiaggia è peggio o basta aggrapparsi in metro e porti a casa tutto il variegato mondo dei virus.
    Gruppo di finocchi mi manca, nella mia palestra (che poi non è mia ok? hehe) di finocchi ce ne sono, alcuni mimetizzati tipo camaleonte o alcuni palesi ma niente riunioni del gay pride....
    Lord aspetto il prossimo, ciao

    RispondiElimina
  7. Quello che fa solo petto - Urca se celo!
    Tipo che si improfuma - Urca se celo, ma niente Fahrenheit o Angel, lui va di Axe (perciò sarebbe meglio: "tipo che si deodora comunque come una zoccola")!
    Tizio che solleva 100kg f.v.a. - Urca se celo!
    Tizio che va scalzo - Urca se celo, più di uno; noi – gruppo di finocchi che schiamazza in compagnia delle amiche frociarole e degli amici etero gayfriendly – li chiamamo "Le SandyShaws".

    RispondiElimina
  8. I tuoi racconti mi hanno ricordato tutte le categorie classiche della palestra, anche se io ormai mi sono convertito alla corsa e la palestra non mi interessa più. Io ci metterei anche quello che nello spogliatoio ci mette un'eternità per vestirsi e se stà con il pistolone all'aria, godendo degli sguardi degli altri. Il gruppo di finocchie chiacchierine mi mancava...:-) davvero simpatica la tua palestra.

    RispondiElimina
  9. secondo me sti tipi li smistano in tutte le palestre, perchè anche dove vado io c'è un tipo russo che sembra un gorilla e tira degli urli che lo senti dalla strada ...

    RispondiElimina
  10. fantastici questi post con i tipi da palestra... mi riporta in mente i bei tempi! :D

    RispondiElimina
  11. I tipi che fanno solo petto sono diffusissimi. Conosco un collega superpalestrato che ostenta continuamente il suo fisico, senza rendersi conto delle gambette secche e il culetto piatto.

    Quando una volta mi disse che avevo un po' di panza, mi sono vendicato è gli ho risposto che lui non era proporzionato. A momenti mi magnava vivo ah ah ah

    RispondiElimina
  12. Quello che fa solo petto - ce ne sono a vonde, e leggenda vuole che chi fa solo petto al 99% sia gay

    Quello che si improfuma - ce ne sono ma sono discreti e ninete fragranze d'elite

    La scimmia urlatrice dal fisico perfetto - presente, e si sente pure con la musica nelle cuffiette a tutto volume, quindi immagina...

    Tipo senza ciabatte - se ci sono, i miei nervi visivi si sono scollegati evitandomi di pensare ai funghi

    Gruppo di galline - mi manca. Lo devo fondare io?! Ma io sono considerato un superstronzo che non fa amicizia con nessuno (mica si va in palestra per quello, no?) quindi passo quest'onere ad altri...

    RispondiElimina
  13. Lord, mi devo iscrivere in palestra...Tu dove vai che mi iscrivo lì?

    RispondiElimina
  14. >>>awkward
    Cioè, non ho capito.... è un modo molto educato per dire che ho il culo come una portaerei e le cosce di Beyonché?

    >>>ingiappone
    Ah guarda, se vuoi ti mando un paio di finocchi della palestra mia...

    >>>daniele
    Di solito non uso le faccine (mi urtano), ma questa volta è proprio il caso di dire -___-

    Agli altri rispondo tra poco che mo' ho da fare dannazione.

    RispondiElimina
  15. Stai diventando uno Shakespeare dei nostri tempi parlando di temi classici e intramontabili! io sono anni che mi chiedo cosa ci sia dietro la sindrome delle spalle hulkiane e il culo che praticamente non esiste... praticamente due gambe secche che si uniscono saltando completamente il culo... boh!
    e poi la scalza (non ci crederai ma esiste la versione femminile)... io addirittura mi intrometto... e apostrofo la scalza con cose del tipo "scusa ma non ti fa schifo???".
    Regolarmente vengo guardata come se fossi pazza....

    RispondiElimina
  16. ah dimenticavo.... non so se può ispirarti per un altro post... io da me ho il gruppo ribattezzato dei "150"... ciò quelli che vorrebbero essere come i 300... ma non superano il metro e sessanta e quindi ingaggiano una sfida all'ultimo muscolo coi loro fisici.... noi cattivissime li vediamo arrivare.. che non riescono nemmeno ad avvicinare le braccia ai fianchi per come sono pompati... e sottovoce scatta "Ecco i 150!"....

    RispondiElimina
  17. Nella mia palestra ce ne saranno un paio (massimo) che usano le ciabatte per la doccia. Cioe', magari camminano in ciabatte fino alle docce e poi se le levano. Mannaggia, io c'avrei uno schifo folle di prendermi i funghi...

    RispondiElimina
  18. Nel zoo delle palestre ci includerei pure il puzzone indifferente... Quello che, costretto forse ad una dieta iperproteica "sgancia" ... e se ti trovi a passare di li è un guaio, non solo ti porti dietro la scia.. ma hai pure addosso gli sguardi accusatori degli altri....

    RispondiElimina
  19. In ogni caso va detto: W LA PALESTRA

    RispondiElimina
  20. Lord la tua palestra somiglia molto alla mia piscina. Con la differenza che la mia, sfidando il ridicolo, si vanta ancora di chiamarsi "Circolo" come andava di moda negli anni '70. Eh già, perché come ogni buon circolo degli anni '70 ha sia la piscina che i campi da tennis. Come i condomini "bene" degli anni '70 romani, che immancabilmente avevano "i campi da tennis" e "la piscina". Eh qui è ancora tutto anni '70. Lo spogliatoio ha il phon a muro. Le panche sono originali dell'epoca: in ferro ex blu arruginito e doghe fradice. Il pubblico che la frequenta però è molto diverso. Non ci sono animali da palestra che urlano "Gruaaaaaahhh!!" quando alzano un peso, come hai realisticamente (e tristemente) descritto tu. Non ci sono capannelli di finocchi con l'ipod nelle orecchie riuniti in circolo a stronzeggiare. Ma ci sta l'ex maestro di tennis degli anni '70. Si, proprio lui! Quello coi baffi. Un tempo neri oggi grigi. Colui la cui virilità veniva misurata dal baffo (simbolo di marpiona virilità), dalle socie dai lunghi capelli lisci stile "libera & bella" puntualmente infilzate, per loro sollazzo, dal suddetto maestro. C'è ancora l'angolo Bar dove troneggia la gloriosa Cimbali per il caffè, coronata da una bottiglia di Donna Folonari sulla mensola che le scorre sopra. C'è ancora la bacheca con il pannello di sughero ed i fogli fermati con le puntine. Insomma, ogni giorno che entro in piscina per me è come fare un tuffo nel passato di quando ero bambino. Di quando entrando al Club 619 sull'Aurelia (quello ancora più "in" in quanto club, non semplicemente circolo) catturavo le immagini del mondo che mi circondava e che la maturità mi avrebbe fatto elaborare in seguito, elaborando i concetti di cui sopra!
    Un dato è certo però: i tuoi post sono sempre divertentissimi!

    RispondiElimina
  21. dove vado io c'e' un ragazzo giovane che fa la doccia con le scarpe da ginnastica... lo vedo che si cambia e immancabilmente e' senza ciabatte.. quindi,pudico, sudato indossa l'accappatoio e va verso le docce con indosso le scarpe usate poco prima ... meraviglioso


    trillo

    RispondiElimina
  22. Che un bel post. Adoro leggere questi tipi o articoli. Posso? T aspettare di vedere ciò che altri hanno da dire..

    RispondiElimina
  23. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  24. Insieme alla categoria dei carmelitani scalzi in palestra, un'altra mi fa rabbrividire: quelli che dopo la doccia non s'asciugano e grondanti d'acqua si spostano nello spogliatoio creando pozze che manco a Venezia con l'acqua alta...

    RispondiElimina
  25. ma non dimentichiamo quelli che la doccia non se la fanno proprio perché dicono "no preferisco farmela a casa...". e si rivestono come niente fosse dopo aver sudato l'anima de li mortacci loro.... :-)

    RispondiElimina
  26. >>>Andrea
    Concordo con te.
    Che me ne faccio di una palestra con i marmi di Carrara alle pareti se poi io vado lì tre ore a settimana a sollevare pesi? Preferisco un abbonamento da 30 euro al mese e il linoleum scollato.

    >>>Biagina
    Bia, ovvio ce vado sempre nella NOSTRA palestra. Non potrei mai cambiare... e di boni come sempre, nemmeno l'ombra!

    >>>Teo
    Teo mi pare di capire che tu appartieni al gruppo dei "Frati scalzi". Bhe, non so come è fatta la tua palestra, ma fidati che nella mia camminare scalzi equivale a portarsi dietro batuffoli di polvere inzuppati e capelli lunghi e magari di germi e virus non ce ne è traccia, ma questo mi basta per andare in giro con ciabatte con la zeppa per stare il più possibile lontano dal pavimento.

    >>>VanityHair
    Quindi mi pare di capire che tutto il mondo è paese in fatto di palestre...

    >>>ARIA FRITTA
    Ah guarda, nel prossimo appuntamento già ho in testa un paio di categorie da inserire... e forse farò anche un pensiero su quello che va in giro con il pistolino di fuori.

    >>>Pier
    Ahahahah... che lo senti dalla strada. Mitico!

    >>>Francesco Eftapelagos
    Guarda per adesso in testa già ne ho un'altro che posterò nelle prossime settimane, ma comunque la palestra è sempre fonte di ispirazione.

    >>>Sasà
    Regola numero 1: Mai dire a un "solo petto" che ha le gambe fine. Gli mandi in tilt il mondo che si è costruito!

    >>>Poto
    Quindi se quanto dici è vero, anche Hug Jackmand dovrebbe essere finocchio? Perché da quello che si vede nelle foto, sopra è un armadio e sotto stuzzicadenti: foto.
    http://cdn.buzznet.com/media/jj1/2008/10/jackman-sixpack/hugh-jackman-six-pack-stomach-04.jpg

    >>>Anonimo 21 gennaio 2011 12:37
    Mandami prima una tua foto e poi ti dico se ti faccio iscrivere alla palestra dove vado io... ehehehe

    RispondiElimina
  27. >>>Il cinefilante
    Ah! Gli spogliatoi femminili!
    Se mi fai un dettagliato resoconto di qualche categoria femminile, non esiterò ad aggiungerla nella prossima rubrica!
    (semmai mandami una mail in privato, così non roviniamo la sorpresa...)

    >>>Matteo
    Ah ma io infatti ciabatte legate ai piedi e non le tolgo fin quando non infilo il piede nella scarpa.

    >>>l'ale
    No, giuro che quello che si perde le scoregge non mi è mai capitato. Ma adesso inizio a farci caso...

    >>>Piccololord.84
    Amen!

    >>>Ballestrero
    Ah, qui in zona da me c'è qualche circolo sportivo di quelli con il ba e i marmi di Carrara negli spogliatoi, ma io me ne tengo ben alla larga. Come diceva una vecchia pubblicità: perché pagare di più?
    Comunque mi hai fatto venire in mente la categoria ex culturista. Nella mia palestra ce ne sono almeno 2, e li analizzerò meglio nel prossimo appuntamento.

    >>>trillo
    La doccia con le scarpe?!?
    No, vabbé... questa mai sentita veramente.

    >>>Anonimo 23 gennaio 2011 20:17
    Grazie, allora aspetta il prossimo appuntamento che ci sarà tra qualche settimana!!

    >>>(In)consapevole
    Si, anche da me ci sono, è vero. Lasciano l'asciugamano sulla panca e poi si fanno la doccia e quando escono percorrono mezzo spogliatoio gocciando. Che poi al massimo si può fare d'estate... ma d'inverno muoiono di freddo?!?

    RispondiElimina
  28. No faccio parte della categoria , faccio la doccia a casa, abito a 200 mt, hehehe

    RispondiElimina
  29. Lord, manca anonimo 21 gennaio ossia: dove vai in palestra????

    RispondiElimina
  30. >>>Teo
    Ah, allora la tua categoria sarà analizzata nella prossima tornata.

    >>>Anonimo 24 gennaio 2011 16:58
    No, no, ti sbagli, gli ho risposto.
    La domanda era:
    "Lord, mi devo iscrivere in palestra...Tu dove vai che mi iscrivo lì?
    E la mia risposta è stata:
    "Mandami prima una tua foto e poi ti dico se ti faccio iscrivere alla palestra dove vado io... ehehehe"

    RispondiElimina
  31. Ahahahah...tremendo...comunque siamo entrambi fidanzati...se ti mando foto c'è rischio infatuazione e cazzi e mazzi annessi...posso saltare questo incombente e sapere il nome del posto? Così, qualora vicino al posto di lavoro, mi iscrivo? E adesso non venirmi a chiedere in che zona lavoro...che non vale!

    RispondiElimina
  32. >>> Anonimo 25 gennaio 2011 13:15
    Dai, siamo seri, non ti posso mica dire il nome della palestra così su due piedi, senza chiedere qualcosa in cambio...?!
    Quindi per adesso ti dico che la mia palestra è in zona Piazzale della Radio, Viale Guglielmo Marconi.
    Io ho dato un'informazione a te e adesso devi darmene una tu a me.
    Voglio sapere il tuo nome (o il soprannome, fai come preferisci).

    RispondiElimina
  33. Non mancherò... butto giù il mio elenco al femminile e te lo mando per e-mail! eh eh eh

    RispondiElimina
  34. Caro Lord,non ti pare che siamo troppo "visibili" qui? Comunque ti alleni un pò distante dal mio ufficio (piazza del popolo). Forse dobbiamo valutare qualche pausa pranzo/caffè piuttosto che la palestra...almeno che tu non voglia depistarmi fornendomi indicazioni non veritiere....

    RispondiElimina
  35. >>>Il cinefilante
    Aspetto la mail allora!

    >>>Anonimo 26 gennaio 2011 12:07
    Perdonami, ma ho perso il filo del discorso... valutare qualche pausa pranzo/caffè per cosa??
    Come siamo passati da "devo iscrivere in palestra" a "pausa caffè"?
    Io ti ho chiesto solo un nome.... o sbaglio?

    RispondiElimina
  36. Ah si, vero...
    Quello l'ho proposto io vista la distanza dalla palestra...pardon, non volevo essere "invadente".
    L...

    RispondiElimina
  37. >>>L...
    Ah vedi, una lettera del nome sono riuscito ad ottenerla...

    RispondiElimina
  38. Beh, con un pò di sforzo capiresti che sei riuscito ad ottenre tutto il nome...ho vinto il caffè?

    RispondiElimina
  39. >>>L...
    Ehehehe... no.
    Cioè, tu mi vuoi passare da commentatore anonimo a caffè nel giro di 48 ore? Come direbbe mia nonna, troppa acqua deve passare sotto i ponti...
    Conosciamoci meglio e poi si vederà.

    RispondiElimina
  40. Dammi il modo di farlo..e poi commentatore anonimo un par de ciufoli....sono 2 anni che leggo sto blog...

    RispondiElimina
  41. Figurati che io sono sei anni che mi guardo i porno con Sagat, però non gli ho mai chiesto di prendere un caffè...
    Scherzi a parte; direi di finirla qui con questo botta e risposta, ché non mi piace usare un post pubblico a scopo privato.
    Se in futuro avrai altre cose da dirmi, c'è un e-mail a disposizione, basta leggere le FAQ.

    RispondiElimina
  42. Ok...mail inviata...

    RispondiElimina