Britney Spears e i teaser di Hold It Against Me


E siamo arrivati a quota sei.
Voglio dire, magari sono in pochi ad essersene accorti, ché effettivamente non è che la gente stia tutto il giorno collegata al sito di Britney Spears che insomma, lo farei anche volentieri, ma ho ben altre cose da fare nella vita e però vi informo che la signorina Spears è da una settimana che sta pubblicando frazioni di secondo del suo prossimo video Hold it Against Me.
Quando ho visto i primi due teaser ho pensato - Uh che bell'idea! - e poi però mi sono reso conto mancavano ancora quindici giorni all'uscita del video (previsto per il 17 febbraio) e insomma, come si dice... se te la tiri troppo poi finisce che ti si strappa e io direi che arrivati al sesto promo, questa storia ha già abbastanza rotto i coglioni e puzza anche di presa per i fondelli e ve lo dice uno che "Santa Spears piena di grazia, il Lord è con te...".
Nel senso; il primo teaser ha la stessa durata del battito d'ali di un colibrì e però ok, è il primo video promozionale e ci sta pure che lo fai durare una frazione di secondo per scatenare milioni di fans e però po si sono susseguiti: il secondo teaser che è praticamente inutile, il terzo che  ricicla spezzoni di vecchi video ormai divenuti storici, il quarto è fico, ma mostra chiaramente una controfigura di Britney circondata da una decina di ballerini e non venitemi a dire che quella è la Britta vera, perché l'abbiamo vista perfettamente come appare nelle ultime foto dei paparazzi e di sicuro non ha quel fisico da modella che ci vogliono far credere e però se queste sono le premesse, io direi che è tutto pronto per un vero ritorno con il botto e magari questa è la volta buona che tira fuori un video ai livelli di I'm a Slave 4 U, ché secondo me quello è stato in assoluto il suo video più bello e dove era veramente una gnocca da paura e c'era quel pizzico di dirty che ti fa pensare - Viè qui, che se te pio te sdrumo...! -.
Ecco, io da un video di Britney mi aspetto questo: un minimo di storia da seguire che mantiene viva l'attenzione dal primo all'ultimo minuto, un po' si zoccolagine e questo non dovrebbe essere un problema e soprattutto il momento coreografia, ché le finocchie vogliono poter ripetere in discoteca il balletto e quindi se in questo Hold it Against Me, la biondina non mi schiaffa dentro almeno quattro, cinque passi di danza da ripetere davanti allo specchio... allora giuro che non mi compro l'album. Ovvio che io non sono il tipo di finocchio che ripete le coreografie davanti allo specchio... ovvio (...e cin e sei e sett e otto, da capo!).

Togliamoci subito le informazioni quelle un po' più da addetti ai lavori e quindi vi dico che questo video sarà diretto da Jonas Akerlund che non è proprio un pincopallino qualunque, dato che nel suo lungo curriculum annovera lavori del calibro di Smack My Bitch Up dei Prodigy o Ray of Light di Madonna o Try, Try, Try dei The Smashing Pumpkins (tra parentesi, ma che fine hanno fatto gli Smashing Pumpkins?) e ha diretto anche i più recenti Paparazzi e Telephone di Lady Gaga e questo significa che in casa Spears hanno finalmente rotto il salvadanaio a forma di porcellino e, dopo aver controllato quanti spicci son rimasti, hanno deciso di ingaggiare un regista di fama mondiale e direi che la scelta non è stata affatto sbagliata dato che forse è la prima volta da quando Britney è impazzita, che tentando di farle fare un epic return. Anche perché quando fu la volta di Gimmie More, le fecero fare quel video ripreso con la web cam del computer che si... per carità... bello e ti vogliamo bene... però che è sta roba? E anche con Circus non è che si siano sprecati molto con la promozione.
Insomma, questa volta le cose sembrano essere cambiate e pare che vogliano veramente far tornare Miss Spears in grande stile e il mondo la deriderà ancora una volta, come quando nel 2007 la gettarono sul palco degli Mtvnonsocosa facendole fare la figura di merda più grande d'America (battuta solo da Christina Aguilera in questo ultimo Super Bowl), oppure questo video diventerà storico, di quelli che tra dieci anni ci ritroveremo a dire - ...e comunque Hold it Against Me non lo supera nessuno! -?
Le premesse fanno ben sperare e aggiungo anche che dopo la rottura di palle dei 16 teaser, non puoi presentarti con un video inutile, perché altrimenti scateni l'ira funesta dei fan.
E poi diciamo anche un'altra cosa: ormai la concorrenza è spietata e di scettro di regina del pop ce ne è solamente uno e Lady Gaga dopo aver letto i dati di vendite ottenuti da miss Shampista Spears (411 mila copie solo negli Stati Uniti e solo nella prima settimana di vendita che hanno completamente stracciato il precedente record detenuto da Taylor Swift che ne aveva vendute 325 mila), non rimarrà di certo a guardare e l'attesa per la sua Born This Way è decisamente alta e son pronto a scommettere che la signorina Gaga Germanotta, pur di fare meglio della Spears e stupire tutti i fan, farà i fuochi d'artificio dal culo. E scusate la volgarità.
Che poi diciamolo chiaro e tondo, al mercato attuale non glie ne frega più un cavolo della bella canzone; ormai la concorrenza è talmente ampia che è tutto un rincorrersi di singoli e facce nuove che provano ad emergere e quello che conta non è più la melodia, ma trovare il modo giusto per far colpo sul pubblico e il pubblico di oggi vuole il personaggio e ecco perché c'è bisogno di tutta questa promozione e ecco spiegato il perché dei 16 teaser e ecco perché la necessità (nel caso di Lady Gaga) di presentare il suo nuovo pezzo ai Grammy Awards.
Siamo ormai entrati nell'era del "Quello che si vede, conta di più di quello che si sente"?


Share on Google Plus

About Lord79

Se Lord79 non vi piace, sappiate che mi chiamo Emilio.
    Blogger Comment

15 commenti:

  1. amore la musica e' come la moda... che vogliete essere o no parte del mio pensiero e cosi...

    la gente compra solo quello che vede...

    se lei rompe cosi le scatole co sti "minivideo".. la gente.. oups meglio le finocchie!!! incuriosita anche se nn lo compra lo va almeno a guardare... cosi nella moda... ci son cose bellissime nei negozi... ma se la gente non l hai visto in sfilata passa oltre!!

    Biagina

    AMEN

    RispondiElimina
  2. Siamo ormai entrati nell'era del "Quello che si vede, conta di più di quello che si sente"?

    Eh mi sa di sì... Poi certo, quello che si sente conta comunque moltissimo, ma di solito non c'è poi molta differenza tra quello che si sente e quello che si vede.

    Speriamo bene... Perché per i "ritorni" di britney ci sono sempre queste grandi attese, queste grandi premesse... Ma alla fine lei è sempre la solita pazza di Kentwood!! Secondo me non si recupera più...

    P.S. Gli Smashing Pumpkins non lo so che fine hanno fatto ma ho scoperto che la storia di Billy Corgan che ha interpretato il fratello di Super Vicky nell'omonima serie (SmallWonder) era una leggenda metropolitana, in realtà si trattava di un certo Jerry Supiran...

    RispondiElimina
  3. Per quanto concerne gli smashing pumpkins, ho letto che stanno lavorando ad un nuovo album e nel frattempo hanno trovato una nuova bassista.

    La line up attuale è la seguente:

    * Billy Corgan - Voce e Chitarra
    * Mike Byrne - Batteria
    * Jeff Schroeder - Chitarra
    * Nicole Fiorentino - Basso

    daniele

    RispondiElimina
  4. come direbbe F.F britni spirs... V A F F A N C U L O O O ^__^

    RispondiElimina
  5. Io non interpreto più le coreografie da quando, da fanciullo, tentando di fare il Flic Flac di "baby one more time" (ho sempre avuto grande ammirazione per i ginnasti ) sono rovinato a terra, di testa... se ci penso sento ancora il cranio vibrare, assieme alle fondamenta di casa.

    RispondiElimina
  6. Haa ha ha ha "se te pio te sdrumo...!"

    "Un po' di zoccolagine"

    Quando inizi nun te ferma nessunooooo hah aha ha!

    Basta mi fanno male gli addominali per le risate.

    Ciao bello (questo è troppo scontato pero') buona giornata.

    Pasquale --> Pimpulu79

    RispondiElimina
  7. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  8. Purtroppo Lord sono anni che la musica è sempre di più quello che si vede e non quello che si sente. O meglio, quello che vogliono farci vedere. In questo la nascita di Mtv è stata lo spartiacque definitivo... forse oggi paradossalmente c'è ancora più musica che vale realmente rispetto al passato (e questo anche grazie ad internet, che è stato una mano santa per tutti i gruppi indipendenti)... il problema è che questa musica, appunto, rimane indie... non riesce ad arrivare al grande pubblico. Cioè nel 1970 tra gli album più venduti negli States c'erano Simon&Garfunkel, Led Zeppelin, Beatles, Santana! Nel 1980 l'album più venduto è stato The Wall dei Pink Floyd!! Nel 2010 gli album più venduti sono stati quelli della Swift, Bieber, Kesha, Gaga, Boyle!
    Il confronto è impietoso.

    PS: se gli Snashing Pumpkin devono tornare per rifare un neo Zeitgeist... possono pure restare a casa! Voglio ricordarmi Corgan per quei capolavori di Siamese, Mellon e Adore. :))

    RispondiElimina
  9. >>>Biagina
    Sono per metà d'accordo con te e per metà no. Se da una parte è vero che il pop vende anche (e soprattutto) grazie al marketing che c'è dietro, è anche vero che molti artisti si fanno apprezzare solo per la loro musica e mi viene in mente Adele che ha fatto due album uno più bello dell'altro e lei è una di quelle che non va di certo in giro a vendere la sua immagine. Ovvio che i grandi numeri che portano a casa Lady Gaga e Britney, Adele (e quelle come lei) se li sogna... ma tutto sta a darsi degli obiettivi.

    >>>Enrico*
    Ah guarda, hai detto una cosa troppo vera: "di solito non c'è poi molta differenza tra quello che si sente e quello che si vede".

    >>>daniele
    Speriamo tornino presto con un pezzo all'altezza del loro passato.

    >>>*NatoStanco*
    Ma si può dire Vaffanculo sul blog?

    >>>vittorio
    Ahahahaah! Dimmi che è una storia inventata, ti prego.

    >>>Pimpulu79
    No, vabbé... io ti ringrazio, ma non erano neanche due battute così divertenti... ehehehe. Grazie caro.

    >>>Giovanni
    Come non essere d'accordo con te? Intendiamoci, un mondo fatto solo di gruppi alternativi sarebbe fin troppo noioso e un po' di pop a rallegrarci le giornate ci deve stare. Il problema è che il mercato investe troppo in una sola direzione, dimenticandosi completamente del resto. Voglio dire, stai parlando con uno che ha tutti gli album di Britney (tra originali e mp3) e quindi sono il primo a dire che Britney is the Queen e non voglio assolutamente passare per lo spocchioso con la puzza sotto il naso, però non di solo pop è fatta la musica e concordo che ci sono dei gruppi indie veramente meritevoli. E qualcuno grazie al cielo ce la fa.

    RispondiElimina
  10. E' tutto vero, in quel momento mi sentivo di potercela fare e feci il tentativo.

    RispondiElimina
  11. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  12. direi lord che in questo caso "il vaff..." si può dire perchè trattasi di una citazione del testo di fabri fibra...

    RispondiElimina
  13. >>>vittorio
    Sai vero che potevi rimanerci?

    >>>*NatoStanco*
    Si, si, ma infatti scherzavo, figurati semi metto a fare il moralista. vaffanculo si può dire tranquillamente... e poi se lo dice fabri!

    RispondiElimina
  14. E si, credo anche che al momento dell'impatto mi sia passata davanti tutta la vita ahahah, ehhhhh beata gioventù, di gomma aggiungerei:-)

    Ho scoperto leggendo il tuo blog che sei un ex ginnasta, hai tutta la mia stima, non per l'"ex" ma per il "ginnasta", complimenti!

    RispondiElimina
  15. >>>vittorio
    Sì, ex ginnasta. Un tempo fare il flik era una passeggiata. Oggi morirei aprendomi come un libro.
    Oh, manca un solo giorno al video di Britt!!

    RispondiElimina