Lady GaGa e il video di The Edge Of Glory


AGGIORNAMENTO DEL 19 GIUGNO 2011

Quasi tutti delusi i little monster più accaniti, nel vedere il nuovo video di colei che ha dato un nuovo significato alla parola sobrietà: Lady GaGa.
E infatti se nel corso degli anni ci aveva abituato a video spettacolari e con trovate "geniali" e chi più ne ha più ne metta, pare proprio che per il videoclip di The Edge of Glory, Lady GaGa abbia deciso di percorrere la strada della morigeratezza e niente ballerini, niente coreografie, niente abiti teatrali; solo lei che sale e scende le scale e balla pazza pazza pazza su una terrazza come se non ci fosse un domani.
Ok, se adesso volessi fare un commento da superficialotto da quattro soldi, vi direi come hanno fatto in molti: - Ma che è sta poracciata!? Datte all'ippica e abbandona le ambizioni da regista! - e Dio solo sa quante frasi di questo tipo ho letto in questi giorni sul web.
Eppure secondo me, dietro ogni mossa del GaGa Team c'è sempre una scelta ragionata e, anche se questo The Edge of Glory è quanto di più inutile ci sia sul mercato in questo momento, ma roba che anche Kelly Rowland ha sfornato un video più ricco di pathos [VIDEO], io invece penso che questa sia una scelta più che ragionata e vedo dietro questo video un chiaro omaggio a quei benedetti anni ottata/novanata che ritroviamo un po' ovunque in questo suo disco.
E così ecco spuntare un Versace Vintage al posto dei soliti vestiti strambi e uno potrebbe dire: - Ma non poteva farsi dare un Versace della collezione attuale? - eh no belli miei, questo è pieni anni novanta (Biagina aiutami se sbaglio, che su questo sei più ferrato di me) e rispecchia alla perfezione il suo concept del momento "prendiamo tutto quello che troviamo di quegli anni e facciamo finta che lo abbia inventato io". E così eccola splendida in un corsetto in pelle nera con borchie dorate e mega pataccone con medusa stile Gianni tempi migliori e poi... scusate, fatemi aprire una parentesi: ma che è 'sta collaborazione improvvisa con Versace? Cioè, roba che pure all'EuroPride, mentre parlava di diritti e uguaglianza e amore e volemose bene, a un certo punto se ne è uscita con i ringraziamenti per Donatella e Gianni che le avevano prestato quel vestito. Voglio dire, ma che c'entrava in quel momento questo ringraziamento? Come direbbe mia zia, c'entravano come i cavoli a merenda e a questo punto perché non salutare anche la Max Factor per il trucco e Fructis di Garnier per l'acconciatura?
Comunque vabbè torniamo al video; il tutto si svolge in un set di cartapesta e si vede lontano un miglio che è tutto finto e pare il presepe di Piazza San Pietro e comunque io che non sono di memoria corta ci vedo chiari riferimenti al finto set di Billie Jean [VIDEO] e anche lì la bonanima di Michael se ne andava a spasso per una New York di cartone e la telecamera fissa su di lui e anzi... se vogliamo parlare di telecamera fissa su di una pazza scatenata che balla senza motivo, allora come non tornare con la memoria a quella Jant di mille anni fa, che nel video di The Pleasure Principle [VIDEO] zompettava come un'ossesso accennando passi di danza e coreografie decise un minuto prima?
Ok, quelli erano Janet e Michale e guai a chi me li tocca, ma nessuno potrà togliermi dalla testa l'idea che per questo The Edge of Glory, la GaGa abbia preso spunto proprio da quegli anni lì, di quando i video si facevano con pochi soldi e puntando tutto sulla bravura indiscussa del cantante. Molto So 80's.

Share on Google Plus

About Lord79

Se Lord79 non vi piace, sappiate che mi chiamo Emilio.
    Blogger Comment

14 commenti:

  1. Per quanto mi riguarda ne potevamo farne tranquillamente a meno di questo video... anche perchè è inconsistente, privo di contenuto insomma! E, opinione personalissima (so che andrò contrò migliaia di gay gaghiani ahahah), questo è dovuto al fatto che THE EDGE OF GLORY non era nato come singolo (un motivo ci sarà no!) e non è nulla di eccezionale, a differenza di altre canzoni dell'album.
    Lord direi che puoi tranquillamente dedicarti al tuo loft hihihi

    RispondiElimina
  2. la canzone non era per niente male ma il video fa veramente pena! è solo lei che si muove in giro su una ringhiera e "balla" su una coreografia penosa!
    Andate a vedervi l'ultimo video di Katy Perry quello *spacca* :)

    RispondiElimina
  3. vogliamo un post sul loft! :))

    RispondiElimina
  4. da cosa lo hai capito che è vestita versace vintage??? ahaha

    biagina

    RispondiElimina
  5. anche io rendo solo con l'acqua alla gola.
    per esempio, stamattina ho dato una consegna iniziata solamente un'ora prima. Ed era in programma da due settimane.

    Siccome mi son fermato alla prima riga del post, non commento Lady Gaga, aspetto di sentirla da Ale ;)

    RispondiElimina
  6. http://www.slantmagazine.com/house/2011/06/video-review-lady-gaga-the-edge-of-glory/

    RispondiElimina
  7. la mise era dell'ultima collezione di gianni versace come si legge sulla sua pagina fb!!! a me questo video piace, sarà forse perchè la canzone mi piace molto...e penso che ci saremmo scocciati di un'altro video di dieci minuti e passa di idee mescolate senza senso (tipo judas, per dire....)

    RispondiElimina
  8. @ Nicola: ma no, Judas ha delle simbologie pazzesche con il Nuovo Testamento!! ;D

    RispondiElimina
  9. >>>awkward
    Dopo aver letto le mie impressioni rimani sempre dello stesso parere?

    >>>sux92
    La canzone è una delle mie preferite, il video è una mossa di mercato che probabilmente non è stata compresa.
    Il nuovo di Katy Perry è simpatico, ma io quella non la sopporto. Perdonami.

    >>>Roccia
    Ah guarda, non c'è proprio nulla di divertente da raccontare a riguardo!

    >>>biagina
    Mha! Chiamalo pure intuito femminile...

    >>>Matt
    No, io non rendo affatto meglio sotto pressione, anzi, odio essere sotto pressione.
    Ho sonno.

    >>>Armax
    Mi fa piacere scoprire che nonostante non sia un critico e non ci capisca nulla di musica, abbia Janet Jackson nominato e il suo The Pleasure Principle proprio come quelli di slantmagazine!
    grazie per la segnalazione.

    >>>nicola
    Vabbè, Judas era proprio orrido...

    RispondiElimina
  10. Beh, se la regista è lei allora si spiega tutto.
    Ottima la fotografia (almeno quella), coreografie senza senso, non programmate, il setting è ok ma io con una videocamera in mano ed un muro avrei avuto 453 idee diverse! Pessimo il sassofonista che emula di suonare anche quando non c'è alcun sassofono in sottofondo. Il ritornello spacca ma nel video non c'è nulla di esaltante. Oltretutto io avrei licenziato il cameraman o, a questo punto il tecnico di montaggio dato che alcuni fotogrammi si commentano da soli. Trovata commerciale riuscita malissimo, un video che non rende giustizia alla canzone. Avranno voluto risparmiare dato che per Juda non si son regolati? ...o forse per mancanza di tempo hanno arruffato su questo scempio? Non lo so, se intendeva stupirci, lo ha fatto ma in negativo così più che un video "semplice" io lo definirei semplicistico!!!

    RispondiElimina
  11. Concordo con te, il video di "The Edge Of Glory" è chiaramente un omaggio agli anni '80 e ai video di cartapesta di quel periodo. Scenografia e luci sono perfette e assolutamente convincenti proprio in virtù della loro palesata artificiosità. Altro discorso andrebbe fatto per il mediocre video di "Born This Way" e il pessimo "Judas", dove tutto è il contrario di tutto e dove la confusione regna indiscussa, non tanto per un articolato disegno del regista quanto per una gratuita pretenziosità degli addetti ai lavori.. "Vorrei ma non posso".

    Lorenzo, TV

    RispondiElimina
  12. @matt: eheh, le simbologie, è vero, ci sono!!! ma per me rimangono ingarbugliate e mescolate a cose senza senso, tipo la scena sirenetta sugli scogli :D però, la coreografia l'ho imparata subito, quindi direi che il video funziona :DDD

    RispondiElimina
  13. @matt:
    ..anche perché, diciamocelo, sono capaci tutti a utilizzare l'iconografia cristiana o comunque ricorrere a simbologìe religiose. Altra questione è articolare e veicolare un messaggio, seppure indiretto o velato, che sia concreto e logico. L'arte non è mèra confusione, né banalizzazione della memoria comune. Per quanto mi riguarda, l'arte è un modo alternativo di comunicare, che non sfrutta gli usuali codici di enunciazione. Non serve una laurea in semiotica per accorgersi delle "simbologìe pazzesche", come le chiami tu (!!).. ma in che modo questo dà valore al prodotto?
    Non ci vuole niente a girare un video con dei rimandi al Vecchio o Nuovo Testamento, né al Corano.. E dunque? Questo sarebbe sufficiente per sancirne il valore artistico? Cheap, cheap, cheap… che non è il verso dell’uccellino :-)

    Lorenzo, TV

    RispondiElimina
  14. Ma...allora...concordo con tutto...chiaro omaggio agli anni 80 dalla semplicità alla location (sembra l'esterno di una casa tipo I ROBINSON o quelle cose lì...), ma la Gaga ha indossato capi vintage anche in vecchi video (vedi telephone). L'outfit è tutto vintage ma direi inizio anni 90 (la blusa) e un po' più avanti il resto... Comunque lei ha indossato sempre capi di tutti...da Armani a Versace ecc....il fatto che ora Versace stia investendo per vestirla (perchè non fatemi credere che Formichetti abbia deciso da solo), la porterà ad indossare spesso i loro capi in questo periodo...così come l'anno scorso aveva fatto per Armani. Non ci vedo niente di strano....Comunque il video nasconde la MANCANZA DI IDEE dietro al mood anni 80...una gagata molto furba!

    RispondiElimina