Il primo bacio non si scorda mai


...che poi qui è tutto un impazzire per questo nuovo telefilm che parla di questi ragazzetti ricchi e con la puzza sotto il naso e loro dovrebbero essere poco più grandi di me e però ogni giorno vivono dei problemi che porco giuda, io spero di non avere neanche a cinquant'anni e invece questi continuano a fidanzarsi e litigare e lasciarsi e fare pace e rimettersi insieme e io mi perdo nelle loro storie pensando - "...che cavolo, sono troppo uno sfigato se ancora devo dare il mio primo bacio? - ed è il 1992 e la scuola sta per finire e il mio compagno di banco che ha il fascino tenebroso di Dylan, mi sta dicendo: - ...guarda che è semplice, ti avvicini e le metti le labbra sulla bocca, che ci vuole?! - e ok; la teoria sembra facile e però ho il presentimento che nella pratica sarò un disastro totale e ogni sera prima di addormentarmi ripasso minuziosamente i dettagli e prima mi avvicino e poi le nostre labbra si toccano e io spingo dentro la lingua e... e poi che faccio? La muovo tipo tornello della metropolitana o stantuffo avanti e indietro o rimango fermo aspettando che sia lei a fare qualcosa? Esiste un libro che mi spieghi cosa fare una volta dentro?
Comunque il problema non si pone, perché la tipa che mi piace si è appena fidanzata con uno di terza e quindi lei è una puttana e lui uno stronzo.
Che poi voglio dire, c'è forse qualcosa di male nel voler aspettare? Potrei uscire ora dalla classe e baciare la prima femmina che incontro nel corridoio e invece io voglio dare il primo bacio a qualcuno che mi piace veramente e forse credo troppo nelle favole e forse sono un po' tonto, però non voglio dare il primo bacio a una che non mi interessa solo per poter dire di averlo fatto.

La scuola è finita e ho il diario pieno di compiti e tra matematica storia e geografia, il compito che più mi dà pensiero, è baciare qualcuna prima che ricominci la scuola e stiamo sul traghetto e la nostra destinazione è la Sardegna e ci aspetta un villaggio turistico nei pressi di Santa Teresa di Gallura e quando hai 13 anni, il villaggio turistico è un posto pazzesco e hai l'impressione di essere indipendente e puoi fare come ti pare e esci a tutti le ore e io sono abituato al coprifuoco che neanche nella Berlino dell'Ovest e invece qui posso essere libero di fare tardi quanto voglio e mamma e papà non sono preoccupati, perché qui non posso cacciarmi nei guai e invece si sbagliano, perché un pericolo c'è e si chiama Eleonora.
Eleonora è di qualche anno più più grande di me, ha gli occhi grandi e verdi e i capelli scuri che le cadono sopra le spalle e il seno le spinge da sotto la maglietta e l'apparecchio fisso le illumina il sorriso e mio fratello continua a ripetermi che con quei ferri nella bocca, prima o poi mi taglierà le labbra e io ci rimango male e lui dice che tornerò a casa sanguinante e la chiama fauce meccanica e a me Eleonora piace e non mi interessa se mi taglierà la lingua come fosse una trappola per topi;  io ad Eleonora un bacio glie lo devo dare.
Facciamo il bagno insieme e andiamo fino a dove non si tocca e rimaniamo abbracciati sostenendoci a vicenda e dico tra me: - Adesso la guardo negli occhi, le sorrido e la bacio... - e allora la guardo negli occhi e il cuore mi batte a mille e le sorrido e il cuore sembra uscirmi fuori dal petto e poi aspetto un secondo di troppo e il momento passa e io non la bacio più e mi sento un idiota.
Il suo bungalow e dall'altra parte del villaggio e io l'accompagno e siamo mano nella mano e rimaniamo a parlare all'ombra di oleandri troppo cresciuti ed è il momento giusto e mi avvicino e penso - Oh cazzo ho la gomma in bocca e non posso dare il mio primo bacio con la gomma in bocca! - e mi giro da un lato e la sputo lontano e poi la stringo tra le braccia e lei mi sorride e il sole si riflette sul suo apparecchio fisso e mi abbaglia un occhio e le nostre lingue umide si toccano e penso al mio gatto che invece ha la lingua ruvida e sia chiaro; non ho mai pomiciato con il gatto, però si sa che i gatti hanno la lingua rugosa e secca e ora che sono dentro la bocca di Eleonora mi accorgo che non c'è poi così tanto spazio per ruotare la lingua come un'elica e penso a Brandon e penso a Kelly e questo è il mio primo vero bacio.

Eleonora è partita e mi ha lasciato un bigliettino di saluti e lo ha sigillato con un suo bacio e io lo ho bagnato con le mie lacrime e sono tornato a Roma e mi pare di avere un sorriso ebete stampato sul volto e anche Eleonora è di Roma e ci scriviamo un paio di lettere e poi però abitiamo lontani e la scuola ricomincia e noi non ci vedremo mai più.
E comunque sia chiaro, in quella vacanza di baci ad Eleonora ne ho dati tanti quante sono le stelle di notte e  le mie labbra non si sono mai impigliate nel suo apparecchio e non sono mai tornato a casa con graffi o tagli e però nonostante questo, mio fratello ha continuato a chiamarla ugualmente fauce meccanica...
Share on Google Plus

About Lord79

Se Lord79 non vi piace, sappiate che mi chiamo Emilio.
    Blogger Comment

12 commenti:

  1. Si vede che la gente è in vacanza, i commenti alla bellissima iniziativa della header story languono, eppure merita tantissimo!

    Quanto alla povera bambina, si sarà mai ripresa dallo shoch quando ha scoperto una traccia di rossetto (non suo) sulle labbra tornando a casa? :)

    RispondiElimina
  2. Ma che bello questo racconto della tua ingenua adolescenza! :)
    E così scopro anche un altro aspetto di te che non conoscevo guarda un pò...
    Io ho dato il mio primo bacio a 19 anni.. pensa un pò quanto ero in ritardo rispetto ai miei coetanei, ma questo è dipeso in gran parte dal fatto che a me le ragazzine non mi hanno mai detto nulla, perchè sennò considerando il numero di amichette che avevo (alcune oggettivamente molto carine!) avrei baciato già dal primo superiore. In fondo però non è stato così drammatico arrivarci un pò in ritardo! ;)

    RispondiElimina
  3. Bel racconto, quasi commovente. Mi ricordo il mio primo bacio con lingua e l'horror vacui che mi colpì quando lei spalancò la bocca e io pensai "e adesso che cazzo devo fare?".
    Ah, e comunque leilì fu la mia prima fidanzata. Questo per dire che anch'io ci tenevo a dare il primo bacio a qualcuno che amavo.
    Imbranatezza mista a sentimenti profondi: che bei ricordi!

    RispondiElimina
  4. Io non ne sono sicuro!!! (di ricordarmelo....) Eravamo alle medie, non ricordo l'anno, mi ricordo solo che mi sono messo assieme a lei solo per emulazione cioè i due più fichi della scuola le facevano la corte (solitamente i più fichi sono i più vecchi invece qui erano miei coetanei) e allora anch'io le ho fatto la corte (lei non era "proprio" bella..., ma una delle più mature e quindi affascinante per noi pischelli), insomma vuoi il caso, vuoi che sono sempre stato irresistibile: Lei ha scelto ME!!! WOW, battuti, schiacciati, umiliati!!! Detto questo però non ricordo il bacio ché sicuramente c'è stato, eravamo "insieme" e vuoi che non ci sia stato? E poi, in tutte le occasioni della mia vita (poche le occasioni, molto poche, meno di quello che mi sarei augurato ma tant'è) ho sempre infilato dentro qualcosa (e qui si capisce la mia frequentazione ad Oxford), vuoi che quella volta neanche un pezzettino di lingua? Eppure sono sicuro che quello era il mio primo bacio. Poi di primi baci e altro ne sono capitati ed è vero, è sempre bello e mi auguro che sempre la vita ci proponga "prime cose" è bello scoprire, esplorare no?

    RispondiElimina
  5. Altro che se me lo ricordo anche se è iniziato come una lezione sul bacio tenuta da un mio amico che poi è proseguita con varie prove e con tutto il resto.

    RispondiElimina
  6. Io faccio parte della schiera dei "baciati"... Lei era una tipa aggressiva e quando vide il mio imbarazzo mi "immobilizzò" (letteralmente) e mi bacio, sotto la pioggia (che "romanticità")... con litri di saliva! che orrore!!! A me devo dire la verità non piaceva, la scelsi per "archiviare la pratica baciare prima che finisca il 2000" :)))infatti dopo quella sera la evitai a tutti i costi, mentre lei mi rincorreva dovunque...
    Poi per un po' di tempo mi crogiolai nel motto di un mio amico "Il primo bacio è quello vero.." e quindi stavo là a pensare tra i vari successivi baci quale potessi considerare il primo... credo oggi sia stato quello con Faby, che tra l'altro era una delle più fighe della scuola... ricordi ormai persi nel passato!Ricordo era il compleanno di un mio compagno di classe che fu poi bocciato e che non ho più frequentato, che la situazione fu da telefilm: pista da ballo, all'improvviso il lento (OMG)e poi il bacio...Vabbè potrei star quai a parlare per ore, ma il blog è di Lord!

    Grazie Lord, non so se l'abbia fatto apposta per accontentare una mia richiesta, ma un po' di sana dolce malinconia ci voleva proprio!

    Ciaooooo
    NaLiRm

    RispondiElimina
  7. Niente rende meglio l'idea dell'adolescenza che stavi vivendo di "dove non si tocca"

    RispondiElimina
  8. Naaaaa lord, mi s'è fottuta tutta la prima parte del post te lo rimetto tutto.
    Sorry

    Il mio primo bacio l'ho dato in un vicolo a Pietrasanta.
    Prima che Pietrasanta diventasse quell'inutile ricettacolo di pseudo artistoidi radical-chic, noi ragazzotti eravamo soliti fare lo struscio di sabato pomeriggio in via di mezzo.
    Avevo 15 e lei si chiamava Chiara.
    Era amica di mia sorella e mi voleva a tutti i costi ad ogni costo ed io che per l'universo tutto ero il frocio del paese quale occasione migliore di una ragazza trofeo?
    Ora io a 15 anni non è che ci pensassi tanto al fatto di essere gay nè ad avere la tipa ma si sa a quell'età non ti rendi conto che è tanto meglio una sana impopolarità ad una vita da omologato cortigiano dei vincenti della scuola.
    Vuoi essere come tutti gli altri e non capisci che in realtà sbattendoti in faccia violentemente la tua diversità ti hanno fatto un favore, hanno già fatto metà dell'opera.
    E gratis.
    Insomma sta Chiara smenava mia sorella che mi voleva a tutti i costi e chi ero io per deluderla?
    Quindi usciamo, tra l' altro lei era tipo una Brigitte Nielsen castana e col senno di poi mi rendo conto che la cosa fa curriculum da morire anche perchè nella mia breve vita etero a intermittenza ho limonato con Debra Winger, Brigitte Nielsen, la chiattona bianca di Glee e una tipo Sabrina Ferill.... ma torniamo a Chiara.
    Insomma usciamo di sabato.
    A me già il fatto che fosse più alta di me mi dava assai noia e che potessimo gareggiare a chi c'aveva le spalle più larghe mi faceva tanto amicizia goliardica da spogliatoio che ho sempre rifuggito come le repliche di "ma come ti vesti" - qui mento, le guardo sempre perchè amo odiare enzo miccio e i suoi inglesismi - comunque esco co sta valchiria.
    Ora mi stava anche abbastanza sul cazzo perchè era la donna del possibile nel senso che non se stava zitta un minuto e tutto era possibile e bla bla bla ma insomma ce dovevo provare....
    Si fa na passeggiata, si piglia un gelato, ci sediamo sulle scalette di un vicolo, così siamo più o meno alti uguali, ci guardiamo negli occhi e lei ad un certo punto si dichiara e io nel frattempo decido dove mettere la croce:
    A) scoppio a ridere
    B) ma se le dico che so frocio mi lascia perdere?
    C) chiamo mia sorella e le dico se ha un'amica più femminile?
    Sto per accendere la C e mi ritrovo 2 metri di brigitte nielesen in gola.... aveva preso il gelato alla banana e io sono allergico alle banane, niente battutacce vi prego, quindi in realtà con quel sapore in bocca mi veniva un po' la nausea.
    Insomma questo è stato il mio primo bacio, praticamente ho limonato con la sosia di un'attricetta anni 80 che aveva l'alito che sapeva di banana.
    Ogni tanto ci passo ancora da quel vicolo, è più o meno rimasto come allora anche se non ci avevo mai più pensato alla storia della Brigitte e della banana.
    G

    RispondiElimina
  9. Il commento di Roccia è quello che si dice un ammazza-thread: dopo una fulminante battuta del genere non c'è più niente da poter dire, tanto di cappello :)

    RispondiElimina
  10. Troppo tenero questo flash-back! Io non ho mai avuto la preoccupazione del primo bacio, non so perchè, forse perchè mi limito ad affrontare le situazioni senza fasciarmi la testa! Cmq il primo bacio è stato anche per me con una raga, ma ricordo solo il posto (un parco) ed il freddo (-45°c). Poi però dopo circa 6anni, quando ho baciato il mio primo ragazzo, "Ma sei sicuro che sono il primo ragazzo che baci?" Esperienza. ;-)

    RispondiElimina
  11. @Paolo: tieni pure il cappello :)

    Ma il Lord che fine ha fatto? Ha programmato il post mentre in realtà se ne sta sulle spiagge di qualche isola tropicale a baciare per la prima volta un nero, un bodybuilder, uno sposato, un bodybuilder nero sposato etc. per poi scriverci qualche post? (ah, il sacrificio dei blogger romani è commovente!)

    RispondiElimina
  12. che cucciolone! tuo fratello è un indigno.. anche se fauce meccanica è quantomeno geniale.. quando ci racconti il tuo primo bacio gay??? hop hop non farti attendere!

    RispondiElimina