Contagion


Ma tipo che quest'estate New York era completamente invasa di questi manifesti di Contagion, che mi ero proprio incuriosito e poi c'è Jude Law e Matt Damon e Kate Winslet e voglio dire; Kate Winslet ha mai fatto un film brutto nella sua vita?
Sì, Contagion.
Ma tipo che finito il film, sono uscito dalla sala di corsa e mi son detto - Ma porcaputtana Kate, non ti manca nulla, sei bella ricca e famosa; ma per quale cavolo di motivo hai partecipato a una vaccata simile? -. Poi però ho scoperto che la Winslet è una grande amica di Steven Soderbergh e allora ok, per gli amici si fa questo e altro e però che cazzo, ma proprio in Contagion dovevi apparire? Che ne so, non potevi fargli il favore di recitare in Erin Brockovich?
Ma tipo che l'unica cosa interessante di questo film, è vedere il ritorno sul grande schermo di Gwyneth Paltrow e voi adesso direte - Di chi??? - ma si dai, Gwyneth Paltrow quella sciapa bionda che ai tempi di Sliding Doors sembrava dovesse spaccare Hollywood e poi invece l'hanno relegata a ruoli marginali  e che non contano un cazzo e infatti anche in questo film Gwyneth muore più velocemente di Maria Grazia Cucinotta in 007.
Ma tipo che poi questo film è bello anche perché è un po' come una rimpatriata con i compagni del liceo, ché Gwyneth aveva già recitato al fianco di Jude Law e Matt Damon nel lontano 1999 nel film Il Talento di Mr. Ripley [VIDEO] e se per caso non li avevate riconosciuti, è solamente perché Matt negli anni novanta pesava tipo cinquanta chili e invece adesso cinquanta chili non ci pesa neanche con una coscia e poi Jude Law che un tempo era un fico da paura e ora invece lo guardi e dici: - Oh Gesussantissimo, ma questo è lo stesso Jude Law che negli anni novanta mi sarei fatto in ogni posizione?! -. Ma in fin dei conti gli anni passa per tutti e alcuni con il tempo migliorano e altri invece peggiorano e c'è da dire che a loro due ha detto proprio una sfiga nera.
Ma tipo che vabbè, la trama del film è non è poi così originale e parla di un virus sconosciuto che si diffonde rapidamente contagiando e uccidendo tutti nel giro di pochi giorni e non riesco a capire se Soderbergh avesse intenzione di fare un thriller apocalittico da box office americano, oppure se l'intenzione fosse quella di girare un film d'autore che indagasse sulla psicosi collettiva e questo Contagion è un compromesso né carne né pesce, che annoia dall'inizio alla fine.
Ma tipo che non ho mai fatto così tanti sbadigli in vita mia, che quasi mi si stava slogando la mandibola e a nulla è servito il montaggio veloce e frenetico che vuole raccontare di quanto velocemente possa diffondersi un virus attraverso un semplice colpo di tosse o salendo sulla metro o mettendo la mano in una ciotola di salatini e niente; l'impressione finale è solamente quelle che Soderbergh avesse fatto un film lungo tre ore e che poi per motivi di distribuzione siano stati costretti a tagliare e sforbiciare la pellicola per arrivare ai consueti 105 minuti richiesti.
Ma tipo che per non capire un cazzo di cinema, io rimango della mia idea che Steven Soderbergh sia un regista proprio sopravvalutato...
Share on Google Plus

About Lord79

Se Lord79 non vi piace, sappiate che mi chiamo Emilio.
    Blogger Comment

8 commenti:

  1. No dai, lascia fa che secondo me Jude Law è sempre sdraiabilissimo...

    Io cmq sto Contagion me lo voglio vedere lo stesso. Ecco, magari eviterò di buttare via i soldi del biglietto e aspetterò di trovarlo, ehm, in altra maniera.

    RispondiElimina
  2. Non l'ho visto, ma a questo punto... dopo essermi spisciato per la tua recensione... posso farne a meno del tutto di vederlo :D

    RispondiElimina
  3. Ma tipo che non ti è piaciuto?

    RispondiElimina
  4. E a te cosa piace della nostra Britney? :)

    http://piovenettare.blogspot.com/2011/08/assistere-alla-consegna-del.html

    Scrat

    RispondiElimina
  5. assolutamente d'accordo con te sulla scontatezza di questo film... cast da paura, tanto che mi viene da pensare che li abbiano ricattati, e regia decente..
    unica nota "originale" il colpo di scena finale, sicuramente incentivato da qualche casa farmaceutica, stanca di esser tacciata ormai da anni come spacciatrice di virus e batteri indistruttibili al solo scopo di permettere la produzione dell'antidoto e far soldi! insomma siamo un popolo di pecoroni ma c'arriviamo a capire che dietro le lobby farmaceutiche girano più soldi che per il petrolio...e se per il petrolio fanno guerre su guerre immaginiamoci quello che possono per produrre un vaccino!
    forse non molti di voi conoscono la storia di barbara ensoli: studia da anni il vaccino sull'hiv, adesso è in africa finanziata dall'istituto superiore di sanità. è stata minacciata svariate volte quando conduceva ricerche qui in italia, questo a dimostrazione di quanto interessate siano le case farmaceutiche alla questione "soldi"! vabbè scusate le sfogo, approfondirei volentieri, visto che faccio ricerca di base, ma credo non è nello spirito di questo post! un abbraccio

    RispondiElimina
  6. Me l'hai smontato, io proprio riponevo tutte le mie aspettativi di questo fine 2011 in Contagion. E in Gwyneth.

    RispondiElimina
  7. Che poi come ha detto Joan Rivers.
    "Mi hanno già chiamato tre o quattro coppie di amici dicendomi che questo film è imperdibile: la Paltrow muore subito. E' stupendo."

    RispondiElimina
  8. L'ho visto ieri sera e partivo molto prevenuto. Anche la tua recensione sosteneva le mie pregiudiziali quindi non ero per nulla motivato alla visione.
    Beh, mi son dovuto ricredere: mi è piaciuto sia come regia, sia come vicenda e ritmo narrativo. Da parte mia lo consiglio.

    La cosa più inquietante però non è la mutazione del virus ma della stazza di Matt Damon :)

    RispondiElimina