Eliad Cohen #6


Ok, è iniziata una nuova settimana, siamo a settembre e direi che è giunta l'ora di riprendere in mano questo blog, ché le vacanze sono finite e basta guardare le foto dell'estate in modo nostalgico.
Che poi quest'estate è stata figa, perché mentre io stavo da un lato del globo, mi arrivavano le notizie in diretta, degli amici che stavano a Barcellona (santo WhatsApp) e mi son giunte voci di questo gruppo di israeliani che si muoveva sempre in branco manco fossero lupi e praticamente ogni volta che passavano loro, tutti si ammutolivano rimanendo senza respiro e Eliad Cohen è ormai una nostra vecchia conoscenza e non si separava un attimo dai suoi amici boni. Amici che ritroviamo anche dentro questo terzo video promozionale per Gay-Ville, il sito finocchio per prenotare appartamenti in tutto il mondo. Che poi ormai gli ingredienti di questi spot li conosciamo alla perfezione: muscoli, costumini aderenti, sguardi ammiccanti e un pizzico di ironia.
E per la cronaca, mi dicono che la squadra di Gay-Ville al completo stava a Barcellona, ma senza la signorona dai capelli rossi...

Share on Google Plus

About Lord79

Se Lord79 non vi piace, sappiate che mi chiamo Emilio.
    Blogger Comment

7 commenti:

  1. La signorona dai capelli rossi è veramente la migliore!!

    P.S. Chissà come mai Google Reader mi dà anche il post su NY che invece sul blog non c'è... Mistero.

    RispondiElimina
  2. Ho sistemato e il post su NYC è nuovamente online...

    RispondiElimina
  3. ma chi è che ti aggiornava sui fatti che accadevano a barcellona?
    comunque il fondatore di gay-ville è lo stesso eliad cohen...vedi alla fine non è solo bello ma ha anche una tesolina

    RispondiElimina
  4. >>>G@etano
    C'era un mio amico a Barcellona, che mi ha riempito di foto e messaggi raccontandomi tutto quello che stava succedendo.
    Ma pare sia stato sempre inginocchiato e nessuno è riuscito a vederlo in faccia...

    RispondiElimina
  5. :O incredibile questi amici tuoi!!!!

    RispondiElimina
  6. Il lato b della rossa è praticamente un pugno nello stomaco dopo quello di Eliad e degli altri modelli.
    In questo link alcune sue foto interessanti: http://lesombresdeux.blogspot.com/2011/09/eliads-odessey.html

    RispondiElimina
  7. Dubito un pochino che quando questi passavano a Barcellona tutti si ammutolivano: sono stato a Barcellona e devo dire che il silenzio regnava spesso sovrano, nel senso che in quanto a bellezze in giro c'era un tale florilegio che alla fine, gli ultimi giorni, ho cominciato ad avere quasi fantasie eterosessuali.

    RispondiElimina