NYC - prime impressioni appena arrivati


Qualcuno ci aveva messo in guardia: - Ma siete pazzi? New York ad agosto equivale a morire di caldo...! - e quindi io mi ero preparato, convinto che avrei passato un'estate torrida e boccheggiante e invece appena scendiamo dall'aereo inizia a piovere e l'aria è fresca; certo non come in una mattina di primavera, ma comunque si sta bene e non ci squagliamo dal caldo. O meglio, non sentiamo il caldo in superficie, perché invece nella metropolitana ti muori di caldo, ma tipo che a NY tutti si muovono con la metropolitana, perché è fighissima e ti porta ovunque in pochissimo tempo e mentre aspetti che arrivi il treno ci sono qualcosa come quaranta gradi e sudi come ad una lezione di aerobica e invece quando entri nel vagone, lì c'è l'aria condizionata sparata a mille e bisogna mettersi la felpa, perché altrimenti le gocce di sudore si cristallizzano sulla nuca e se fai entra/esci dalla metro per tipo cinque volte al giorno; la polmonite è assicurata. Che poi io pensavo che fosse solo la nostra metropolitana di Roma ad allagarsi ad ogni temporale e invece ho scoperto che nella metropolitana di New York bisogna tenere l'ombrello aperto, perché l'acqua filtra attraverso il soffitto e goccia ovunque e si formano pozzanghere grandi come stagni e non ti puoi sedere sulle panchine, perché sono zuppe e però loro hanno una metropolitana vera e non due line che si incrociano al centro... quindi farei meglio a tapparmi questa boccaccia e smettere di fare lo spiritoso.


Il nostro primo albergo (perché ne abbiamo cambiati ben tre...) è a un passo da Time Square, che sarebbe quella piazza assurda con i cartelloni pubblicitari digitali che cambiano immagine ogni secondo e duecentomilioni di turisti intenti a fare foto e riconosci i turisti, perché sono quelli con il naso rivolto all'insù e i newyorchesi invece, a quello spettacolo ci sono abituati e non ci fanno neanche più caso e anzi, probabilmente i newyorchesi neanche ci passano per Time Square, ché sanno che per fare dieci metri ci metti venti minuti per quanti turisti ci sono ad ingombrare il passaggio. Che poi hanno pedonalizzato gran parte della piazza, ma il casino regna ugualmente sovrano e i taxi suonano il clacson impazziti e i turisti attraversano la strada a cazzo e si fermano per fotografare i cartelloni pubblicitari e fanno la fila per salire sopra la scalinata di vetro rosso e devo dire che trovarsi in mezzo a tutto quel caos fa sempre un certo effetto e la sensazione è un po' quella di stare in un parco giochi. Però come accade spesso quando si sta troppo tempo sulle montagne russe, dopo un po' viene da vomitare e bisogna scendere.

Share on Google Plus

About Lord79

Se Lord79 non vi piace, sappiate che mi chiamo Emilio.
    Blogger Comment

9 commenti:

  1. Anche noi avevamo l'hotel da quelle parti... seconda volta che faccio st'errore... prossima volta hotel in zone più cool, Soho o Chelsea.

    Io odio la metrò di NY, è brutta, sporca, calda e incasinata, ma soprattutto CALDA come dici tu.

    RispondiElimina
  2. ma una foto con una luce "normale" in questa vacanaza no???

    RispondiElimina
  3. Per me questa città ha fascino persino nelle gocce che scendono dal soffitto in metropolitana. Unica.

    RispondiElimina
  4. E, lo so, bisogna abituarsi a NY... Ma quanto sei altooo?!?! Marìggessùù...

    RispondiElimina
  5. marò sei il tipico italiano che vuole fare l'americano e di americano non ha proprio un caxxo

    RispondiElimina
  6. Marò... Che commento che non c'entra un caxxo...

    RispondiElimina
  7. >>>Skymino
    Noi abbiamo avuto l'hotel a hell's kitchen per la prima settimana, poi ci siamo spostati a chelsea e devo dire che non ce'è proprio paragone... mai più fuori da chelsea!

    >>>Simone
    ...mmmhhh deduco che non ti piacciono ste foto fatte con seimila filtri... vedrò di accontentarti nei prossimi post.

    >>>Signor Ponza
    Ahahaha, sì forse è veramente così...

    >>>Miky
    Sono alto 188cm.
    Ma perché?

    >>>Anonimo
    Ma in cosa vorrei fare l'americano, spiegamelo...
    E poi fammi il favore di non scrivere caxxo con le x. E' da dementi.

    RispondiElimina
  8. Mi piacciono...ma siccome ci racconti quanto e´bella NYC magari vederla con i suoi colori rende meglio l´idea rispeotto a queste foto da citta' "aliena"...poi e´tutta invidia..io con la macchina fotografica so al massimo fare click e zoomare se proprio si deve fare....

    RispondiElimina
  9. Assodato che, per consecutio, son demente anch'io... No, nulla, è che ti ho sempre visto in formato tessera e, ora, in mezzo alla gente: non sapevo fossi così alto. :D

    RispondiElimina