Mettettiamo il preservativo


Ieri era il 1° dicembre e qualcuno non so chi, ha deciso che in questa data si celebra la Giornata Mondiale per la lotta contro l’Aids.
Iniziativa lodevole anche se in linea di massima ho un po' di antipatia per queste giornate mondiali del bla bla bla e sembra quasi che uno possa fare il proprio comodo per tutto l'anno e poi arrivano queste giornate a ricordarci che dobbiamo mettere la testa apposto. Sbagliato.
Quando si parla di HIV, probabilmente il terrorismo psicologico è l'arma migliore e quindi tutti a snocciolare dati e pare che il contagio in Europa sia aumentato del 4% rispetto al 2009 e questo significa chiaramente che abbiamo abbassato la guardia e solo in Italia ci sono stati 3mila nuovi casi di infezione da HIV, per una media di circa un nuovo infetto ogni 3 ore.
Pare anche che un sieropositivo su quattro, non sappia di esserlo e questo è forse il dato più spaventoso, perché giungere tardivamente alla diagnosi danneggia noi e anche gli altri. Ad oggi il condom rimane il metodo di protezione più efficace, non solo per l'HIV, ma per tutte le malattie sessualmente trasmissibili.
Che poi invece, pare che la RAI abbia fatto girare una mail nella quale si consiglia a tutti i suoi dipendenti, di non usare la parola "profilattico", ma di rimanere sul vago e parlare di prevenzione in generale. La famosa prevenzione a parole. Siamo sempre i soliti retrogradi del cavolo.
Fortuna che ci sono i nostri vicini di casa francesi a spiegarci bene come funzionano le cose e il sito internet Yagg, ha messo online otto video che parlano di prevenzione e in uno di questi compare il famosissimo pornoattore gay François Sagat, che ci spiega come indossare un profilattico.
E' quindi utile ribadire che per proteggersi dal virus dell'HIV e più in generale dalla malattie sessualmente trasmissibili, il profilattico è attualmente il modo più sicuro. Punto. Non ci sono sotterfugi e pillole e coito interrotto e niente di niente: c'è solo il profilattico.
Ma basta parlare e passiamo ai fatti; ecco quindi François con il pisello drtitto, perché se il cazzo non è duro non andiamo da nessuna parte, e ha il profilattico tra le mani e anche se nei film porno il condom compare sul pisello come per magia, Sagat ci spiega che va indossato pigiando sul serbatoio e poi srotolando e per finire, sarebbe consigliabile utilizzare un lubrificante a base acquosa. Il video finisce con lui che dice: Je mets une capote et du gel - (Ho messo il preservativo e gel). Fine. Non esiste cosa più semplice e questi 3 minuti possono fare una differenza incredibile.
Considerato il contenuto del video che potrebbe essere inteso come pornografico, non posso allegare direttamente il filmato, ma nessuno può impedirvi di cliccare sul link qui sotto e gustarvi i consigli di François. Perché questa non è pornografia, ma semplicemente prevenzione.
Share on Google Plus

About Lord79

Se Lord79 non vi piace, sappiate che mi chiamo Emilio.
    Blogger Comment

13 commenti:

  1. Ma questa cosa della Rai è vera?
    Che schifo!

    RispondiElimina
  2. Alcune organizzazioni internazionali (tipo FAO) fanno fare ai loro dipendenti che devono andare in missione in paesi dove c'è un alto tasso di sieropositivi un corso in cui spiegano come indossare il preservativo.

    Non è che se lo tirano fuori tutti e ci giocano, si usa un apposito manichino, e tutti i partecipanti devono mettere il profilattico al manichino.

    Sinceramente, il video che hai messo è un video pornografico, fatto da uno che di mestiere vuole essere al centro dell'attenzione e ha colto anche questa occasione per farlo. Su youtube è pieno di video in cui si spiega come indossarlo, senza pornografia gratuita.

    RispondiElimina
  3. Nonostante questo video mi piaccia un casino perchè a Sagat mancano solo gli occhi chiari per essere perfetto, non posso fare a meno di di pensare che qui la pornografia è un passettino avanti rispetto alla prevenzione...

    RispondiElimina
  4. sagat.. la perfezione fatta maschio!

    RispondiElimina
  5. Secondo me un uomo nudo con il pisello duro non è pornografia, soprattutto in un contesto simile.... ma il discorso è molto, molto lungo, difficile ed impegnativo.

    RispondiElimina
  6. >>>Jimy Paradise
    Bravo!

    >>>VanityHair
    Temo sia vera.

    >>>Paolo
    >>>BimboSottaceto
    Trovo la tua riflessione un po' troppo bacchettona.
    La sua presenza invece, ha lo scopo di attirare l'attenzione del pubblico su questo argomento e io sarò anche di vedute troppo ampie, ma non considero un pene in erezione pornografia. Il cazzo dritto è indispensabile per la dimostrazione e mi piace non si sia voluto cercare sinonimi, ma si sia andati dritti al punto. Lasciamo i dildo a youtube, questa è una pubblicità per sensibilizzare l'opinione, non una lezione.

    >>>eFY
    Perfezione pura. Però gli mancano almeno 10 centimetri in altezza per essere veramente un DIO.

    >>>Alberto
    Limitiamoci alla prima parte del discorso che condivido. Un pisello dritto che parla di prevenzione, non è pornografia.

    >>>

    RispondiElimina
  7. Ciao Lord, non riesco a vedere il video, sembra sia stato rimosso. Puoi aiutarmi? Thanks...

    RispondiElimina
  8. video rimosso purtroppo :(

    in compenso segnalo il mio ultimo post... Disinformazione e malafede ma non c'è modo di denunciarli questi ?

    RispondiElimina
  9. Sono daccordo su Lord. Giusto.
    Annalisa

    RispondiElimina
  10. No, non c'è proprio niente di bacchettone, è questo attorucolo porno che vuole mettersi in mostra, nascondendo e facendo ombra a quello che rimane un messaggio importante e che così non viene affatto veicolato.

    Tu sul serio pensi che tutti quelli che spiegano come indossare un profilattico usando un manichino siano degli incapaci, e ci sia bisogno di questo qui per raggiungere qualche parte del pubblico?

    Gli attori porno, tutti, hanno un disperato bisogno di stare al centro dell'attenzione, e non perdono mai occasione per dimostrarlo. Spiace che tu gli vada dietro.

    Poi, e accetta la bonaria provocazione, se secondo te non c'è niente di porno, aspettiamo di vedere te a cazzo dritto che ti infili un profilattico. Io, per me, non avrei problemi a spiegarlo con un manichino, però sono troppo bacchettone per farlo in pubblico: tu invece sei sicuramente più moderno di me e pronto a sacrificarti per una giusta, giustissima causa.

    (e se ti venisse da rispondere che no, non vorresti farlo, stai proprio confermando che quello che abbiamo visto è pornografia)

    RispondiElimina
  11. >>>Peace
    No, mi dispiace. Non ho idea di dove recuperarlo.

    >>>Anch3Basta
    Io lo ricorderei sempre: il preservativo è il mezzo più efficace, per proteggersi dalle malattie sessualmente trasmissibili.

    >>>Principessa
    Grazie Anna

    >>>Paolo
    La vediamo in modo differente e non credo debba convincere nessuno. Io dico solamente che non mi interessa il mezzo, ma mi interessa che si parli di prevenzione. Francois è un volto nuovo e trovo giusto che si metta in mostra anche per questi scopi. Se poi ci guadagna anche in pubblicità, tanto meglio per lui.
    La tua idea di attore porno in costante ricerca di attenzioni non mi piace, ma è una tua idea e pensa pure quello che ti pare.
    Da ultimo, la tua provocazione è sciocca per il semplice fatto che Francois è abituato a stare nudo davanti ad un pubblico, io faccio altre cose nella vita. E ribadisco che secondo me non è pornografia indossare un preservativo a cazzo dritto, magari lui ci ha messo un po' troppo teatro in mezzo, ma io trovo comunque lodevole il fatto di aver prestato il volto per questa campagna.
    Tanto mi sa che non ci troveremo mai su questo argomento...

    RispondiElimina
  12. Ciao Lord.... ti prego di non prendere la mia domanda come polemica, ma volevo chiederti se avessi mai approfondito o sentito parlare di quella parte della scienza (che viene ovvimente redarguita come "complottista" o peggio) che sonstiene che sull'HIV c'è tanto, TROPPO, che non torna.
    Posso assicurarti che approfondire in maniera seria ( parliamo almeno di 2 premi nobel) questa materia lascia allibiti e con un mare di domande e riflessioni agghiaccianti.

    RispondiElimina