3.2.12

I cocktail del sabato sera: invisibile


Se sono ancora abbastanza latitante, è perché non sono ancora del tutto guarito e mi  presa così brutta, che uno un po' più mingherlino sarebbe morto al quarto giorno di 38. Comunque, il mio amico Barman più fico di Roma, dice che il rimedio migliore per guarire da una brutta influenza, è versare due bicchieri di brandy in una bella tazzona di latte caldo: - Lo fai per un paio di sere prima di andare a dormire e vedi come ti senti subito meglio. - Devo ammettere che a questo punto, tra tachipirina, antibiotico e aerosol, due bicchieri di brandy in più o in meno non possono di certo farmi male e quindi ben vengano i rimedi della nonna e ciao.

Che poi io non faccio il barman, ma credo che i due cocktail più gettonati nelle discoteche siano il negroni e l'invisibile e il motivo è presto detto: sono i due drink più forti che si trovano sulla piazza.
Di questo invisibile ho cercato un po' di informazioni in giro e però niente; è un cocktail che non esiste, nel senso che non è mai stato catalogato ufficialmente e quindi i barman lo fanno versando i quattro bianchi per eccellenza e ovvero il triple sec, il rum bianco, il gin e la vodka e però secondo me poi ognuno fa come gli pare e zitti e bevete senza fare storie.
Un po' come quando da piccolo stavo in cucina con mia madre e mentre lei cucinava, io giocavo a fare le pappine e praticamente prendevo una ciotolina e ci mettevo dentro tutto quello che mi capitava sotto mano e un po' di sale e poi un po' di latte e un po' di farina e il tuorlo d'uovo avanzato e - Che dici il parmigiano grattato ci sta male? -. Quando avevo finito, facevo assaggiare un cucchiaino a mia madre che si metteva un dito sulla guancia e diceva - Buonoooo! -. Ho sempre pensato che lo assaggiasse veramente, ma ora mi viene il dubbio facesse solo finta.
L'invisibile è un po' la stessa cosa; prendete quattro bianchi a caso, metteteli in un bicchiere, agitate con una cannuccia e il cocktail è servito.
Che poi, l'invisibile è la classica bevanda da diciottenne che vuole andare subito fuori di capoccia e senza passare dal via e quindi poco importa il sapore. Certo che se poi volete fare i sofisticati e non vi va di bere un mix di roba che sa solo di alcol, allora potete chiedere la variante alla fragola; che non è solamente una versione più glam del classico invisibile, ma anche una bevanda dove lo sciroppo di fragole, aiuta a far tracannare una cosa, che altrimenti berrebbero solo in Lapponia, per scaldarsi dal gelo.

Invisibile
Triple Sec 2.0 cl
Vodka 2.0 cl
Rum bianco 2.0 cl
Gin 2.0 cl
Mezza fetta di lime

10 commenti:

  1. Si deve essere bello tosto voglio provarlo a fare a casa.

    Ps. scusate l'ignoranza ma cosa è il triple sec?

    RispondiElimina
  2. Se è sopravvissuta mi sa che faceva finta :)

    Se per la febbre da cavallo il brandy non dovesse funzionare, prova con tre invisibili. Tanto il sapore, come dici tu, è quello di una medicina.
    PS. Ma che nonne avevate? La mia consigliava il latte caldo con il miele. Al massimo quello era il consiglio del nonno.

    RispondiElimina
  3. PS. Io il lime non ce l'ho mai visto nell'invisibile.

    RispondiElimina
  4. ahahahahha, anche mia nonna mi dava il latte caldo col miele (come per Sandro Roccia).
    quindi sono d'accordo con il "ma che razza di nonne avevate?" :D

    RispondiElimina
  5. Ma che fai rivendi i rimedi? In realtà nel mio SUD si usava una sorta di tisana, in pratica si scioglievano i fiori di papavero nel brandy e la mistura veniva miscelata col miele e messa poi nel latte. Ovviamente noi bambini avevamo le allucinazioni, sarà per quello che poi sono diventato alcolizzato?
    L'invisibile è la peggio porcata che ti puoi prendere,ma quelle cose per cui un barman non ha alcun rispetto per te. Non si trova nulla perché è una zozzata nata in discoteca ed è la base dell'ufficiale Long Island Iced Tea. In pratica i 4 distillati sono messi nella medesima quantità. Il punto è un altro, mischiare i 4 bianchi non vuol dire creare un cocktail necessariamente forte. La gradazione varia di poco tra i quattro, facendo un calcolo matematico vi posso dire che 225 ml di invisible alla fragola ha una gradazione alcolica di 29,8, mentre solo i quttro bianchi assieme raggiungono 37,25, ovviamente trascurando il ghiaccio. In poche parole è una mera illusione, un distillato come il gin conta 47 gradi mentre con la vodka siamo a 40, di conseguenza se volete ubriacarvi basta bere due tre shot di un distillato puro e partite per la tangente conservando le papille gustative. Consiglio, se proprio ci tenete a rovinarvi prendete una birra corona, ordinate uno shot di vodka, mandate giù e spegnete il fuoco dell'alcol con la birra, se arrivate al terzo avete un fegato di amianto. Lord poi dici che non sei bionda nell'anima, i pasticci in cucina sono da Shirley Temple ahahahhahah Comunque hai nuovamente il mio rispetto ( sempre quello tra le 4.00/5.00 di mattina del post mucca ;-) )

    RispondiElimina
  6. tesoro riprenditi.. che al mondo mi son rimaste 2 cose sole...

    il tuo blog...
    e jeremy scott... l ordine e' ad interpretazione... dopo quello DEL REY IN COINCIDENZA CON LA SCOMPARSA.. pensavo ti fossi sparato nelle palle e nessuno mi aveva avvertito...

    a me l invisibile mi ha sempre fatto schifo...poi visto che nn bevo per niente.. appena me l hanno fatto assaggiare stavo per lasciarci la vita!


    Biagina

    RispondiElimina
  7. gfli errori grammaticali e le dimenticanze.. come sempre sono a libera interpretazione!

    Biagina

    RispondiElimina
  8. @biagina
    ma ha ancora i postumi dell'inflluenza.

    Io personalemte il latte caldo col miele lo prendo ancora. Anche perchè il fruttosio, per chi pratica sport, rilascia maggiore energia rispetto agli zuccheri semplici. Altro che... "invisibile"

    RispondiElimina
  9. ma no.. io parlavo del mio post... lol...


    biagina

    RispondiElimina
  10. In questo momento mi sto sentendo molto diciottenne. Anche se per andar fuori ho bisogno di almeno due invisibbbili.

    RispondiElimina