15.3.12

Madonna cover story: Like a Virgin


1984 - Like A Virgin fu un successo planetario.
Madonna all'inizio degli anni ottanta, era una prezzemolina mezza spiantata che si accompagnava a gente giusta e frequentava locali alla moda solo per farsi notare. Il suo primo album aveva venduto abbastanza, ma non troppo e le serviva qualcosa che desse una smossa alla sua carriera. Con Like a Virgin fece il vero botto e divenne il fenomeno che tutti conosciamo.
Il look "madonnaro" contaminò un'intera generazione e tantissimi giovani iniziarono ad emulare il suo stile e tutti vollero essere Madonna. Anche se poi in realtà, il suo look non era propriamente farina del suo sacco e fu curato dall'amica artista/stilista Maripol. Lei pensò a tutto; abiti, crocifissi, braccialetti, tulle, chiffon e chi più ne ha più ne metta. Fu così che lo styling di Madonna sbaragliò e divenne più influente di quanto non lo fossero le mode lanciate dagli stilisti dell'epoca. Maripol era il genio, Madonna lo strumento. E dobbiamo ringraziare questa Maripol anche per l'outfit da sposa che apparve sulla cover del suo secondo disco e che tutti conosciamo benissimo.

8 commenti:

  1. Subito dopo la svolta fashion con Cesare Zucca, suoi gli outfit superglam fotografati da Herb Ritts. Da Zucca ha imparato tutto. Per quanto criticata nel perido inglese era stupenda vestita Hermés by JPG.

    RispondiElimina
  2. Scatto stupendo dell'allora sconosciuto e giovane Steven Meisel, con il quale collaborerà 8 anni dopo per i progetti di EROTICA e SEX..
    @Macsi: cmq il periodo inglese delo quale parli è dell'album successivo...quindi un'altra storia ed un'altra copertina...e non era vestita Hermes...ma dalla costumista Marlene Stewart...e cmq JPG ha disegnato per Hermes negli ultimi 7 anni...:-))

    RispondiElimina
  3. peccato per il look di adesso e x i capelli alla franca sozzani...

    RispondiElimina
  4. @Dancing76 non stavo spoilerando sulle copertine.
    Non mi voglio privare delle divertenti review di Lord.
    Quando, sposata a Ritchie, si faceva fotografare in quella specie di reggia nella quale viveva, per Vogue e Vanity Fair era, quasi sempre, vestita Hermes dell'allora A.D JPG.

    RispondiElimina
  5. Posso confessare una cosa? Per me Madonna esiste da Ray of Light in poi. E ora sì, fustigatemi.

    RispondiElimina
  6. Madonna l'ho conosciuta così...con like a Virgin.
    Una mia compagna di classe "arredata" come lei la cantavaogni 2 secondi.
    Per me era un tormento.
    Ma poi....

    RispondiElimina
  7. >>>Macsi
    >>>dancing76
    Mi fate paura quando dite queste cose e litigate su chi ne sa di più...

    >>>Jo Squillo c'è
    Ahahah i capelli alla Sozzani...

    >>>Signor Ponza
    >>>Decorazionisegrete
    Beh io l'ho apprezzata a partire da Erotica...

    RispondiElimina
  8. Lo stesso, primo suo disco comprato, Erotica, in cd. E in seguito presi anche The first album prima e True Blue poi, devo avere ancora le cassette infognate da qualche parte. Questa di Maripol non la sapevo!

    RispondiElimina