Resident Evil: Retribution


Veramente dobbiamo parlare di questo film? Voglio dire, non sembra neanche un vero film e più che altro è una celebrazione di Milla Jovovich in tutta la sua figaggine e per convincerci del fatto che la pupa trentasettenne è ancora una topa cosmica, la strizzano in un completino sadomaso e per 90 minuti la riprendono da tutti i pizzi ed in ogni inquadratura, lei fa delle pose plastiche da modella esperta e gli zombie non sono che un inutile contorno e voglio dire; vedete zombie nella locandina?
Che poi io lo capisco che stiamo parlando di un film tratto da un videogioco e capisco anche che arrivati al quinto episodio le cose da dire non sono più molte, ma con questo capitolo abbiamo raggiunto un livello di nulla veramente imbarazzante e a questo punto voglio un film anche su Tetris e uno su Pac-Man.
Eppure se dopo dieci anni stiamo ancora qui a parlare di Alice che prende a calci in culo i morti viventi, un motivo deve esserci e sta nel fatto che ogni volta i vari Resident Evil portano a casa una vagonata esagerata di soldi .
Giusto per snocciolare un po' di numeri, questo Retribution è costato 65 milioni di dollari e ne ha incassati 217, risultando in questo modo il secondo capitolo più remunerativo; Afeterlife è invece al primo posto con 296 milioni conquistati al botteghino, contro i 60 spesi per realizzarlo.
Capite bene che con un successo tale non si può interrompere la saga ed io mi immagino Michelle Rodriguez con il culo che le gira tipo pale d'elicottero, ché a lei l'hanno fatta schiattare nel primo capitolo e poi hanno continuato a sfornare sequel guadagnando una barca di soldi alle sue spalle e mi immagino mentre prende il telefono e con la solita classe e femminilità che la contraddistingue, chiama i produttori e gli urla contro: - Non me ne fotte una cazzo di come farete, ma se in Beautiful hanno resuscitato Taylor per sette volte, allora anche voi potete trovare un cazzo di modo per farmi tornare in questo quinto fottuto film di merda! -. Detto fatto, Michelle compare magicamente sotto forma di clone e per quello che ci è dato da intendere, sarà anche nel prossimo (ultimo?) capitolo.
Che poi, in regia troviamo ancora una volta il marito di Milla e lui aveva diretto anche il primo episodio capostipite della saga, nonché il quarto capitolo Resident Evil: Afterlife e dato il grande successo che dopo dieci anni ancora non accenna a diminuire (veramente inspiegabile direi), tutto fa pensare che la bella Jovovich vestirà ancora i panni della spietata Alice; con il deambulatore e le cataratte agli occhi, ma li vestirà.
Share on Google Plus

About Lord79

Se Lord79 non vi piace, sappiate che mi chiamo Emilio.
    Blogger Comment

5 commenti:

  1. Non essendo eterosessuale, chi te lo fa fare di andare a vedere 'sti film?
    :D

    RispondiElimina
  2. E sul versante maschi come siamo messi in questo episodio? Ricordo che nel primo (l'unico che ho visto al cinema) tra Eric Mabius, James Purefoy e Martin Crewes c'era da sbizzarrissi.

    RispondiElimina
  3. >>>Filo
    Ma che c'entra, io vado per la trama.
    Balle di fieno che rotolano spinte dal vento.

    >>>loran
    Boh ci sono due/tre maschi manzi ma sinceramente non saprei proprio dirti chi siano; muoiono come mosche.

    RispondiElimina
  4. Non ho visto nemmeno il numero due... figuriamoci questo! però una cosa... ho l'idea che se ben pensato il film sul tetris potrebbe essere fichissimo! :-)
    tra l'altro mi ricordo che circa 20 anni in un periodo in cui mi ero autoproclamata campionessa universale di tetris, la notte ni sognavo sti pezzi che piovevano ovunque...

    RispondiElimina
  5. >>Il cinefilante
    Iniziamo a scrivere a quattro mani la sceneggiatura per Tetris 3D?

    RispondiElimina