I candidati premier del Centrosinistra e i diritti LGBT


Per un attimo quella grandissima minchiata de I Fantastici Cinque era quasi riuscita a rendere ridicolo Il Confronto di Sky e invece la trasmissione è stata molto interessante e pensavo di annoiarmi e cambiare canale dopo soli cinque minuti per mettere qualcosa di inutile tipo The Client List (la storia di una massaggiatrice che fa le pompe per arrotondare. Seriously?) e invece ho retto benissimo e come me, molti altri spettatori si sono accorti della qualità del programma e Sky ha fatto il suo record di ascolti. Mamma RAI stai leggendo?
Si inizia palando di tasse e Imu e ogni candidato premier ha un minuto e mezzo di tempo per spiegare la sua opinione e questo evita inutili accavallamenti e discussioni da pescivendoli e so perfettamente che la tematiche sono tante e per esempio c'è il discorso sulla lotta all'evasione e in un momento di crisi come questo ci sono molti temi ben più importanti degli omosessuali e però io sono gay e non potrei mai votare qualcuno che non prenda in considerazione le tematiche LGBT. Magari è un discorso stupido ed egoistico, ma basta con i politici che fanno finta di non vedermi. Sarà anche riduttivo, ma arrivati a questo punto tutto si basa su chi oggi, getterà delle basi per farmi stare bene quando tra qualche anno diventerò un vecchio finocchio scorbutico.

Pierluigi Bersani è probabilmente il candidato premier favorito, più che altro perché è il nome più rassicurante e quello che tutti conoscono e però anche quello più responsabile dell'attuale situazione politica. La sua posizione riguardo alle unioni civili riprende l'impostazione tedesca, anche se poi non si è capito bene in che punti sarà simile e in quali altri si discosterà; mentre invece per non manifestare in modo chiaro il suo no alle adozioni, inizia un discorso politically correct riguardante quei bambini che già vivono in coppie omosessuali - [...] per andare a vedere qual è il filo dei loro diritti e come vengono considerati nella vita sociale, a cominciare da quella scolastica [...] - e sinceramente non ho capito se vuole prendere il posto di Tata Lucia.

Laura Puppato fino ad oggi pensavo fosse solamente una signora chiamata sul palco per rispettare le quote rosa e invece mi ha piacevolmente sorpreso perché quasi mai ha detto cose stupide e cita l'articolo 3 della Costituzione: - Nessuna discriminazione in questo paese è possibile, né per ragioni di genere e quindi sessuali, né per ragioni di tendenze religiose [...]. - Si dichiara assolutamente favorevole al matrimonio omosessuale e all'adozione, mentre conserva qualche riserva per quanto riguarda la maternità; nel senso che se non sei stato costruito per avere figli, perché gli incastri non sono quelli giusti, allora il figlio lo adotti e non chiedi in prestito piselli e pance. L'impressione è buona, ma la sensazione è che ripeta la lezioncina a memoria senza crederci troppo.

Matteo Renzi è la vera rivelazione di questo periodo e il suo grande pregio sta nell'essere molto comunicativo ed è giovane e parla in modo giovane è carismatico e riesce a prendere delle idee vecchie e rimestale per farle sembrare nuove ed effettivamente quando parla lui, la gente sta a sentire quello che dice e questo è senza dubbio un dono. Ma io lo trovo simpatico come Pieraccioni (e io Pieraccioni lo metto perfino dopo Boldi in quanto a simpatia). Fa tutto il giovane, ma poi sottolinea che il matrimonio e l'avere figli sono cose da etero e per noi culattoni invece c'è la Civil Partnership utilizzata nel Regno Unito e che consente l'equiparazione ai fini previdenziali e però, così a naso e senza capirci troppo di politica, la cosa mi puzza un di discriminazione ed è come se nel duemiladodici dessimo il permesso ai neri di utilizzare i mezzi pubblici, però solo quelli dedicati alle persone di colore.

A Bruno Tabacci mi verrebbe proprio voglia di dirgli - E dica qualcosa di sinistra perdio! -. Messo alle strette dal conduttore è costretto a rispondere alle domande riguardanti i temi dei diritte LGBT ed a conti fatti, i suoi sono tutti no. No al matrimonio, no alle adozioni - I bambini hanno il diritto di avere un padre e una madre. - ed il suo unico sì riguarda l'estensione dei diritti, ma lo dice in un modo così convinto, che secondo me sarà scritto nel suo programma con l'inchiostro simpatico: oggi lo vedete, domani non c'è più.

Nichi Vendola purtroppo ha un modo di fare che non mi piace. Sembra sempre sul filo della contraddizione e dovrebbe imparare qualcosa da quel Renzi tutto fumo e niente arrosto e invece si perde in citazioni di Oscar Wild che neanche i Baci Perugina. Ok le sue idee sono tutte valide, ma per governare serve anche altro. Dice: - [...] penso che la sinistra abbia più volte sbagliato per il suo massimalismo, ma tante volte ha sbagliato per il suo minimalismo. Secondo me, oggi è il tempo di chiedere diritti interi, non frammenti di diritti, non diritti col contagocce, ma diritti interi ed eguali per tutti e per tutte. - e il discorso mi sembra non abbia bisogno di altre spiegazioni: sì al matrimonio, sì alla possibilità di avere figli e crescerli all'interno di una famiglia senza compromessi. Applausi.

Ricordate che per votare, bisogna  prima registrarsi:

Share on Google Plus

About Lord79

Se Lord79 non vi piace, sappiate che mi chiamo Emilio.
    Blogger Comment

11 commenti:

  1. sai che renzi aveva il cellulare li davanti e riceveva sms di continuo? Per niente guidato dall'opinione pubblica ahahhahahah

    RispondiElimina
  2. l'ha detta anche il giorno dopo la puppato questa cosa di renzi/ambra.

    Io sono di firenze e qui renzi lo odiano tutti quanti. sta facendo il sindaco come peggio non si potrebbe....in tv è efficacissimo e sembrerebbe quasi convincente, ma alla resa dei fatti è un personaggiucolo da cui stare alla larga.
    stefano

    RispondiElimina
  3. Vendola sarà anche prolisso e verboso, ma è stato l'unico che mi ha anche emozionato... cmq al ballottaggio voto Renzi, io tutte queste parole di destra non le ho sentite!

    RispondiElimina
  4. non ho visto lo scontro.. che , tra l'altro, visto solo dall'immagine del tuo post, fa molto americanata. è da parecchio che renzi è l'unico che viene portato avanti dalla sinistra per le future elezioni. a dir la verità non mi piace, mi sa di viscido, si vede lontano un miglio che mi sta prendendo per i fondelli. non mi convince. scusami lord, spero che nessuno lo voti, come del resto bersani, che veramente bisogna essere forti di stomaco. vendola che straparla ha bisogno dei sottotitoli per farsi capire, e uno come lui, non so quanti lo possano tener da conto, anche se "è uno dei nostri". forse ho solo le idee confuse. se ti devo dire come stanno le cose, non credo nessuno di questi porterà avanti, fino in fondo, una politica per la comunità glbt, purtroppo.. ma talvolta preferirei quelli di grillo!! te lo dico con un sorriso un pò amaro, e non mi meraviglierei se mi dicessi che sto messo male..
    ciao
    ps: così per dire, voi chi votereste?

    RispondiElimina
  5. ..comunque grazie per la considerazione..:-/

    RispondiElimina
  6. >>>dr.who
    Noooo scusa.
    Non ho risposto a nessuno in questo post, mi dispiace.
    Dunque; sì, la trasmissione era molto all'americana e forse non siamo molto abituati a questo tipo di TV, ma è stato molto interessante.
    Per quanto riguarda i candidati la penso proprio come te e condivido anche il tuo malumore rispetto a tutta questa situazione e con questo mi ricollego alla tua domanda finale. Probabilmente alle primarie del PD voterei Vendola se riuscisse a spuntarla il mio voto sarebbe per lui anche alle elezioni 2013, ma non ti nego che mi sto informando anche su un eventuale M5S. Non sono sicuro della sua affidabilità, ma quantomeno è un punto di rottura considerevole.

    RispondiElimina
  7. No vi prego Grillo no! Grillo che in quasi 10 anni di blog ha scritto un solo post sui diritti gay? Grillo che va in TV solo se non c'è il contraddittorio? Grillo che dice hai suoi di non andare nelle trasmissioni TV? (ma non vi ricorda nessuno?) Grillo del Signoraggio? Dei terremoti prevedibili? Del torniamo alla lira? Grillo il comico? Ma non ne abbiamo avuti abbastanza di pagliacci? Le idee dei grillini possono anche essere condivisibili prese singolarmente, ma manca completamente una visione politica e sociale! Per esempio su tutti i temi "eticamente sensibili" vagano nel buoio! La wifi libera per tutti non è la soluzione a tutti i problemi è solo un'idea interessante e condivisibile! Ma a un malato terminale che vuole smettere di essere tenuto in vita artificilamente che gli dici? Toh, guardati Six Feet Under in streaming grazie alla nostra wifi?
    Non mi piacciono questi candidati e la vedo davvero brutta per la sinistra. Come al solito si voterà il meno peggio e come al solito dureranno quanto un gatto in autostrada. Ma penso che la vittoria dei grilli non sarebbe un cambiamento, ma il disfacimento.
    E vi parla uno che i primi V Day se li è fatti tutti!

    RispondiElimina
  8. ..perdonato!;-)

    sarei indeciso anch'io. cioè lo sono tutt'ora. oscillerei tra vendola a cui do molto più credito rispetto agli "sfidanti", anche se più volte non si è schierato a favore dei diritti lgbt. non so chi si presta al m5s, anche se, a onor del vero il partito di grillo, se non grillo stesso, non mi da poi tutta questa fiducia se lo immagino affrontare temi riguardanti il mondo lgbt. lo vedo piuttosto con un grande punto interrogativo, per non dire che mi pare sia un pò "omofobo", almeno la mia impressione è quella. in questo caso il m5s credo sia un punto di rottura con quello che è la politica adesso, e quello che è stata negli anni passati, sempre da quello che sembra. metterei un velo sopra riguardo a chi in questi anni anche per la causa lgbt abbia proposto qualcosa di costruttivo, dando un segno di un'apertura mentale, da binetti, passando per carfagna, continuando con comi, giovanardi, mussolini e bindi, solo per citarne alcuni.. ma è solo una mia idea. e poi, facendo il verso a qualcuno, "..è l'europa che ce lo chiede!!.."

    ;-)
    ciao lord

    RispondiElimina
  9. @frankablond ecco, appunto..
    ..ma la questione del ritorno alla lira non è solo un idea di grillo, che ne fa anche la sua bandiera per il m5s, è piuttosto un problema che va oltre e che si discute innanzitutto a livello europeo e che è alla base della "crisi" e oltretutto qui, in italia non se ne parla, come negli altri paesi, anche in maniera giusta. come ce la racconta per esempio, mentana su la7, che è vera in parte, ma comincia a non piacermi anche il suo TG che sembra più un rotocalco dove le notizie te le racconta, e per dirmele intanto io faccio la muffa. l'islanda nel 2008 ha chiesto l'indipendenza dalle banche internazionali e non credo che in italia, perchè questo è quello di cui parla grillo, mi sembra che si sia affrontato mai l'argomento, ne tanto meno nessuno si è mai posto il problema visto che c'è ancora questo abisso tra cittadini e la casta politica, sopratutto con l'attuale governo in carica che non da nessuna spiegazione a riguardo, e che tra l'altro ha attuato le leggi proposte -e mai concretizzate- dal governo berlusconi. per pagare più tasse che neanche la svezia? solo rigore? ..e per cosa? per risanare un depito di cui le agenzie di rating fitch e standards&poors, sono state chiamate a giudizio dalla procura di trani? (per aver dato intenzionalmente ai mercati finanziari una realtà distorta in merito alla affidabilità creditizia italiana e alle iniziative di risanamento e rilancio economico adottate dal governo italiano tra il 2011-2012- cit.gazzettadelmezzogiorno). è un discorso complesso detto in 2 righe e la crisi affonada anche su queste basi e le molte fabbriche che chiudono, non solo perchè la manodopera costa di meno all'estero ed i lavoratori vengono licenziati o vanno in cassa integrazione magari è solo la punta dell'iceberg. riappropriarsi di una moneta credo sia importante, a mio avviso, a livello nazionale. e poi, la giornata di manifestazione che si è svolta a roma e tra l'altro in tutta europa, è stata fatta passare, ed ha fatto clamore solo per il disordine pubblico o simile..

    RispondiElimina
  10. @22nov.'122:47..forse ero in ot -off-topic- (tra le altre cose..)
    ;-)

    RispondiElimina
  11. Laura Puppato è l'unico candidato votabile. è molto forte, non ripete la lezioncina, credimi.

    RispondiElimina