Gente della palestra #14


Ultimamente nella mia zona hanno aperto un sacco di nuove palestre. C'è il centro fitness super high-tech, che per entrare usi le impronte digitale e c'è la palestra specializzata in pilates che adesso va tanto di moda e quella con i mosaici e i marmi di Carrara alle pareti e quella con l'attrezzatura di ultima generazione, che praticamente alza i pesi al posto tuo e poi c'è la mia palestra; grigia, vecchio stile, con le panche squarciate e la gomma piuma gialla che esce fuori, i batuffoli di polvere grandi come gatti negli angoli della sala, i bilancieri in ferro e i pesi arrugginiti ed è talmente anni settanta, che ti sembra quasi di scorgere Lou Ferrigno e Arnold che si allenano insieme. Ecco; anche a me piacerebbe una palestra con il bar e la jacuzzi e il bagno turco e gli schermi a LED sopra i tapis roulat, che mentre corri guardi i video di MTV e però nella mia palestra non c'è nulla di tutto questo e l'unica cosa che posso fare quando entro lì dentro, è allenarti duro e guardare la gente attorno a me.

Quello che si allena con lo zaino.
Gli armadietti della mia palestra sono piccoli, ma tipo che dentro puoi mettere solo gli effetti personali e c'è spazio solo per il portafogli, il telefono, le chiavi, l'orologio e gli zaini non entrano neanche se li metti sotto vuoto, come i piumoni nell'armadio durante il cambio di stagione. Tutti lasciano le borse dentro lo spogliatoio, poggiate sulle apposite mensole sopra le panche. Ok, forse non è il massimo della sicurezza, ma in definitiva una volta che hai tolto le cose più importanti, nessuno ti apre la borsa per rubare mutande sporche o magliette sudate (ok, a me un paio di mutande le hanno fatte sparire, ma questa è un'altra storia). Praticamente però, c'è questo tipo che tutte le volte arriva in sala pesi e si porta appresso lo zaino. Ma tipo che non se ne separa neanche per un minuto e ogni volta che cambia attrezzo se lo porta dietro come fosse la coperta di Linus. Ma  tipo che io tutte le volte che lo vedo, penso ad Ambra e il gioco dello zainetto.

Quello con le mutande maculate.
Come ho già spiegato, nella mia palestra gli armadietti sono piccoli e quando ci spogliamo mettiamo tutti i vestiti nella borsa e poi la borsa la poggiamo sopra la mensola. Molta gente però, ha scambiato lo spogliatoio per casa propria e quando si spoglia appende i vestiti sulla panca e li lascia lì per tutto l'allenamento. Fin qui potrei anche chiudere un occhio, nel senso che se uno lascia un maglione o un paio di jeans appesi, anche sticazzi. C'è però questo tipo che si spoglia e lascia proprio tutto appeso e quando dico tutto, intendo proprio tutto e quindi camicia, pantaloni, calzini e mutande. Tutto appeso. In bela vista. A fine giornata poi, gli odori sono ormai ben intrisi all'interno del cotone e per mia sfortuna, ho notato come le mutande di questo tipo siano spesso decorate con simpaticissimi effetti maculati, dovuti alle sgommate di culo e agli aloni gialli di paco. Lo so, starete pensando "E che schifo!". Già.

La vecchia palestrata.
Quando la palestra inizia a dare qualche risultato e vedi il tuo fisico più bello e tonico, entri in un circolo vizioso e ne vuoi sempre di più e gli anni passano e senza che tu te ne accorga, ti ritrovi cinquantenne a sollevare pesi a fianco dei ventenni. Che poi, sarà per la smania di frequentare discoteche dove ballare senza maglietta o sarà perché non avendo figli che danno pensieri, l'attenzione rimane sempre ferma sul proprio fisico, questi cinquantenni palestrati sono quasi sempre finocchi. Ma tipo che ti ci potresti scommettere il cazzo. E così, li vedi stretti dentro le canottiere, a sollevare pesi digrignando i denti di ceramica e la pelle non più tonica e spesso cadente che li avvolge come un lenzuolo bagnato che viene poggiato su un manichino muscoloso e le vene blu spinte fuori dalla pelle dai troppi steroidi e più che un bel corpo armonico e in salute, quello che traspare è solo la paura di invecchiare.  

Leggi anche gli altri episodi di Gente della palestra, clicca sull'icona sottostante:

    
    
  
Share on Google Plus

About Lord79

Se Lord79 non vi piace, sappiate che mi chiamo Emilio.
    Blogger Comment

16 commenti:

  1. No lo "o leopardo" nooo capisco che quando si è tra maschi non si guardano certe finezze ma a tutto c'è un limite, o magari e un invito per qualche feticista. ahahahaha

    RispondiElimina
  2. Ti suggerirei anche il tipo che pur avendo i capelli alla San Francesco usa l'unico phon per asciugarsi le ascelle, l'inguine, il culo, i piedi e persino le ciabatte!!! Mannaggia al diavolo un giorno sbotterò di brutto! Ahah! Oltre allo spreco di energia, che ci vuole un secondo a farlo con l'asciugamano, c'è il mio spreco di tempo che devo stare lì ad aspettarlo! Ciao, Max.

    RispondiElimina
  3. ero un pò che non passavo e sono rimasto scioccato... il Lord ride?!?!

    RispondiElimina
  4. se frequentassi la tua stessa palestra ti ruberei le mutande per eccitarmi con i tuoi odori

    RispondiElimina
  5. >>>loran
    Penso di essere abbastanza con le vedute aperte, ma feticista delle mutande sgommata proprio non ce la faccio.

    >>>Max
    Ne avevo già parlato di quello che si asciuga i peli del pube e le ascelle con il phon. Non ricordo quando, ma ne avevo parlato. E devono morire.

    >>>Gelido
    Buoni propositi per l'anno nuovo: sorridere di più.

    >>>Anonimo 24 gennaio 2013 16:04
    Ho paura di te.

    RispondiElimina
  6. A 43 anni la vecchia palestrata mi fa paura. Dio, fai ch'io non diventi così!!! Già mi ritrovo a sollevare pesi coi ventenni.
    A mia discolpa non metto canottiere ma normali t-shirt, non esagero coi pesi, non ho venature blu ne denti di ceramica e cerco di mantenermi in discreta forma tanto da poter competere con... i normali amici quarantenni.
    La paura d'invecchiare però, fanculo, ce l'ho e rosico.

    (P.s. - ma la decenza delle mutande linde quella mi apparterrà sempre. Almeno quella).

    RispondiElimina
  7. Vabbeh, se proprio te servono te le posso riportà le mutande eh

    RispondiElimina
  8. Sei sicuro d'andare in palestra, dai tuoi racconti sembra più un centro recupero. ahahahha

    RispondiElimina
  9. Ma tu porti le mutande griffate forse è per questo che te le rubano...?

    Beh devi considerare che le fantasie di Anonimo non sono tanto inconsuete e insolite.

    Comunque mi hai fatto venire un dubbio, nella mia c'è un signore abbastanza maturo che però si allena in maniera assidua ed ha pure un corpo massiccio e ben modellato. Non avevo mai preso in considerazione che potesse essere della confraternita... come sono ingenuo!

    RispondiElimina
  10. Il tipo nella foto di questo post ha un fisico invidiabile, ma di viso non si può guardare!!! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non avevo guardato il viso

      Elimina
  11. Ho promesso che presto parlerò anche della gente che frequenta la mia, adesso che ha aperto e che ci vado da quasi due mesi.
    Di personaggi strani ne ho visti (anche se il primo sono io, quindi similes cum similibus congregantur).
    Il primo report che posso fornire sul tema assurdità è il seguente: aver visto due uomini completamente calvi, lisci come Telli Savalas, asciugarsi la testa col phon. Per la serie "nun ce vojo sta"

    RispondiElimina
  12. oddio ma quanto mi fanno ridere le tue "verità" sulla palestra!?!?!?! ahahahahahah

    RispondiElimina
  13. Lord fai una cosa la prossima volta, prendi con molta cura e distacco magari con uno scottex le mutande butagliele nel secchio della spazzatura, e vedrai che non le appende più in bella vista... magari un giorno che sono meno sporche! Magari!

    RispondiElimina
  14. Ma perché manca "gente della palestra 13"???

    RispondiElimina