Arpad Miklos è morto


Abbiamo un po' questo vizio di idealizzare le pornostar. Le vediamo come dei manzi che hanno trovato il successo facendo una delle cose più bella al mondo ed ai nostri occhi li vediamo come una specie di archetipo della libertà, ché loro hanno saputo andare oltre i tabù e se ne sono sbattuti di quello che pensa la gente e son riusciti a diventare famosi scopando e godendosi la vita.
La verità è che la vita del porno attore non deve essere poi così figa come la immaginiamo e per carità, nessuno li costringe e ci sono molti lavori più umilianti del prenderlo al culo davanti ad una telecamera e però dico solamente che stare sempre con il pipo in tiro, è molto più stressante di quello che possiamo percepire noi che guardiamo i porno per eccitarci. Del resto, se mentre stiamo lì a vedere loro che si incastrano in varie posizioni, iniziassimo a pensare che si sono presi il viagra per tenerlo duro e che quella scena è durata due ore, con i microfonisti che girano intorno e il regista che non vede l'ora di finire per risparmiare sull'affitto della location, beh allora probabilmente la voglia di farci una sega ci passerebbe e andremmo a farci un panino con la Nutella. Da un certo punto di vista, ci fa comodo pensare che il loro sia un mondo fighissimo e che il loro godimento sia reale.
Arpad Miklos è stato uno dei più famosi porno attori gay di questi ultimi anni ed è difficile trovare qualcuno che non si sia smanettato guardando un suo film. Arpad Miklos è stato trovato morto nel suo appartamento di New York lo scorso 3 febbraio e a quanto pare si è trattato di suicidio. Aveva 45 anni. Insomma, se lo ha fatto perché il mondo del porno fa schifo, se è stato per la paura di invecchiare, se era rimasto imprigionato in un personaggio che ormai non lo rappresentava più, io questo non lo so; quello che è certo è che non era felice e questo lo rende una persona fragile e vulnerabile come tutti noi. A dispetto del lavoro che aveva scelto di fare e che molti possono non condividere.
Ora però, mi aspetto che la la RAI mandi in onda un suo film, per celebrare la sua prematura scomparsa. Io me li riguardo sempre volentieri.
Share on Google Plus

About Lord79

Se Lord79 non vi piace, sappiate che mi chiamo Emilio.
    Blogger Comment

21 commenti:

  1. verissimo. tra l'altro quando invecchiano non se li caga nessuno quindi chissà che fine fanno. cioè tipo, versano i contributi? che pensione hanno? non sono pochissimi quelli morti suicidi, quindi non so, ci vedo un senso di rifiuto del mondo verso chi ha scelto una via apparentemente più comoda...
    comunque, in uno dei miei momenti ehm, culturali, ho visitato il blog hotmenintheirpants.blogspot.com e pensa un po', c'è pure una tua foto :D

    MM

    RispondiElimina
  2. Pensa che me ne hanno palato proprio questa mattina ma io non sapevo neppure chi fosse. Neanche la foto mi dice gran che, eppure non sono proprio un profano dei video porno :/

    RispondiElimina
  3. Mi sembra che anche l'anno scorso un altro pornodivo (mi piace chiamarli così - fa molto anni 70) ci abbia lasciato. Se non due addirittura (forse uno per un cocktail di sostanze...) Comunque mi spiace. Mi ricordo che tempo fa avevi messo il suo telo da mare come regalo di compleanno/natale. JJ

    RispondiElimina
  4. ps - ma sei tu lord ? http://3.bp.blogspot.com/-EWrGCKcUaJQ/UQ055bcyArI/AAAAAAAAK70/SLkGAXA7V9Y/s1600/BIG+BULGE+%2836%29.jpg

    jj


    RispondiElimina
  5. spiace quando accadono simili eventi.
    una prece

    RispondiElimina
  6. Dispiace sapere che la depressione porti al suicidio. Anche persone molto più appagate, per così dire, da una vita 'facile'. Io non credo sia affatto facile. Il fatto è che per molti gay la vita sentimentale è inutile. Non si mettono mai in gioco, convinti che un bel corpo/cazzo/culo li mettano al riparo dalla sofferenza e dalla solitudine. Siamo talmente presi da noi stessi che non ci rendiamo conto che è proprio dandosi ad un altro possiamo superare meglio le avversità della vita. Ne ho visti e sentiti fin troppi di gay disillusi, già a trent'anni. Talmente convinti che "non ne vale la pena" da finire sempre e comunque da soli, magari a rimirarsi i muscoli davanti allo specchio di casa. 45 anni nel mondo gay sono quasi come 65 in quello etero, specie con le nuove generazioni, che considerano 'vecchio' chiunque abbia passato i 35.
    Quest'uomo non lo conoscevo, ad essere onesto. Dubito che fare sesso davanti a una telecamera sia eccitante. Spesso e volentieri, finiscono per arrotondare facendo marchette, nulla di più. Mercificare il sesso fino a questo punto gli toglie magia, sentimento e attrattiva, secondo me. Alla fine, temo che nemmeno più una sega in santa pace abbia gusto o sapore. Magari sbaglio, ma credo che di fondo fosse una persona molto sola. Da quel che ho letto, il suo background culturale era ben oltre il mestiere che ha scelto di fare. Proveniva da un paese dell'est, in cui era ingegnere chimico, mi pare. Attratto dal luccichio delle luci della ribalta porno americana, deve aver pensato di aver svoltato. Salvo poi essersi trovato solo un oggetto in mano a case di produzione che per ognuno che lascia ne trova almeno altri 100 da illudere per sostituirlo.
    Non credo nemmeno che siano ambienti salubri: AIDS a parte, il problema è il giro di droghe e anabolizzanti, che alla lunga -checché se ne dica- distruggono anche il fisico più prestante.
    Riposi in pace.

    RispondiElimina
  7. io ho scoperto della sua esistenza solo grazie a questo tuo post...
    garantisco che non andro' a cercarmi la filmografia perchè, sinceramente, il pippo in tiro per lavoro non mi eccita molto...
    Mi dispiace.. sono una voce fuori dal coro...
    Condivido il sentimento accorato di dispiacere per una Persona che viveva un forte disagio e che la società nella quale si muoveva non ha saputo/voluto vedere/affrontare con lui...
    Salvo Modena

    RispondiElimina
  8. Tutti sparano profili psicologici neanche fossero il suo analista. Chapeau!

    RispondiElimina
  9. Un altra vittima della depressione. Mi spiace davvero tanto!

    RispondiElimina
  10. >>>MM
    Sicuramente infatti non deve essere una vita semplicissima. Ma poi forse invece se ne sbattono del giudizio della gente e si godono i soldi guadagnati in gioventù. Chi lo sa.

    >>>Sono Romeo
    Ma come fai a non conoscerlo? È un po' come non conoscere Moana. Dai!

    >>>JJ
    Sì, lo scorso anno era morto Erik Rhodes.
    Comunque sì, direi che sono proprio io quello della foto. Ancora non hai imparato a riconoscermi?

    >>>quid76
    >>>ST
    >>>Jimi Paradise
    >>>Massimo
    Vero. Anche a me dispiace.

    >>>PAT
    Credo anche io che non sia proprio un ambientino molto sano, che tra droghe e farmaci vari, mi sa che ci sguazzano.

    >>>Salvo Modena
    Io i porno me li guardo. Non ci trovo nulla di male.

    >>>Anonimo
    Per quanto mi riguarda, non mi pare di aver sparato nessun profilo psicologico.

    >>>

    RispondiElimina
  11. Conoscevo AM (ovviamente non personalmente) e mi dispiace molto per quello che gli è successo, anche se a essere sinceri non era tra i miei preferiti.

    Posso dire una cosa un po' cattiva? Io di fronte alle morti tragiche e improvvise di giovani e aitanti pornodivi mi chiedo sempre se in realtà non si tratti di false notizie messe in giro dagli stessi in combutta con le case di produzione, quando si sono stancati di questo tipo di vita e vogliono uscire dal giro per godersi in santa pace i soldi che hanno guadagnato... Un po' come quando nei telefilm americani fanno morire il tal personaggio perché l'attore in questione si è stufato di interpretarlo.

    Vabbé, l'ho detto, spero solo di non essere fulminato...

    RispondiElimina
  12. L'ho saputo da poco e ne sono rimasto shockato. Lo conoscevo (virtualmente) da circa un anno, ed era subito diventato il mio preferito. Mi piaceva tutto di lui. Dall'aspetto sino al modo con cui faceva sesso. A differenza di molti altri possedeva una (almeno apparentemente)naturale ruvidità che lo distingueva. Sembrava...meno "costruito". Più...ruspante. Uno di quelli che, insomma, non stà continuamente a rimirarsi i muscoli allo specchio. Ciò nonostante era uno schianto.
    Il suo suicidio, l'aver letto che non era felice, ha fatto sì che, per la prima volta, non lo considerassi più solo per il suo corpo, ma anche la sua anima. Chissà come doveva sentirsi, cosa avrà provato per spingerlo a tanto. Povero Angelo. E dire che mi sembrava così forte. Quasi invincibile. Mha, chissà. Chissà se non sia stata proprio questa sua apparente invulnerabilità a nascondere o precludergli un qualsiasi tipo di aiuto esterno. Non voglio pensare che fosse depresso per l'avanzare dell'età o che ragioni simili lo abbiano spinto alla più drastica delle soluzioni. Perchè, se così fosse, avrebbe gettato la propria vita per ragioni davvero stupide e per nulla insormontabili. Comunque...mi rendo conto che, da fuori, è sempre facile parlare.
    Riposa in pace, dolce Arpad, e spero che non me ne vorrai, anzi che ne sarai felice se, ogni tanto, torno a guardare i tuoi filmati ed alla fine sognare di addormentarmi con la faccia immersa tra i peli del tuo superbo petto. Buona notte, tesoro.

    RispondiElimina
  13. nnè lui quello ke si vede nella foto kè emy ha il cazzo piccolo e il suo ragazzo infatti se ne lamenta appunto vanno in vacanza nei posti gay così conoscono qualche dotato

    RispondiElimina
  14. Mi dispiace veramente, sono rimasto senza parole...dal suo sguardo trapelava un non so che di sicurezza che trasmetteva agli altri....Addio Arpad, anche se virtualmente mi mancherai.
    Luca

    RispondiElimina
  15. L'ho appena scoperto, ci sono rimasto malissimo, Arpad Miklos era uno dei più belli muscle bears. Mi mancherai Arpad, eri uno dei principali protagonisti delle mie fantasie!
    Giovanni

    RispondiElimina
  16. Bono come a pochi e molto maschile...almeno nei film poi di persona non ho avuto la FORTUNA di conoscerlo...comunque lord sei un bono della madonna pure te eheheheh

    RispondiElimina
  17. e' passato quasi un anno dalla tua scomparsa eppure ancora non riesco a farmene una ragione.si puo' amare una persona senza conoscerla?a me e' successo.dicono che il tempo sia un gran dottore per placare il dolore,ma a me sta succedendo il contrario.ti amero' per sempre mio caro Arpad.riposa in pace amore mio.

    RispondiElimina
  18. Aveva un viso troppo dolce. avrei voluto conoscerlo. Aveva bisogno di molto affetto e comprensione. dormi sereno cucciolone

    RispondiElimina
  19. leggere queste notizie non fa mai piacere, chiunque sia,qualsiasi mestiere faccia. poi il fatto che era tutti lo descrivevano come "vecchio". aveva 45 anni e questo e' essere vecchi? bho!!!!!

    RispondiElimina