Gente della palestra #15


Febbraio è quasi finito, l'estate si avvicina a passi da gigante e la gente si ricorda improvvisamente che: "Oh cazzo, devo inscrivermi in palestra!" e però il corpo umano non si modella come un panetto di didò e quindi ecco che se fino a ieri hai mangiato pizza, patatine fritte e Mc Flurry, non è che adesso bastano quattro addominali per sistemare tutto. Eh no. Ché il grasso si accumula sui fianchi più veloce di un rutto che scappa dopo aver bevuto CocaCola e però poi per dimagrire e tonificare sono dolori e bisogna correre e sudare e a febbraio improvvisamente le palestre si riempiono di gente mai vista, che occupa posto e affolla gli spogliatoi.

Tipo che canta pensando di non essere sentito.
Ormai in palestra quasi tutti usano l'iPod o altri tipi di lettori mp3. Anche perché per chi si allena da solo, un po' di musica sparata nelle orecchie è veramente una salvezza e i bassi martellanti aiutano a tenere il ritmo e una bella canzone distrae dalla fatica e ecco; ogni tanto si incontra qualcuno con le cuffiette nelle orecchie e il volume talmente alto, da non rendersi conto che non sta solo muovendo le labbra, ma che in realtà sta biascicando tutta la canzone a voce alta e in modo stonato; ché non c'è niente di peggio di cantare senza sentire la propria voce. E mentre loro credono di cantare solo nella propria testa, tu invece sei lì accanto che ascolti tutto il loro mini concerto come fossero gatta in calore che miagolano.

Le finocchie che indossano solo canottiere.
In palestra i ruoli sono abbastanza assegnati: ci sono i giocatori di rugby che li riconosci dalle magliette sporche di terra che le puoi lavare quante volte ti pare, ma tanto ormai le macchie di fango non se ne vanno e ci sono i muscolosi culturisti che indossano pantaloni larghi con disegni etnici e felpe tagliate all'altezza dell'ombelico e ci sono gli etero fighetti che si allenano con le polo di Abercrombie e il colletto rigorosamente tirato su come fosse il mantello della strega di Biancaneve e poi ci sono i gay che indossano le canottiere. Ecco, questo richiederebbe uno studio antropologico che ancora non ho condotto e quindi non chiedetemi di spiegarvi il motivo, ma se indossi una canottiera sei gay al novanta per cento. E se per caso spunta fuori che sono etero, state sicuri che vi guardano il cazzo sotto la doccia.

Quella con il corpo da modella.
Non mi piace parlare dell'aspetto fisico delle persone, ché certi sono nati belli e per loro è tutto semplice e altri invece son venuti fuori tipo ragni e non è di certo colpa loro e proprio per questo motivo preferisco osservare i comportamenti delle persone. E però c'è questa ragazza che ha veramente un fisico da paura e sta sempre stretta in fuseaux grigi che le mettono in risalto il culo a mandolino che Jennifer Lopez non sei nessuno e poi ha due bocce alla Tomb Raider e lunghi capelli castani e vista da dietro è veramente una gnocca e poi però si gira e "Gesucristo!" ha un viso da babbuino che sembra la figlia di Fantozzi. E poveretta, lei ci prova a conciarsi e però si trucca in modo così pesante che fa anche più danni. Ultimamente si è tagliata i capelli ed è tornata con la frangetta e ora non vorrei dire una cattiveria gratuita e io però immagino il parrucchiere che le dice: "Ciao bell... Gesucrito! Facciamo la frangetta lunga fino al mento?".

Leggi anche gli altri episodi di Gente della palestra, clicca sull'icona sottostante:

    
    
   
Share on Google Plus

About Lord79

Se Lord79 non vi piace, sappiate che mi chiamo Emilio.
    Blogger Comment

13 commenti:

  1. Anch'io ho notato che i gay usano le canotte. O meglio: ho notato che più la maglietta è larga e più le persone sono etero.
    Poi ci sono i metrosexual con la maglietta senza maniche. E poi - appunto - i gay con la canotta.
    Ovviamente io ho la maglietta larga. E mai stirata (orrore!).

    Comunque i post "gente della palestra" sono sempre divertenti.

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. Mi hai beccato in pieno!
    No, niente canottiera per me, ma maglia larga e eterissima. Mi hai beccato tra quelli che cantano convinti di non essere sentiti. Certe figure... Ma è come la pipì. A me il canto, niente da fare: mi scappa!

    RispondiElimina

  4. Scusatemi, sono atipico in tutto evidentemente. Per rispondere a te e a @Filo io non uso mai canotte, anzi sempre la classica t-shirt con maniche, mgari un pò larga per stare comodo.

    Al massimo, in estate, preferirei allenarmi senza la maglietta. Tutto sommato ho un pettorale che me lo permette.

    Forse sono un pò bisex e non lo so?

    RispondiElimina
  5. ahahhah e infatti è febbraio e sono tornato in palestra XD

    che risate il post..
    "altri invece son venuti fuori tipo ragni"
    "Gesucrito! Facciamo la frangetta lunga fino al mento?"

    ahahahahha

    io maglia a maniche corte e bella larga.. e pantaloni a pinocchietto.. che la canotta fa troppo gay appunto.. e poi non ho il fisico XD

    RispondiElimina
  6. Sono fanatico di palestra ma la canotta fa veramente troppo gay (se poi chi la mette non si cura del fatto che in palestra in pausa pranzo ci saranno al massimo 15 gradi...)
    Che poi, non è mica detto che uno che mette la canotta per andare in palestra sia veramente gay: io per esempio l'ho messa una volta sola e solo perchè avevo tutte le magliette a lavare (e mi hanno perculato tantissimo). Quindi non è detto che tutta questa gente sia gay, magari ha solo sbagliato i conti con le lavatrici a casa... mah...

    RispondiElimina
  7. Anche se non vado in palestra (e dovrei proprio andarci) e sono gay non ho mai messo le canottiere e adesso mi sorge il dubbio fossi etero e non lo so!!!

    RispondiElimina
  8. Ahahah! Rientro in quelli che si allenano con le cuffie! Ma non canto dai... Canotta=gay o pseudogay?? Mm... La mia palestra è piena allora, fammi guardare meglio...
    Ciao Max

    RispondiElimina
  9. sara' un'indossatrice di passamontagna forse??

    :P

    RispondiElimina
  10. Attendo con ansia le seguenti categorie:

    - Muscolocas: classiche checche pompate con capello gelatinato, magliettine strette e strappate che mettonoin risalto anni e anni di testosterone liquido o in pastiglie, assunto via bibitone rosa durante gli allenamenti. Fanno gli spaccafighe mentre sollevano 300 kili, pavoneggiandosi e sprizzando sudore da macho. Poi peró, negli spogliatoi scatta lo sguardo alla bambi, desideroso di prenderlo nel didietro.

    - Le grindr adddicted: gente che tra una serie di addominali e una di bicipiti, non scolla l'occhio dal cellulare. Con la app dal teschietto gay sempre aperta. In attesa di un bip da parte di qualcuno dei presenti in palestra.

    Se tali categorie sono state snocciolate, come non detto.

    :)

    RispondiElimina
  11. ma tu in palestra fai i bucchini come dicono????

    RispondiElimina
  12. >>>Filo
    E fin quando ci sarà gente strana e degna di essere osservata, continuerò a sfornare "gente della palestra"

    >>>(In)consapevole
    Mi immagino quelli della palestra che quando ti vedono entrare dicono: "È arrivato l'usignolo..."

    >>>G.Blue
    >>>Narciso
    >>>loran
    Ma intendiamoci, la regola vale per gli etero che se indossano le canottiere sono quasi sicuramente mezze cule represse, ma se i gay indossano maglioni larghi, sempre gay rimangono eheheh. Io anche metto quasi sempre t-shirt o addirittura la felpa con il cappuccio in inverno. Ma la canottiera d'estate me la concedo.

    >>>S.
    Vabbè, ma infatti si parla così per maggioranze. Poi c'è sempre quello fuori dal coro.

    >>>Max
    Controlla bene, qualche sorpresa secondo me la trovi...

    >>>trillo
    ahahahahahah può esse.

    >>>Madrileño
    La prima categoria mi pare di averla già presa in considerazione, ma la grindr addicted sarà sicuramente inserita perché anche da me ce ne sono.

    >>>Anonimo 24 febbraio 2013 15:05
    Certo, la gente si iscrive solo per ricevere i miei bocchini negli spogliatoi.

    RispondiElimina
  13. ingoi? io sanissimo

    RispondiElimina