Jorge Mario Bergoglio è Papa Francesco


Rimango allibito da come questo Conclave abbia destato tutte queste attenzioni e non sto parlando di mia zia che si è vista la proclamazione in diretta su Raiuno, ma di come i social network siano completamente impazziti dietro a queste "elezioni", tirando fuori un sarcasmo che forse non pensavamo neanche di avere. 
Che poi, a me se una cosa non interessa non ci spreco neanche il tempo di una battuta e invece tutto questo simpaticissimo umorismo (è ironico), mi fa pensare che dietro ci fosse un reale coinvolgimento e tutti curiosi di sapere il nome di questo nuovo Papa, neanche stessero dicendo il vincitore del Grande Fratello.
Jorge Mario Bergoglio, Papa Francesco.
Dopo il primo attimo di smarrimento dovuto al fatto che nessuno ricordasse la sua faccia, subito si sono spellati le mani elogiandone l'umanità e l'espressione bonaria e tutti ad annuire quando hanno detto che preferisce prendere la bicicletta e la metropolitana e che addirittura si cucina da solo e tutti a fare la faccia triste perché il poveretto ha un solo polmone dato che l'altro glie lo hanno asportato da adolescente in seguito ad un'infezione e c'è chi ha sottolineato il fatto che portasse al collo una croce in ferro anziché quelle cose in oro massiccio alle quali ci aveva abituato Benedetto XVI e poi l'Argentina che è un paese che ha subito una crisi terribile e il nome Francesco che richiama quello di un Santo poverello e umile e diciamo che ce l'hanno messa tutta per arrivare a toccare i cuori della gente, ma una roba che neanche Maria De Filippi a C'è Posta Per Te avrebbe saputo fare di meglio e tutti a stringersi in abbracci e sorrisi, acclamando il nuovo Papa buono. Probabilmente ai piedi porta anche un paio di Melluso anziché le scarpe di Prada.
Dall'altra parte invece, c'erano quelli che un nanosecondo dopo l'elezione, già postavano su Facebook le notizie relative alla sua complicità con la dittatura argentina e le sue dichiarazioni relative ai matrimoni gay, nelle quali disse (tra le tante cose): "Sono uno modo per distruggere il piano di Dio". Voglio dire, veramente ci stupiamo che odi gli omosessuali?
Che poi diciamo la verità; da quel balcone si sarebbe potuto affacciare anche Vegeta con la testa di Goku tra le mani e i fedeli avrebbero ugualmente acclamato il loro nuovo Santo Padre, ché tutte queste storie del poverello d'Assisi, l'Argentina e l'umiltà, servono solo a fare parlare i giornali, perché tanto i fedeli amano incondizionatamente il loro Papa, proprio come un madonnaro esulta ogni volta che esce un nuovo orrido album della signora Louise Veronica Ciccone.
Rimango allibito da come ragazzi omosessuali della mia età abbiano ridicolizzato e scherzato su questo Conclave, paragonandolo ad uno dei tanti reality show del momento, ché a me certi argomenti fanno paura e tolgono la voglia di ridere: da un lato abbiamo l'ennesimo potentissimo Papa che con la sua faccia buona dirà cose atroci e dall'altro una massa di fedeli pecore che si berranno tutto quello che dirà.
E quando dirà che siamo un abominio, poi venitemi a dire che però erano divertenti le battute sul nome Francesco, sull'Argentina e sui cardinali che hanno ascoltato la Macarena tra una fumata e l'altra.
E mi sa che questa volta la Chiesa ci ha visto lungo ed oltre ad aver scelto il fantoccio giusto (quell'altro aveva proprio la faccia cattiva), ha anche capito il grande potere mediatico che si nasconde dietro l'elezione di un nuovo Papa e forse proprio per questo motivo, ne ha scelto uno di 77 anni, in modo da ripetere presto tutto questo spettacolare teatro.
Share on Google Plus

About Lord79

Se Lord79 non vi piace, sappiate che mi chiamo Emilio.
    Blogger Comment

29 commenti:

  1. D'accordissimo con te. Per la questione dello scherzare sul conclave, non me la sento del tutto di dissentire... alla fine, se non ne ridiamo che cosa dovremmo fare? L'importante è che non si rimanga alla risata senza fare nient'altro. Io ho già cominciato la campagna di contro-informazione, facendo notare a tutti quelli che mi stanno intorno quanto questo papa non faccia né più né meno schifo di tutti gli altri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vorrei chiarire meglio il concetto dello scherzare e fare le battute sul conclave e intendiamoci, io sono il primo a ridere delle cose che succedono, ma in questo caso ho percepito solo superficialità e non sarcasmo intelligente e provocatorio. Se le battute si basano solo sui preti gay che ascoltano Rihanna durante il conclave, allora mi cadono le palle e non mi viene da ridere.

      Elimina
    2. Beh su questo devo darti ragione...

      Elimina
  2. Caro Lord,
    un post pieno di pregiudizi. Non è da te. Hai già deciso che dirà cose atroci e una massa di fedeli pecore lo seguirà. Condanna già scritta. Quella stessa condanna agli omosessuali che tu combatti.
    Max

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è questione di avere pregiudizi, non sto parlando così tanto per dire qualcosa; mi baso sulle affermazioni omofobe e misogine rilasciate prima del pontificato. Se poi cambierà linea di pensiero sarò pronto a ricredermi, ma considerato che adesso è il capo della Santa Madre Chiesa, è un po' come aspettarsi che Wile Coyote prenda un tè insieme a Beep Beep anziché inseguirlo.
      Mi dispiace Max, ma in questo sei molto ingenuo.

      Elimina
    2. Ha appoggiato il golpe in Argentina nel '76, contrario a matrimoni gay, aborto divorzio, nel 2007 ha anche affermato che le donne sono "naturalmente inadatte alla politica"... che ci vogliamo aspettare?
      I fedeli SONO una massa di pecore, non saprei dare altre definizioni a persone che credono ciecamente a qualcosa nonostante la realtà remi al contrario, ed è proprio questo che ha fatto la fortuna di tutte le religioni.

      Elimina
    3. XieZhi mi trovi perfettamente d'accordo. Spero che anche Max capisca cosa intendiamo dire.

      Elimina
    4. Volevo semplicemente dire, che così come agli omosessuali dà fastidio essere subito etichettati e giudicati a prescindere dalla conoscenza delle persone non si dovrebbe usare lo stesso stile di giudizio, anche nei confronti delle tante persone che seguono il papa. Tutto qui. Non sarebbe ora di trovare un tipo di comunicazione diversa?
      Max

      Elimina
    5. Max, perdonami, ma non trovo il nesso tra le due cose. Io sto giudicando un persona in base a frasi che ha detto e comportamenti che ha avuto. Mi baso su fatti realmente accaduti. La categoria degli omosessuali invece è giudicato in base a cosa? Questo è vero pregiudizio.

      Elimina
    6. Lord, non riesco a spiegarmi. ti pongo laquestione in maniera diversa. Esiste un modo di comunicare tra la Chiesa e la comunità gay?
      Max

      Elimina
    7. Certo che esiste. Basterebbe dire che quanto precedentemente detto e fatto dagli altri Papi riguardo all'omosessualità, è un'opinione personale e non rappresenta il messaggio di Dio.

      Elimina
    8. Allora puoi continuare a scrivere questi post.
      Non te la prendere, lo sai che ti apprezzo Lord!!
      Max

      Elimina
    9. Grazie del permesso.

      Elimina
  3. Certi spettacoli piacciono anche a i non adepti proprio per il loro grado di spettacolarizzazione e per il fatto che fanno sentire parte della storia e levando un gradino in più chi ne partecipa o ne parla è un po' come quelle persone che parlano dei fatti di attori o cantanti famosi come se fossero loro intimi amici. Sull'ironia poi per me è presente anche un intimo credere e ammirare l'oggetto sulla quale si fa, si può dissacrare solo quello che uno considera sacro, altrimenti la cosa desta solo indifferenza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse il problema è proprio che a me di questa cosa non interessa e anzi, la vedo solo come una minaccia. Poi vabbè, se una battuta è divertente rido anche io, non è che devo rimanere serio per partito preso, questo è chiaro spero. Però su una cosa hai ragione da vendere; la gente parla troppo dei fatti degli altri.

      Elimina
  4. Mi sono sempre chiesto.. ma non si possono denunciare per razzismo?? anti-semitismo etc..? :P

    Già.. i matrimoni gay sempre più lontani...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so in questi casi come funziona, se tipo l'ONU può mettere bocca senza creare un incidente diplomatico. Non ne ho idea.

      Elimina
    2. Esiste si un ente, anzi più precisamente un tribunale l'ittcs (the international tribunal into crimes of church and state) che ha condannato il papa per crimini contro l'umanità, il papa non può neanche entrare nei paesi dove è stato condannato o verrebbe arrestato immediatamente.
      Ittcs ha un sito dedicato in inglese e ben poco sponsorizzato in paesi "laici" come l'Italia.

      Elimina
  5. Si tende a confondere in maniera indegna pedofilia e omosessualità. Non vedo perché non possano esserci preti gay: se farsi prete implica la castità, ci si astiene e basta, quali che siano le proprie inclinazioni. Trovo semmai anacronistico che non si possano sposare e che finiscano per fare schifezze pur di placare il lato sessuale. Facile identificare la castità con un 80enne. Molto più difficile pensare a un giovane prete nel fiore degli anni.
    La pedofilia è una patologia che non mi sento di condannare in sé e per sé. Va condannato chi tace e copre le malefatte e continua a mettere preti pedofili a contatto coi bambini. Mi può anche star bene che non lo denuncino -tra cani non si mozzicano, come diciamo a Roma- ma che lascino impuniti e liberi di stare a contatto con bambini e ragazzi dei pedofili incalliti mi fa schifo. E, come ho detto, lo schifo lo provo per chi sa e copre, non per il pedofilo, vittima purtroppo di una patologia che andrebbe curata e seguita, piuttosto che condannata o taciuta. Se i pedofili mi fanno pena, chi li copre mi fa solo schifo, specie se si tratta di uomini di chiesa.
    Tutta questa risonanza per un papa mi sembra assurda, ma tant'è. Quel che non tollero e non capisco è certa gente che si professa tanto cattolica, salvo poi usare il cattolicesimo e i suoi dettami solo quando cazzo gli pare. Ovvero, solitamente, quando si sta male, in punto di morte e... quando si parla di gay! Perché tanto di cappello all'integralista che segue pedissequamente tutti i dettami 'di Dio' (anche se non lo concepisco nel 2013), ma sentir dire che i froci sono un'aberrazione da gente che fa il cazzo del proprio comodo proprio no. Eh sì perché ricordiamo ad esempio che per la chiesa non esiste il divorzio, nemmeno se ci si gonfia di botte dalla mattina alla sera, non si deve fare sesso se non per procreare, non si usano i preservativi (meglio far morire milioni di africani, no?), non si bestemmia, si va a messa tutte le sante domeniche, non si fa sesso prima del matrimonio, ecc ecc. Ora mi chiedo: quanti fanno (o non fanno) TUTTO QUELLO CHE IMPONE LA CHIESA? E io devo sentir nominare cristo quando mi si dà contro?

    RispondiElimina
  6. No, non ci siamo. Per come la vedo io, il papa è solo un retaggio di un'antichità che spero scompaia. Non dimentichiamo che per la chiesa la donna non conta un cazzo, le streghe le bruciavano sul rogo e milioni di persone sono state sterminate per indottrinarle al cattolicesimo. Oggi, l'orrore che perpetrano è più subdolo, ma non meno inquietante. Prima fra tutte l'ingerenza della chiesa nella politica di un paese, il nostro, che dovrebbe essere LAICO. E il bello poi è che chi se ne fa portavoce è la destra! Da cui i famosi family day, di politici che inneggiavano alla famiglia, quando hanno figli da 4 mogli diverse e 8 divorzi alle spalle. Ma per favore!! Trovo tutto questo ridicolo. Così come trovo ridicola una chiesa milionaria che dispensa perle di saggezza su umiltà, povertà e fratellanza mentre ha il culo su cuscini di design e scarpette di Prada ai piedi o mani in pasta in affari poco puliti (vedi lo schifo che stanno facendo all'IDI e San Carlo di Nancy a Roma).
    Io credo in Dio. E credo fermamente che un Dio giusto non possa tollerare tutto questo. Né possa non tollerare, ad esempio, che due persone dello stesso sesso si amino. L'amore è semmai la massima espressione di Dio, non certo la mentalità retrograda di questi piccoli esseri immondi che si sentono in dovere o diritto di decidere chi può o non può condurre una vita dignitosa, in base alla loro chiusura mentale del cazzo.
    Questo papa fa tanto 'bontà', specie sui media. Non so se quel che si dice sul suo conto in merito agli episodi della dittatura in Argentina sia vero, ma i toni da inquisizione che usò al tempo delle unioni gay in quel paese non può passare inosservato. La stessa presidentessa lo ha redarguito ben bene al tempo. Mi spiace, poteva essere un'occasione per portare una ventata di freschezza e umanità nella chiesa e avvicinarla di più alla gente vera, non solo ai cattolici indefessi e col prosciutto sugli occhi.
    Fosse stato per me, Don Gallo doveva essere papa, non questo fantoccio buttato lì per proseguire con la loro chiusura, i loro agi, le loro condanne e il loro mettere bocca nel quotidiano di gente che non conoscono e di cui nemmeno immaginano le difficoltà del vivere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai messo un sacco di carne sul fuoco tirando in ballo molti discorsi e diciamo che in linea di massima sono d'accordo con te. Sul discorso pedofilia ritengo che sia sicuramente un reato coprire questi avvenimenti lasciandoli impuniti.
      Come dici tu, questo papa fa tanto "bontà" toccando i cuori della gente con il prosciutto sugli occhi. E son sicuro che dopo aver rabbonito tutti con i suoi discorsi sulla povertà, presto arriveranno anche le stoccate contro i gay. Staremo a vedere, magari mi sbaglio.

      Elimina
  7. io avevo scritto sulla mia bacheca FB che del nuovo papa non me ne importava nulla, tanto i preti sono tutti uguali e non gliene importa un fico secco della gente , che arriva dopo neanche 2 minuti un commento del mio amico cattolico praticante convinto , risentito della mia denigrazione sul suo nuovo idolo. che noia... già in time line leggevo frasi entusiaste su questo papa che di sicuro era buono ed umile perchè aveva lo sguardo di uno buono ed umile e finchè si ragiona così non si arriva da nessuna parte, che è una cosa che ci insegnano da piccoli che se uno ha la faccia giusta allora è un certo tipo di persona e purtroppo non si ha la testa di pensarla diversamente.
    e io ogni volta che sento questi ragionamenti mi bolle il sangue .
    io mi aspettavo però un papa nero , perchè oltre al fattore simpatia per la minoranza si aggiungeva la famosa profezia di nostradamus e giù tutti a comprarsi il paradiso con generose offerte alla chiesa o con un servilismo ancora più acuto.
    ma forse il papa nero era troppo , questo è colorato ma al punto giusto , non troppo e con le ormai famose origini italiane accontenta gli italiani (ci vedevate i tanti razzisti avere un papa scuro?non era possibile. poi i tanti seguaci di Bossi , Fini ,e di tutti i ministri che vogliono gli extracomunitari fuori da qui, che avrebbero fatto?) sorvolano tutti sul fatto che se i suoi antenati son andati in Argentina è perchè qui facevano probabilmente la fame.
    ho sentito che secondo molti è comunque questo il papa nero ,con discorsi su un appellativo che aveva (ma non ho ben capito) così la paura della fine del mondo è assicurata , ottimo marketing.

    purtroppo la proclamazione del papa è arrivata mentre cenavo con i miei e me la son dovuta sorbire per forza, e ancora una volta non capisco la passione di persone che di cristiano non fanno mai niente nella loro vita,ma ne parlano quando fa comodo.
    Figurati se sapessero che sto meditando di sbattezzarmi (ma aspetterò di vivere da sola , non voglio il prete che viene a bussare a casa chiedendo spiegazioni o che vedano la raccomandata della parrocchia con il certificato di sbattezzo) .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come vedi anche qui sul blog sono arrivate le prime inquisizioni per aver semplicemente elencato e commentato alcune frasi dette anni prima dal Papa. Il buon Francesco ha già dei sostenitori che lo difendono a spada tratta. A me sinceramente di lui non me ne importa un cazzo, Mi interesserà quando inizierà a parlare delle cose che mi riguardano, nel bene o nel male (e per ora lo ha già fatto senza indossare la veste bianca).

      Elimina
  8. Più del Papa scelto, mi ha colpito la retorica dei discorsi e dello spreco di complimenti e descrizioni immaginifiche riservategli. Il papa precedente non mi era certamente simpatico, ma rispetto a papa Francesco, Ratzinger sembra avere la reputazione da carceriere di Guantanamo.
    C'è qualcosa che non va.
    L'esagerazione nei giudizi facili e ovviamente sempre e solo di parte. Nessuno tra i media più diffusi, oserebbe propagandare comportamenti che potrebbe aver avuto, non certo tipicamente cristiani (benchè ormai di veramente cristiano non esiste più nessun comportamento). Perchè ogni Papa eletto è ogni volta un santo fin dalla nascita? Solo verso la fine si son diffuse le voci sulla appartenenza di Ratzinger ad associazioni di estrema destra...
    Arriveremo mai ad avere una visione onesta, priva di retorica di qualcuno di importante? Forse solo quando è morto e sepolto da secoli?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi pare chiaro che dietro la scelta del nuovo papa ci siano molte motivazioni politiche che noi possiamo solo intuire e credo che cancellare l'immagine dura del precedente Papa sia una di queste. Ecco perché ce lo hanno presentato come un agnellino povero e generoso.

      Elimina
  9. Si deve quindi concludere che tutti quei giornali e tutti quei giornalisti che, quando parlavano male di Grillo e facevano insinuazioni sul suo conto, erano falsi e bugiardi, ora che parlano male del Papa e fanno insinuazioni sul suo conto, sono meritevoli della massima fiducia e della massima attenzione (?)
    Sinceramente del nuovo Papa non so niente, e forse tutti quei giornali e tutti quei giornalisti hanno ragione da vendere - a me francamente cambia molto poco nella vita, anche perché non ho mai percepito davvero la chiesa come un pericolo.
    Ad ogni modo, a me fa ribollire il sangue la maniera in cui in molti commenti sono descritti i cattolici (e ci tengo a precisare che, pur avendo ricevuto un'educazione tradizionale, non vado a messa da secoli, non prego, etc etc.) Ma vi rendete conto o no che si tratta di stereotipi belli e buoni e soprattutto vecchi di decenni? Un po' come gli stereotipi sui gay, mi verrebbe da dire. Io di cattolici ne conosco abbastanza, soprattutto giovani, e vi posso assicurare che sono tutti persone molto colte, aperte, spesso e volentieri in disaccordo con quanto proviene dal Papa e dai piani alti della Chiesa. Soprattutto, hanno amici e conoscenti gay e sono anche d'accordo con matrimoni e adozioni (almeno a parole, ma questo è un sospetto che potrebbe investire anche persone non cattoliche).
    L'equazione cattolico = pecorone-bigotto-col-prosciutto-sugli-occhi è veramente anacronistica per molti di loro; quanto alle questioni di fede, non è che il sentimento religioso nel 2013 consiste ancora nel credere al diavolo con le corna e il forcone in mano che ti punzecchia tra le fiamme dell'inferno, o cose del genere, dai...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stai facendo un paragone che non sta in piedi. Le indiscrezioni che ho letto su questo Papa non sono gossip, ma si riferiscono a dichiarazioni rilasciate e comportamenti provati da avvenimenti storici. Quelle su Grillo, come dici tu sono insinuazioni. Se c'è qualcosa di vero ne risponderà come è giusto che sia. Nessuno qui si erge a paladino della giustizia difendendo o accusando nessuno. Sono semplici riflessioni in base a fatti realmente accaduti.
      Riguardo alla tua descrizione del cattolico, nessuno mette in dubbio che esistano persone colte e di mentalità aperta, ma rientriamo nei casi di quelli che si fanno la religione a modo proprio, perché sai bene che essere cristiano impone alcuni vincoli quali l'andare a messa tutte le domeniche, non divorziare ecc. Secondo me l'equazione che dici tu, ha il suo motivo di esistere.

      Elimina
  10. LEGGERE QUELLO CHE HAI SCRITTO E' STATA UNA GROSSA PERDITA DI TEMPO!!! TE LO DICE UN FROCIO!!! AUGURI.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una "grossa" perdita di tempo? Quanto ci avrai messo, quattro minuti? Potevi fermarti a metà se era così inutile.

      Elimina