Gente della palestra #17


Niente, quest'anno non riesco proprio a dimagrire e mi viene fame solo a pronunciare la parola dieta e quindi mangio e ciao addominali, anche quest'estate non andremo in vacanza insieme. E intanto continuo ad andare in palestra con la speranza di migliorare e continuo a guardare la gente attorno a me, come fossero esotici animali al giardino zoologico.

Quello che si fa le foto.
Chi non si è mai fatto una foto in palestra scagli la prima pietra. Credo che non esista un altro luogo capace di ispirare più voyeurismo verso noi stessi e poi adesso siamo nell'era degli smartphone ed è come avere una fotocamera sempre in tasca e poi c'è Instagram e Facebook e Twitter e ogni scusa è buona per condividere fotografie di noi mezzi nudi e con i muscoli in tiro, per fare a gara di cuori e stelle e "mi piaci". Premesso questo, ci sono questi ragazzetti che neanche hanno fatto riscaldamento e già si piazzano davanti lo specchio con il cellulare in mano per farsi le foto; voglio dire, aspettate che vi coli una goccia di sudore sulla fronte, almeno siete più credibili. Poi ci sono quelli che invece le foto se le fanno quando hanno finito l'allenamento e vanno negli spogliatoi ed evidentemente si guardano allo specchio mentre sono mezzi nudi e pensano: "Però, non sono mica male!" e vai di servizio fotografico. Che poi, io quantomeno le foto me le faccio quando non c'è nessuno in giro, perché vedervi mentre vi immortalate con quelle facce convinte e dietro di voi c'è la tavoletta del cesso alzata o il vecchio che si spoglia o le mutande appese, è veramente grottesco.

Tipo che fa la doccia con le mutande.
Praticamente c'è questo ragazzetto che avrà diciassette anni e che ogni volta va sotto le docce con le mutande e io sono lì che penso sempre "Ora se le toglie" e invece no, puntualmente si ficca sotto il getto d'acqua con le mutande ancora su. Ora, anche io a dieci anni mi vergognavo di farmi vedere nudo e ogni volta quando uscivo dalla piscina facevo duemila storie e però arrivava mia madre che mi dava due ceffoni, mi calava il costume e mi insaponava il pesciolino e così a forza di schiaffi mi è passato il pudore di star nudo. Ecco, due ceffoni anche a questo glie li vogliamo dare?

Quello che passa tutto il tempo ad aggiornare la scheda degli esercizi.
Un tempo anche io mi feci fare la scheda dall'istruttore della sala pesi e mi aveva segnato tutti gli esercizi che dovevo fare e poi mi sono un po' perso per strada e adesso faccio come cavolo mi pare. Invece ci stanno questi che vengono in palestra proprio con il quaderno a quadretti e ogni volta che finiscono un esercizio stanno lì ad annotare che hanno fatto due ripetizioni e poi vanno in giro per la sala pesi e guardano gli attrezzi e scrivono non so cosa e poi si mettono seduti su un macchinario e annotano e poi boh, mi sa che non hanno capito che oltre a scrivere sul foglio, gli esercizi li devono anche fare.

Leggi anche gli altri episodi di Gente della palestra, clicca sull'icona sottostante:

   
   
   
   
Share on Google Plus

About Lord79

Se Lord79 non vi piace, sappiate che mi chiamo Emilio.
    Blogger Comment

23 commenti:

  1. Certo che ci devi fare un romanzo con questi post, le foto in palestra nooo che poi veramente gli sfondi di questo tipo di foto sono sempre tra il grottesco e lo squallido tipo porno anni settanta.
    Quando andavo in palestra io (quel unico mese che ci sono andato) non so più ormai quanti anni fa avevamo un istruttore che se ti alzavi dagli attrezzi prima di quanto aveva detto lui ti trattava come il sergente di "Full Metal Jacket" e magari sarà per questo che non sono più entrato in una palestra. :)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No ma infatti faccio coming out e ammetto che qualche foto in palestra me la sono fatta (se mi segui su Instagram lo saprai già), ma lungi dall'essere grottesche come quelli che si fotografano con il vecchio dietro che si mette i calzini.
      Ci vuole il buongusto anche per fare queste cazzate.

      Elimina
  2. Poi c'è quello che non se fa i cazzi sua e fa finta di fare gli esercizi, ma passa tutto il tempo a guardare gli altri e poi l'estate si lamenta perché la sua tartaruga è fuggita in terre lontane

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e tu passi il tuo tempo a guardare lui? la tua tartaruga ormai sarà partita in missione sul voyager...

      Elimina
    2. - bluinthesky ma ancora non hai capito che questo è uno studio antropologico e che poi passerò i miei dati a qualche università della California?
      - Anonimo grazie per aver preso le mie parti, ma il buon bluinthesky è un amico e non me la prendo per le sue prese in giro. Anche perché è vero: passa le sue giornate a guardarmi.

      Elimina
  3. Le foto in palestra le vedo fare ora, qualche anno fa non capitava, e sì, è colpa degli smartphone. Comunque io posso scagliare la prima pietra perchè non me le sono mai fatte in palestra(banalmente perchè il mio fisico non me lo permette, ecco, l'ho detto) e che sia fresco come una rosa o abbia sollevato quintali, i muscoli son si fanno proprio vedere. Sob!

    Per i tizi che fanno la doccia in mutande, ecco, anche a me prudono le mani, soprattutto per quelli che sono ormai adulti, maggiorenni, vaccinati. Che poi a volte hanno pure l'intimo bianco che da bagnato mostra ugualmente tutto, tanto vale...
    Chillicapisce!
    :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, (In)consapevole ha detto le due cose che pnso anch'io. Uguale uguale.

      Elimina
    2. Ovvio che le foto in palestra prima non se le faceva nessuno, sarebbe stato abbastanza ridicolo allenarsi con la reflex al collo. Invece il telefono uno lo porta sempre in tasca e quando scatta la voglia, è un attimo farsi una foto.
      Per la doccia con le mutande invece, credo che superati i dodici anni, vergognarsi di far vedere il pistolino negli spogliatoi sia una patologia da curare. In questo lo sport di squadra è una grande scuola di vita.

      Elimina
  4. per non dire di quelli che fissano le mutande delle persone che non vogliono mostrarglielo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so bene a cosa tu ti riferisca, ma penso che arrivati in età adulta, vergognarsi di mostrare il proprio corpo nudo in un contesto come quello della palestra o comunque dello spogliatoio, sia ridicolo e dannoso. Il pudore va bene, ma non bisogna farlo scadere nella patologia.

      Elimina
  5. ecco io ho notato una nuova usanza di recente... mi capita spesso di vedere negli spogliatoi gente che dopo aver fatto la doccia va davanti allo specchio dove ci sono i phon e prende 2 phon insieme... e prima di asciugarsi i capelli da una phonata ai peli pubici... adesso... dico... va bene i peli morbidi e vaporosi... ma pure la piega con phon... ma anche no!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello che si asciuga i peli del pube è una tipologia già presa in considerazione in Gente della palestra #7 http://www.lord79.blogspot.it/2011/10/gente-della-palestra-7.html

      Elimina
  6. Quelli che usano il Phon x asciugarsi il pacco li ho visti anche io, ma che schifo immane!
    Lord, io il quadernino ce l'ho, ma non temere, gli esercizi li faccio! Sarà da un annetto che ho iniziato a "prendere appunti" più che altro per ricordarmi esattamente il numero delle serie e ripetizioni che avevo fatto, e il peso sollevato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come dicevo, quello che si asciuga i peli del pube è una tipologia già presa in considerazione in Gente della palestra #7
      http://www.lord79.blogspot.it/2011/10/gente-della-palestra-7.html
      Comunque io a voi che vi allenate con il quadernino non vi capisco proprio. Se fate una ripetizione in meno ingrassate di due chili? Andiamo, liberissimi di fare come meglio credete, ma mi sembra un'esagerazione.

      Elimina
  7. Già mi ti immagino annotare appunti tra un esercizio e l'altro per ricordare di quello che devi raccontare in "gente della palestra". Eheheh
    PS: era da una vita che non sentivo o leggevo "pesciolino". Mi son schiantato a terra.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah sì qualche volta è successo che ho visto qualcuno, mi son fermato a fissarlo e ho preso un appunto sull'iphone per non dimenticare.

      Elimina
  8. E' sempre un piacere leggere il tuo blog!

    Questa volta quello che mi ha colpito è il tipo che fa la doccia con le mutande. Perché anche nella mia piscina c'è un tipo, che poi non è mica un ragazzino, uno che non si toglie mai il costume... esistono veramente, ma come si fa...?

    La doccia è un momento bellissimo, di puro relax e la voglio fare in piena libertà. E dire che sono anche un po' timido, ma negli spogliatoi di piscine e palestre, sono tranquillo e non mi sono fatto mai problemi, forse solo da piccolo, come dici anche tu.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, come raccontavo io sono stato un'adolescente molto timido e non rimanevo nudo neanche davanti a mia madre (qualche ceffone me lo sono preso veramente). Poi nella pubertà ho iniziato a fare sport di squadra e quando sei in mezzo al gruppo e vedi tutti che si spogliano e fanno la doccia cerchi di adeguarti per non sembrare quello strano e quindi ho superato il tabù dello stare nudo. Non ti dico che domani esco e me ne vado per strada a sventolare "la bandiera", ma in alcune circostanze non c'è nulla di male nel rimanere nudi e oltretutto non capisco come si possa lavare bene lì sotto con le mutande ancora in dosso. Certe timidezze vanno superate quanto prima.

      Elimina
  9. Un po' mi vergogno a dirlo, ma mi sono deciso, alla mia veneranda età, ad andare in piscina per un corso nuoto. Dopo i primi momenti di spaesamento, ora mi guardo un po' attorno quando sono in spogliatoio e, sinceramente, penso spesso a quanto voi (tu, Inco ed altri ...) andate scrivendo sugli incontri da spogliatoio ... ma non vedo nulla di quanto capita a voi, proprio nulla di simile! Vuoi vedere che io sfortunato anche in questo campo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma io veramente non parlo mai di incontri fugaci che si consumano negli spogliatoi. Io osservo solo la gente che mi sta attorno e i loro comportamenti e credo che poter dire che i tipi da palestra sono gli stessi un po' dappertutto. Basta saper guardare...

      Elimina
  10. Io per un periodo ci avevo provato ad annotare i progressi della scheda, non sul quadernino ma in una di quelle app strafighissime per l'iPhone. Ovviamente sono durato ancor meno di quanto dura la mia costanza con la panca piana.

    PS: Penso di essere uno di quei pochi che non si è mai fatto foto in palestra. Me ne sono state fatte un paio, ma giusto per immortalare momenti imbarazzanti

    RispondiElimina
  11. E io che credevo che il tipo che si fa la doccia in boxer era un esclusiva della mia palestra ;(

    Ma che poi è pure un bel ragazzo.. mah..

    RispondiElimina
  12. A me capitó una volta una cosa simil a quella del ragazzo che si doccia con gli slip. Un ragazzettomche probabilmente avra avuto 14/15 anni che si nascondeva ed era vistosamente intimidito dal mostrarsi nudo. Quando ha tirato giú (e di corsa ha messo il costume) ho intravisto una bestia da far paura. Dico, cavolo. Anziche di sfoggiare con orgoglio cotanta bontà, tu che fai? Lo nascondi? Ma vié qua và!

    RispondiElimina