Gente della palestra #20


Siamo a metà settembre, lo spettro del costume da bagno è ormai lontano e si torna alla vita di sempre: mangiare patatine fritte, pizza e gelato come se non ci fosse una nuova estate da affrontare. Che poi, io ho deciso di tornare in palestra il primo lunedì di ottobre, ché iniziare le cose a metà mese non è mai buona cosa, ma la gente della palestra quella vera, quella che può permettersi di togliere la maglietta senza preavviso anche a gennaio, loro gli allenamenti non li hanno mai interrotti.

Il palestrato che fa il personal alla fidanzata.
Ci sono tre cose sacrosante per l'etero coatto medio: la partita la domenica, il giornale sportivo mentre si caga e la palestra. Non invadete questi tre spazi e vivrete un rapporto di coppia felice. Eppure per qualche strano motivo, ogni tanto capita che qualcuno si porti in palestra la fidanzata e sappiamo tutti benissimo che è lei che ha insistito per controllare quante ragazze bone si allenano in quell'orario, ma la scusa ufficiale sarà sempre: "Amò, mi vedo gonfia, ma dici ho messo su un po' di pancia? Posso venire ad allenarmi con te che così mi fai la scheda fatta bene?". E quindi c'è lui che solleva mille chili e si fa uscire ernie da tutte le parti del corpo, solo per farle vedere quanto è maschio e poi c'è lei che esegue lo stesso esercizio con tipo zero grammi, che se rimaneva a casa a mettere a posto la spesa bruciava più calorie e poi c'è lui che le corregge la posizione per farle vedere quanto ci capisce di body building, anche se lei sta eseguendo l'esercizio meglio di Jill Cooper e poi c'è lei che beve settanta litri d'acqua, perché Vanessha l'amica che lavora al centro estetico, le ha detto che deve bere tanto per combattere la ritenzione idrica. Solitamente queste invasioni di campo non vanno mai a buon fine e tempo due mesi lui torna in palestra da solo, a parlare nuovamente di figa con gli altri amici della palestra.

Quello con il segno dell'abbronzatura.
A tutti piace l'abbronzatura, ché con un bel colore dorato siamo tutti più fighi e appena la stagione lo permette ci trasformiamo in lucertole, sdraiati su lettini a prendere il sole negli orari che i dermatologi sconsigliano e quando invece il tempo fa schifo, ci sono sempre i solarium a salvarci da una carnagione grigia e spenta. Il momento della doccia è la cartina tornasole che svela chi ha preso il sole e chi no e allora ci sono quelli che hanno usato i costumi da surfista e hanno le cosce bianche fino al ginocchio e quelli con il costume ascellare che gli vedi il segno bianco fin sotto l'ombelico e quelli con lo slip, tipo bambina della Coppertone e poi becchi quello con il segno del perizoma. Ora, sia chiaro, io non giudico nessuno e siamo tutti liberi di vivere la vita come meglio crediamo; ma il perizoma non lo accetto. Ma neanche se fossi un Centocelle Nightmare ricoperto d'olio vorrei mai vederti prendere il sole con il perizoma. Mai.

Quello che si spreme i punti neri.
Le palestre sono sempre piene di specchi e un po' perché gli specchi dilatano lo spazio e un po' perché mentre ci si allena fa piacere controllare che i movimenti siano fatti in modo corretto. E poi c'è da dire che i neon fanno proprio una bella luce e non so se avete mai provato a guardarvi allo specchio con la luce a neon e praticamente riesci a vederti tutti i pori della pelle e ogni minima ruga e imperfezione. E c'è questo tipo che ogni volta si piazza al centro della sala dove la luce è più forte, avvicina la faccia allo specchio e inizia a spremersi i punti neri del naso. Ma tipo che ci passa proprio un sacco di tempo e io faccio in tempo ad allenare tutto il petto e lui sta ancora lì, che ha finito con i punti neri del naso ed è passato a quelli delle spalle. Ma tipo che poi con quelle stesse dita, prende i manubri e tocca tutti gli attrezzi.

Leggi anche gli altri episodi di "Gente della palestra", clicca sull'icona sottostante:

    
    
    
   
Share on Google Plus

About Lord79

Se Lord79 non vi piace, sappiate che mi chiamo Emilio.
    Blogger Comment

17 commenti:

  1. Ecco io per andare in palestra dovrei trovarmi un fidanzato come questi nella foto vincerei la pigrizia e risparmierei.
    bello quello che si spreme i punti neri ma poi nelle zone dove non riesce ad arrivare chiede l'aiuto degli altri?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma quelli nella foto non esistono veramente. Sono cyborg.

      Elimina
  2. Ho la stessa tua allergia per il perizoma.
    E io avrei una vergogna immensa a portarlo.
    Cosa che non ho nel total naked.
    Ecco, mille volte meglio nudo che perizomato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Semplicemente con il perizoma ci sentiamo ridicoli. Anche se avessimo due chiappe d'acciaio.

      Elimina
  3. d'accordo con (in)consapevole: decisamente meglio nudo che in perizoma.

    io ovviamente ho il segno del costume da surfista. Che però, vorrei farti notare, ti crea una sfumatura graduale da sopra il ginocchio fino all'inguine o quasi, per poi avere lo stacco netto sul giro vita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No ma il perizoma andrebbe proprio abolito.
      Io al mare uso lo slip per prendere il sole, ma il pantaloncino surfista per andare al bar.

      Elimina
  4. Quello dei punti neri non mi è mai capitato... nn ancora :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando vieni a Roma ti faccio fare un giro in palestra da me.

      Elimina
  5. Ke schifo quello dei punti neri......... gente strana eh....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma ti giuro. Una volta voleva spremermi un brufolo su una spalla. Immagina la mia faccia.

      Elimina
  6. io ogni volta mi domando in quale dantesca palestra tu vada ahahahaha

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io la chiamo la tana delle tigri.

      Elimina
  7. Come vorrei un ragazzo che mi facesse da personal trainer pure a me. E invece mi toccherà strisciare la carta di credito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già è difficile trovare un fidanzato, in più lo vuoi anche palestrato e così gentile da farti anche da personal trainer. Fantascienza pura.

      Elimina
  8. Diciamo che tu carichi un po' troppo le cose, non credo che nella tua palestra possa esserci tutta questa fauna che racconti, non sei l'unico ad andare in palestra e tutti questi personaggi non li ho mai visti, sicuramente non al punto da scriverci sopra una rubrica (poi, certo, ognuno racconta del mondo in cui vive). Forse faresti meglio a scrivere degli esercizi che fai e dei pesi che metti, là magari si aprirebbe una discussione interessante, io sono curioso di sapere quanto fai di squat :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti assicuro che tutte le tipologie elencate esistono veramente e non c'è nulla di inventato. Non ci sarebbe nulla di divertente nel falsificare la realtà. Se nella tua palestra non incontri queste tipologie di persone, forse è perché ha un bacino di utenza differente dalla mia, o più semplicemente io ho uno spirito di osservazione più spiccato del tuo.
      Per quanto riguarda quello che secondo te farei meglio a scrivere, io racconto quello che mi diverte e che trovo interessante condividere e non credo che sapere quanto faccio di squat possa aprire un dibattito interessante. Comunque 50 kg.

      Elimina
  9. quanto ho riso :DDD

    RispondiElimina