Se fossi amico delle celebrità: Britney Spears


Britney Spears secondo me c'è rimasta sotto. Che poi, io mi stresso anche quando mi chiamano gli operatori della TIM che vogliono propormi delle nuove vantaggiosissime offerta delle quali non me ne frega un cazzo e immaginatevi come deve essere svegliarsi ogni mattina con cinquanta operatori TIM sotto casa, che aspettano che tu esca, per urlarti contro le nuove tariffe e le nuove promozioni. Ecco, adesso sostituite la parola "operatori TIM" con "fotografi e giornalisti" e avrete la vita infernale di Britney Spears. Che quella non può uscire di casa neanche per innaffiare i gerani, che si ritrova sommersa dai fotografi. Ci credo che poi impazzisci e ti rasi i capelli a zero. Il problema è che Britney poverella l'hanno talmente riempita di psicofarmaci, che adesso praticamente non distingue neanche più il figlio dal chiwawa.
E io me la immagino mentre ci beviamo un frappuccino insieme allo Starbucks e lei che mi chiede "Tu cosa prendi?" e io che rispondo "Uno Strawberries & Creme con pann... hey Brì, hai pagato con una banconota da cento dollari e non hai preso il resto..." e lei "Ah veramente? Sì, cioè, lo so ma è troppo complicato fare i calcoli e questi carinissimi fogli di carta verdi me li ritrovo sempre nel portafogli e non so proprio chi ce li metta e quindi non mi serve prendere il resto... andiamo a sederci a quel tavolo libero?". La seguo un po' scettico, ci mettiamo seduti e ancora non abbiamo iniziato a parlare, che fuori dal bar inizia a radunarsi uno stuolo di fotografi con teleobiettivi grandi come fucili e lei mi dice di non farci caso, ché fanno sempre così e poi aggiunge: "Io faccio finta che non esistano e se guardo fuori immagino ci siano solo unicorno con criniere rose che profumo di fragola..." e poi tira su dalla cannuccia un bel sorso di frappuccino e io la guardo e le dico un po' preoccupato: "Brit, stiamo facendo tardi, non dovremmo andare a registrare la nuova canzone?", lei alza la testa e si blocca con lo sguardo perso nel vuoto e io non riesco a capire cosa stia facendo e poi mi sorride tirando fuori un numero di denti veramente esagerato e mi dice: "Oh no tesoro, non c'è problema, non serve che vada, c'è quell'altra ragazza tanto gentile che fa questo lavoro al posto mio, in modo che io abbia più tempo per stare con Sean Preston e Jayden James... o John... mi confondo sempre con il nome del secondo... ma tu piuttosto, come hai detto che ti chiami tesoro? Sei così dolce ad avermi accompagnato..." .
Share on Google Plus

About Lord79

Se Lord79 non vi piace, sappiate che mi chiamo Emilio.
    Blogger Comment

7 commenti:

  1. Ogni tanto, poi, dovresti ricordarle di non rubare la droga ai suoi cavalli...

    RispondiElimina
  2. Ahahaahh sei fantastico! Come sempre!
    Fabio

    RispondiElimina
  3. Lord, per la B. mi aspettavo qualcosina di più..
    sempre in simpatia..
    Bacio!
    Lavinia

    RispondiElimina
  4. Mi fai morire! ahaha ^_^

    RispondiElimina
  5. Tu pensa, io dico sempre che le voglio bene come fosse mia cugina - per modo di dire ovvio - non me la sono mai cagata di pezza ma quando ha sbroccato l'ho adorata.
    Mi son pure comprato Femme Fatale digitale che avrò ascoltato 5 minuti, ma mi faceva così tenerezza, mi pareva brutto lasciarla senza quei noveenovanta di itunes.
    Va bhe! anche io due domande dovrei farmele pensandoci bene però...
    Gianguido

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio ma io anche le voglio bene come se fosse mia cugina! Una cugina un po' scema. Comunque sono perfettamente d'accordo con il tuo discorso dei nove e novanta di femme fatale. ahahah. Non vedo l'ora che esca il nuovo disco per commentarlo insieme.

      Elimina