Captain America: The Winter Soldier [recensione]


Dopo il primo e francamente noiosissimo Captain America (dove non succedeva praticamente nulla), il supereroe con lo scudo a stelle e strisce torna al cinema per salvare il mondo e non so cosa sia successo a Chris Evans, ma ogni film che fa, diventa sempre più più bambolona gonfiabile e quando faceva l'uomo torcia era simpatico e sexy e adesso invece vogliono fargli fare il ruolo dell'attore impegnato e non gli tolgono neanche la maglietta e non dico di lasciarlo chiappe all'aria, ma togliere la maglietta al protagonista mi sembra uno step obbligatorio, soprattutto se ha il fisico da rugbista palestrato come lui e invece no; due ore di Chris Evans sempre vestito e con l'espressione finta concentrata, come quella che faccio io quando navigo su internet, ma voglio far credere agli altri che sto lavorando.
Con Captain America la Marvel alza finalmente il tiro e, dopo essersi tolto dalle palle il pilot necessario a presentare il personaggio, riesce a tirar fuori una spy-story dove bisogna scoprire chi è il cattivo e non ci si può fidare di nessuno e i colpi di scena si susseguono uno dopo l'altro e, se escludiamo la solita incursione di Stan Lee sempre più incartapecorito e curvo, non si lascia spazio all'ironia, ma solo azione, azione e ancora azione e ce la mettono tutta per scrivere un soggetto interessante e che non si riduca a "io buono, tu cattivo, tu morire, io vivere", ma questo The Winter Soldier ha lo stesso problema di tutti i film Marvel e ci sono sequenze spettacolari e esplosioni fighissime e combattimenti spietati e tutto quello che vi pare, ma dove sono le emozioni? Quando ho visto The Dark Knight ho infilato le unghie nei braccioli dalla tensione e ho pianto di commozione e qui invece niente di niente. Il film è godibile e si lascia guardare, ma quando finisce non rimane nulla e ciao; andiamo a mangiare un cornetto? I Batman di Christopher Nolan e gli X-Men di Bryan Singer rimangono su un altro pianeta.
Che poi tralasciando Batman che è un fumetto DC, sia gli X-Men che i vari The Avengers appartengono alla Marvel e però le versioni cinematografiche sono controllate da diversi studi e i Vendicatori sono sotto la direzione Disney e invece gli X-Men fanno parte della 20th Century Fox, la quale ha preso anche i diritti per rilanciare i Fantastici 4 (e infatti li vedremo il prossimo anno con un cast completamente nuovo) e poi c'è Spiderman che invece è distribuito dalla Sony e con tutto questo discorso mi sono dimenticato cosa volevo dire, ma mi pare chiaro che ogni casa di distribuzione voglia fare del suo prodotto un brand subito riconoscibile e differente dagli altri.
Che poi non è sembrato anche a voi che Chris Evans fosse troppo truccato? Voglio dire, lo ho notato solo io? In alcune scene  gli mettono così tanto fondo tinta che non gli si vedono i pori della pelle e gli coprono le guance con così tanto blush, che si distingue da Scarlett Johansson solo perché lei ha in testa un'orrida parrucca rossa comprata dal cinese sotto casa e sappiamo tutti benissimo quanto è bono Chris Evans, ma in questo film è talmente artefatto e asessuato, che Frank Grillo gli scippa di gran lunga lo scettro di bomba sexy. Peccato però che non spoglino neanche lui e per il prossimo film voglio essere interpellato durante la stesura della sceneggiatura e vedete come ci scappano le scene con le esplosioni che bruciano i vestiti e loro costretti a rimanere in mutande. Voglio dire, se non riesci a fare un film emozionante e coinvolgente come quelli di Christopher Nolan e Bryan Singer, quantomeno buttateci dentro l'erotismo. Mi sembra proprio il minimo sindacale.
Share on Google Plus

About Lord79

Se Lord79 non vi piace, sappiate che mi chiamo Emilio.
    Blogger Comment

4 commenti:

  1. Assolutamente daccordo.
    Tra l' altro la storyline del soldato d' inverno letta nei fumetti ha uno spessore e un emozione che va ben oltre le scazzottate, peró perlomeno hanno cominciato a far carburare il marchio di cap america.

    Nonostante Evans sia un bel ragazzo, io avrei usato un attore molto diverso per il ruolo di steve rogers.
    É vero che é rimasto ibernato e quindi giovane, ma cavoli come avrei voluto che fosse uno come Daniel Craig ad impersonarlo, magari ritoccato di qualche ruga se proprio devi, ma era perfetto.
    Bucky é figo non ci sta niente da fare, figo sempre che sia di carta che di carne.
    La vevova boh, non mi ha mai convinto la bambolina johansson.

    Il problema delle case distributrici diverse per i film marvel purtroppo é un problema ormai annoso, da un lato cap america e i vendicatori, thor, iron man, hulk ecc, e abreve i guardiani della galassia *sono sicuro sará epico*

    Dall altra x men e fantastici 4.
    Fortunatamente con gli x men se la sono cavata benissimo almeno nei primi due e in first class, il terzo é stato uno stupro a jean grey e soci che manco commento, i due wolverine sono passabili, ma il prossimo x film frmato nuovamente da Synger *dopo il 1 e il 2) sará epocale, ne sono sicuro
    La storyline del fumetto di giorni di un futuro passato é meravigliosa, se riescoo anche in parte a renderla sul grande schermo sará un gran film, sppero non danneggi l eccessivo numero di personaggi.

    I antastici 4 so giá che saranno una boiata (jhonny storm sará nero, fratellastro di susan, ciao)

    spiderman mi sono fermato ai primi 3.

    In tutto questo fremo per MALEFICENT (per trovare una connessione, é DIsney) :P

    PPS nelle scene finali si vedono quicksilver e wanda, figli di magneto e protagnositi nel nuovo film avengers in preparazione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Conosco questi supereroi solo grazie al cinema e non ho mai letto le loro storie sui fumetti, ma so riconoscere un buon film da una cagata e purtroppo i vari Vendicatori sono attualmente tutti una cagata. Questo Captain America è l'unico che salverei, ma siamo ancora lontani dagli ottimi risultati ottenuti di Nolan, probabilmente irraggiungibili. Son sicuro che Synger ha fatto un ottimo lavoro con il suo nuovo X-Men e muoio dalla voglia di vederlo (già il trailer è epico).
      Per quanto riguarda Chris Evans, sta peggiorando di anno in anno e se non si riprende subito gli rimarrà cucita addosso l'etichetta di bonone palestrato senz'anima. Per quanto riguarda Scarlett invece, la trovo insopportabile e non capisco come faccia ad avere tutto questo seguito.
      (Su Maleficent non ripongo grandi speranze, si sente puzza di cagata lontano un miglio...).

      Elimina
    2. E si, maleficent mi fa tremare, ho paura che rovinino il mio cattivo disney preferito, peró almeno angelina é perfetta in quella parte. XD.

      Dovresti provarlo qualche fumetto peró!!! :P

      Elimina
  2. L'idea di lasciare i supereroi in mutande alla fine dei film (o anche a metà :) ) mi pare mutuata dai combattimenti dei vari time-bokan (yattamen, calendarmen, ecc.) dove alla fine la cattiva e i suoi due scagnozzi rimanevano sempre con i vestiti a brandelli... ma quelli erano cartoni animati giapponesi, qui stiamo parlando di supereroi della puritana america... (ps. ci dovremmo proporre noi come prox sceneggiatori, ma non credo che ci darebbero ascolto). - JJ

    RispondiElimina