X-Men - Giorni di un futuro passato [recensione]


I film di supereroi son ritenuti film d'intrattenimento senza troppe pretese ed effettivamente pellicole come Thor e altri eroi Marvel, ci hanno abituato a sovrabbondanti effetti speciali, esplosioni, qualche risata, un super cattivo che vuole conquistare il mondo e l'eroe che deve difenderlo e tutto finisce lì. Gli X-Men invece son sempre stati diversi e forse proprio per questo mi piacciono così tanto e fin dai primi film diretti da Bryan Singer, l'aspetto principale è stato quello psicologico e il discorso della diversità è sempre stato messo al centro di ogni pellicola e oltre alle botte e i raggi laser, c'è sempre stato un risvolto sociologico interessante. Giorni di un futuro passato prosegue su questi temi e, se possibile, li accentua ancora di più e forse lo spettatore medio rimarrà spiazzato dal fatto che non c'è un vero e proprio nemico da combattere, ma gli avversari variano a seconda di come si mette la storia e man mano che la pellicola scorre, si scopre che non bisogna combattere un nemico, ma combattere un ideale e questa credo sia la cosa che differenzia maggiormente gli X-Men, da tutti gli altri film con gli uomini mascherati.
Tra i personaggi principali di questo nuovo capitolo, ritroviamo alcune vecchie conoscenze come l'ormai onnipresente Wolverine, che si è fatto praticamente tutti i film e Hugh Jackman più invecchia e più diventa bono e Brian Synger lo sa e infatti butta nel film una scena completamente random, dove Wolverine appare senza mutande e a chiappe all'aria e solo quella vale il prezzo del biglietto e poi ritroviamo Halle Berry che ormai è sempre più ridicola nei panni di Tempesta e nel primo film aveva un parruccone lungo e bianco e nel secondo le avevano fatto un taglio scalato e nel terzo la tinta sale e pepe e in questo i capelli a spazzola e questa cosa che ogni volta le cambiano acconciatura, mi fa veramente troppo ridere e spero continuino così ancora per molto. Tornano anche i Magneto e Xavier adulti interpretati rispettivamente da Ian McKellen e Patrick Stewart, che per me rimarranno per sempre Gandalf e il Capitano dell'Enterprise e tornano anche le loro versioni giovani Michael Fassbender e James McAvoy. Ora: non so se riuscite ad immaginare cosa significhi avere nello stesso film Hugh Jackman e Michael Fassbender, ma tipo che neanche i migliori porno. Torna anche l'attrice premio Oscar Jennifer Lawrence, che anche questa volta veste i panni di Mystica e ora che ci penso, le donne di questo film hanno tutte vinto un Oscar e la Lawrence per Il Lato Positivo e Halle Berry lo vinse per Catwoman e... ahahaha... no vabbè... sto ovviamente scherzando e mi viene da ridere ogni volta che penso a Catwoman, che era veramente un film troppo brutto e non so come facciate voi a rimanere seri quando si nomina Catwoman e vabbè, seriamente, la Berry vinse l'Oscar nel 2001 per Monster's Ball e sebbene la inquadrino per tipo otto secondi, c'è anche Anna Paquin vincitrice dell'Oscar per Lezioni di Piano e infine Ellen Page, che l'Oscar non lo ha vinto per un soffio, ma venne comunque candidata per il suo ruolo in Juno.
In mezzo ad un tripudio di effetti speciali e una storia che si svela man mano che la pellicola scorre, X-Men - Giorni di un futuro passato si rivela il più avvincente film della saga e mi dispiace per gli appassionati del fumetto che avranno trovato mille incongruenze e difformità, ma dal punto di vista cinematografico è veramente un capolavoro e non mancano i risvolti filosofici che ci portano a chiedere se il futuro sia già scritto o se è possibile percorrere nuove strade e il finale con Mystica, Wolverine e Stryker è la risposta perfetta a questa domanda e lascia tutti a bocca aperta e con un punto interrogativo stampato in fronte: e adesso cosa succederà?
La risposta nel 2016 con X-Men Apocalypse, intanto godiamoci questo capolavoro.
Share on Google Plus

About Lord79

Se Lord79 non vi piace, sappiate che mi chiamo Emilio.
    Blogger Comment

17 commenti:

  1. Più che altro proprio il personaggio di Tempesta anche nei fumetti cambia spesso pettinatura, prova a cercare: STORM PUNK.

    Il film è bellissimo, avvincente e scritto bene, uno dei migliori Cinecomic Marvel mai realizzati, personaggio di Mystica finalmente valorizzato al meglio, appena accenneranno al suo lato lesbo sarà tutto perfetto.
    Ora spero che nessuno cominci a dire: "E' ma la trama del salvatore dal futuro l'hanno pressa da Terminator!"
    Anche no signori: "Giorni di un futuro passato" è un tantinello precedente al film di Cameron.
    Momento Nerd: over.

    Momento gay allupato: start.
    Nulla da togliere agli attori che interpretano Wolverine ma io Xavier da giovane tuta la vita, James Mcavoy versione pulcioso è proprio figo.
    Fassbender bho! Ha meno di me, sembra mio nonno.

    Menzione speciale per Bestia da giovane, con e senza peli e per il ghiacciolo...
    G

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi allaccio al tuo memento gay allupato per disrti che James Macavoy per me è un no categorico e ogni volta che lo vedo penso a Silvio Muccino. Per me son tipo fratelli.

      Elimina
  2. Di Catwoman ce n'è solo una: Michelle Pfeiffer!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono completamente d'accordo con te.

      Elimina
    2. Mi aggiungo al coro, assolutamente solo Michelle Pfeiffer!

      Elimina
    3. Per questo potrei smettere di seguire il blog e pure instagram... ma azz ho quasi 40 anni mica posso fare il vecchiominkia...
      Muccino nooooooooooooooooooooooo
      :-(

      Elimina
    4. Giangui, è il sosia di Silvio Muccino. Ammettilo.

      Elimina
    5. Uffa... no dai, cioè sì ma non in questo film... io li odio i Muccino!

      Elimina
  3. E' sempre un piacere leggere il tuo blog, in particolare mi piacciono le tue recensioni ai film, perché amo il cinema, perché le scrivi bene e anche perché è il mio lavoro.

    Sono d'accordo su Jackman e Fassbender anche se è solo Michael ad avere il potere del magnetismo, li trovo entrambi magnetici.

    Comunque hai centrato il punto gli X-Men anche nel fumetto hanno sempre dovuto affrontare la loro diversità, perché il mondo era spaventato dalla loro presenza, invece di ammirarli, come succede con altri supereroi. Hanno dovuto sempre lottare per farsi accettare.

    A me il film è piaciuto molto anche se con alcune differenze rispetto al fumetto. Come ha detto anche un tuo lettore, risale al 1981 anticipando molto la tematica del viaggio nel tempo di Terminator

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I supereroi hanno tutti un loro fascino e un loro male interiore, ma gli xmen sono sicuramente quelli che approfondiscono meglio il lato psicologico e questo mi piace, perché non sono solo spari esplosioni e tutine aderenti. E Singer riesce sempre a fare un ottimo lavoro

      Elimina
  4. Concordo anch'io. Tuttavia, se l'hai vista, come la spieghi la scena alla fine dei titoli di coda? Mi è sembrata un po' scollegata, ma forse non ci ho capito un cazzo io, che ogni volta che vedo questi film rimango talmente incantato dalle scene e dagli effetti da riservarmi sempre di rivederlo in home video per approfondire tutto il sociologico/psicologico ecc, che c'è dietro. 3D eccezionale, aggiungerei.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La scena dopo i titoli di coda è una specie di anticipazione del prossimo film. È normale che tu non l'abbia capita perché è abbastanza scollegata con la trama di questo capitolo; è una specie di pubblicità per il prossimo.

      Elimina
    2. Immaginavo. Le immagini dei precedenti hanno poi avuto un riscontro in quanto è stato proposto nei successivi?

      Elimina
  5. La scena alla fine dei titoli di coda era una preview di x men apocalipse, il bambino che si vede infatti é en sabah nur, e sullo sfondo si intravedono 4 cavalli con cavalieri, cioé i 4 cavalieri dell apocalisse.

    comunque "si scopre che non bisogna combattere un nemico, ma combattere un ideale e questa credo sia la cosa che differenzia maggiormente gli X-Men"
    Per questo amo gli x men e li leggo da tutta la vita.

    Film spettacolare dove singer ha potuto dire la sua anche sul terzo film degli x men che purtroppo non aveva curato lui, e sinceramente visto che degli x film quello fu un pochino la nota stonata, questo film m ha rimesso in pace con il franchise.

    Adoro il finale e wolverine che ritrova "quei due". un vero happy ending sapere che sono tornati.

    mi é piaciuta tantissimo la x force che si intravede all inizio, blink warpath e bishop sono fenomenali.


    Una cosa mi dispiace, che nei prossimi film si userá il cast di x men first class e non quello del presente per capirci.

    Tempesta aveva un ruolo molto maggiorato in questo film, peró per via della gravidanza hanno dovuto ridimensionarla di molto, peccato perché nei fumetti lei é importante quanto logan, peccato anche che la scena di rogue sia stata ttalmente tagliata.

    cmq sia, hugh tutta la vita <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Film a mio avviso strepitoso, se devo trovargli una nota di demerito, è che mi sarei aspettato un po' più di coralità e invece alla fine fa quasi tutto Wolverine. Comunque, son uscito dal cinema soddisfattissimo, nonostante le aspettative fossero alte.

      Elimina
    2. Spero recensirai pure maleficent se lo vedi, sono curioso di sapere cosa ne pensi.
      visto stasera e...behhh.

      Elimina
    3. Se lo vado a vedere ne parlo sicuramente.

      Elimina