Avengers: Age of Ultron


Il primo film degli Avengers è stato un vero e proprio fenomeno di massa, che è andato ben oltre il pubblico di nerd con la maglietta di Capitan America e il cappellino di Iron Man appassionati del genere, ma ha trasformato il cine-comic in un film per tutti; tanto da diventare la terza pellicola più vista al mondo (Avatar è al primo posto e Titanic al secondo). Detto questo a me il primo Avengers non era proprio piaciuto, ma tipo che credo di aver sbadigliato per metà film e lo ammetto, con il cinema io sono un po' come una ragazza con il sesso: per farmi godere non mi basta un cazzo grande, ma devo essere coinvolto emotivamente e il problema degli Avengers è che ti sbattono in faccia i loro enormi effetti speciali e spingono duro senza un minimo di sentimento e io in questo modo freddo e meccanico non riesco a venire.
Questo Age of Ultron in parte riesce a rimediare portando nella pellicola le paure dei supereroi e analizzando meglio i caratteri dei protagonisti, ma ha il difetto del deja-vu nella trama e nei combattimenti e se vogliamo dirla tutta, l'incipit del film con il super cattivo di turno creato da Tony Stark è proprio scemo. Nel senso che se Stark quel giorno si guardava un porno anziché armeggiare in laboratorio, non c'era neanche bisogno di fare questo film.
Poi vabbè, gli effetti speciali sono fighi e i combattimenti spettacolari e c'è tutto quello che ci si aspetta di vedere da un film Marvel di questa portata, ma il regista Joss Whedon fa un po' fatica a tenere insieme tutti i pezzi e ogni tanto si perde qualcosa. 
Iron Man. Tony Stark sbruffone e tagliente come al solito, ma le sue battutine facevano più ridere nel primo capitolo e Robert Downey Jr. ormai è troppo incastrato nel personaggio per riuscire a farlo evolvere. Voto: 4
Thor. Chris Hemsworth che prende sulle sue spalle il ruolo del bagna mutande e ogni volta che lo inquadrano si sentono le ragazze in sala (e me) sussultare. Inutilissimi ma divertenti i 10 minuti di pellicola con la gara di chi riesce a sollevare il martello. Poco credibile la svolta tormentata. Voto: 10 solo perché è bono, ma avrebbe meritato un 6. (Non pervenuta Natalie Portman e voglio dire: avete speso 270 milioni di dollari e non avete trovato due spicci per farle fare una comparsata?)
Hulk. Mark Ruffalo interpreta il miglior Hulk di sempre e finalmente il conflitto interiore tra lo scienziato e il mostro è messo in primo piano. Voto: 8
Captain America. Chris Evans bambolotto gonfiato, sempre più preso dal senso del dovere, invincibile nei combattimenti e pronto a correggere i colleghi sboccati come fosse il presidente del Moige. La noia. Voto 5.
Black Widow. Scarlett Johansson torna ad essere la sexy vedova nera, che oltre ad essere sexy non si capisce che potere abbia e infatti nel super scontro con l'esercito di robot inquadrano tutti gli Avengers tranne lei, perché giustamente sarebbe morta dopo un secondo. Voto: 4
Occhio di Falco. Jeremy Renner interpreta l'Avengers più umano di tutti, con il cuore perennemente diviso tra il servire il Paese e lo stare con la famiglia e la scena strappalacrime in cui abbraccia i figli e uno dei momenti migliori del film. Note per la direzione: tenete d'occhio il numero di frecce, perché quella faretra pare non avere fondo, come la borsa di Mary Poppins. Voto: 9
Quicksilver. New entry che prende il volto di Aaron Taylor-Johnson, il ragazzetto con due chiappe d'acciaio che recitava in Kick-Ass e, anche se l'attore è molto più bagna mutande del Pietro Maximoff comparso in X-Men. Giorni di un futuro, risulta proprio poco convincente. Voto: 5
Scarlet Witch. Seconda new entry interpretata da Elizabeth Olsen, sorella minore delle due gemelline Mary-Kate e Ashley Olsen. Il personaggio di Scarlet è interessante, ma la svolta da super cattiva a super buona è veramente troppo repentina. Voto 6.
Vision. Una specie di Superman che per farlo sembrare ancora più Superman gli hanno fatto il vestito blu e rosso anziché verde e giallo come nel fumetto. A questo punto potevano chiamare come attore Henry Cavill anziché Paul BettanyVoto: 4.
Ultron. Intelligenza artificiale super avanzata e costruito con lo stesso materiale indistruttibile dello scudo di Captain America. Vuole distruggere gli umani per salvare la Terra e lo fa a suon di scazzottate come fosse un ragazzetto di borgata che ha fatto sega a scuola, anche se possiede armi di qualunque tipo. Boh. Mi sa che così intelligente non deve essere. Voto: 4.
Share on Google Plus

About Lord79

Se Lord79 non vi piace, sappiate che mi chiamo Emilio.
    Blogger Comment

0 commenti:

Posta un commento